Deposito situazione patrimoniale consorzi tra imprese con attività esterna

Entro 2 mesi dalla chiusura dell'esercizio le persone che hanno la direzione del consorzio redigono la situazione patrimoniale osservando le norme relative al bilancio di esercizio delle società per azioni e la depositano al Registro delle imprese.

Ufficio competente: Registro delle imprese della provincia nella quale è ubicato l’ufficio del consorzio destinato a svolgere attività con i terzi.

Riferimenti normativi:

Artt. 2615-bis e 2423 c.c. e ss.
D.P.C.M. 10/12/2008.

Termine: entro due mesi dalla chiusura dell'esercizio annuale.

Sanzioni: consulta la pagina Sanzioni amministrative

Soggetti obbligati: le persone che hanno la direzione del consorzio (amministratori o direttori del consorzio).

Soggetti legittimati a presentare la domanda in luogo dei soggetti obbligati: professionista incaricato.

​Per informazioni sulle modalità di firma consulta la pagina Sottoscrizione

Modulistica

Si ricorda che per il deposito della situazione patrimoniale devono essere utilizzate le funzioni di spedizione disponibili in webtelemaco.infocamere.it e che lo stesso non rientra tra gli adempimenti compresi nella Comunicazione Unica

Modello B deve risultare compilato nel riquadro DEPOSITO BILANCIO E SITUAZIONE PATRIMONIALE, nel quale deve essere indicata la data di chiusura dell’esercizio e se il soggetto è obbligato oppure è esonerato dal bilancio in XBRL. Il campo “data di approvazione del bilancio” NON deve essere compilato in quanto con riguardo alla situazione patrimoniale non è prevista l’approvazione della stessa da parte dei consorziati.
Codice atto: 720

Modello Note (eventuale) in cui deve risultare la dichiarazione d’incarico resa da un professionista nel caso in cui la persona che ha la direzione del consorzio, priva del dispositivo di firma digitale, conferisca allo stesso l’incarico alla presentazione della domanda.

Allegati

Il documento è formato all'origine come documento informatico

La situazione patrimoniale, in formato XBRL1, riportante l'indicazione "FIRMATO DIGITALMENTE DA..." seguita dal nome e cognome degli amministratori o direttori del consorzio che l'hanno redatta, può essere allegata in una delle seguenti forme:

  • originale informatico (ex art. 21, comma 2 del D.Lgs 82/2005) o duplicato informatico (ex art. 23-bis, comma 1 del D.Lgs. 82/2005) sottoscritta digitalmente dagli amministratori o dai direttori del consorzio
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Professionista incaricato e dallo stesso dichiarata2 conforme ai sensi dell'art. 31, comma 2 quinquies, della Legge n. 340/2000 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal soggetto che presenta la domanda e dallo stesso dichiarata2 prodotta ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Notaio e dallo stesso dichiarata2 conforme ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005 utilizzando l'apposita formula

La versione di tassonomia XBRL 2018-11-04, in vigore da gennaio 2019 per gli esercizi chiusi dal 31 dicembre 2018, dovrà essere utilizzata obbligatoriamente dal 1° marzo 2019: fino a tale data saranno accettate anche le situazioni patrimoniali predisposte con la tassonomia precedente, versione 2017-07-06.

Per la predisposizione dell'istanza XBRL è possibile utilizzare uno dei software disponibili sul mercato oppure gli strumenti gratuiti messi a disposizione dal sistema camerale sul sito Registroimprese.it sulla pagina dedicata alla pratica di “deposito bilanci” all’indirizzo http://www.registroimprese.it/deposito-bilanci

oppure sul nuovo sito TELEMACO all’indirizzo https://mypage.infocamere.it/ Le mie pratiche>Strumenti>Bilanci alla sezione Strumenti XBRL.

La situazione patrimoniale non è soggetta a registrazione presso l'Agenzia delle Entrate.


1In virtù dello specifico richiamo contenuto nell’articolo 2615-bis c.c. (Situazione patrimoniale) alle norme relative al bilancio d’esercizio delle società per azioni, l’obbligo del formato elaborabile (XBRL) vale anche per la situazione patrimoniale (costituita da stato patrimoniale, conto economico, rendiconto finanziario e nota integrativa) dei consorzi tra imprese con attività esterna.
2 In calce al documento, prima della dichiarazione, devono essere indicati il nome e cognome degli amministratori o direttori del consorzio che hanno redatto e sottoscritto la situazione patrimoniale.

Importi

Diritti di segreteria: € 62,70

Imposta di bollo: € 65,00.

Approfondimento

La situazione patrimoniale è redatta dalle persone che hanno la direzione del consorzio ed è costituita da:

  • stato patrimoniale
  • conto economico
  • rendiconto finanziario1
  • nota integrativa

Lo stato patrimoniale, il conto economico, il rendiconto finanziario e la nota integrativa, tuttavia, rappresentano parti di un sistema unitario e organico per cui devono essere considerate in maniera strettamente congiunta, non fosse altro per le correlazioni esistenti, in questo senso esse costituiscono un unico documento contabile.

La situazione patrimoniale deve essere redatta con l’osservanza delle norme relative al bilancio di esercizio delle società per azioni (articoli 2423 c.c. e seguenti).

Mancando una specifica disposizione normativa al riguardo, si ritiene che la situazione patrimoniale non debba essere approvata dall’assemblea dei consorziati.

 

1Le situazioni patrimoniali relative agli esercizi finanziari aventi inizio a partire dal 1° gennaio 2016 devono essere costituite dallo stato patrimoniale, dal conto ecomonico, dal rendiconto finanziario e dalla nota integrativa.

 

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
Average: 3 (2 votes)

Aggiornato il: 30/09/2021 - 15:42

A chi rivolgersi

Ti potrebbe interessare anche