CNS con Firma digitale

La CNS è un dispositivo per gestire l'identità digitale del titolare per i servizi online della pubblica amministrazione. La CNS della Camera di commercio è anche firma digitale.

 

Cos'è la CNS

La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) della Camera di commercio di Torino è un dispositivo elettronico, nel formato smart card o token usb /wireless, che rappresenta l’identità digitale del titolare attraverso un certificato digitale univocamente associato all’identità anagrafica della persona fisica titolare per il riconoscimento certo in internet presso i siti della pubblica amministrazione, analogamente come farebbe con la carta d'identità ad uno sportello fisico.

In sostanza, la CNS si colloca nell’ambito degli strumenti per la gestione dell’identità digitale, insieme a SPID e Carta identità elettronica, ma è specificatamente orientata al mondo delle imprese e dei professionisti.

La CNS è emessa da un'apposita Autorità di certificazione (Certification Authority - CA) riconosciuta secondo standard internazionali, la quale garantisce la validità giuridica delle informazioni riportate nel certificato.

Inoltre, per offrire uno strumento completo per l'operatività digitale, a bordo del supporto è anche inserito un certificato per la firma digitale di qualsiasi documento (elettronico), conforme al DPR 445/2000 e al CAD, e successive modificazioni. 

La firma digitale è l’equivalente informatico di una tradizionale firma apposta su carta (art. 23, comma 2, T.U.  445/2000).

Come i documenti anagrafici cartacei, anche la CNS ha una validità temporale al di fuori della quale risulterà scaduta. E nel caso di firma digitale, il documento sottoscritto dopo la scadenza non ha validità giuridica.

Come richiedere la CNS con firma digitale

Il rilascio del dispositivo CNS richiede il riconoscimento della persona fisica richiedente. In base alla modalità di riconoscimento sono disponibili le seguenti modalità di rilascio:

Allo sportello - L'utente è riconosciuto de-visu allo sportello (l'operatore accerta la corrispondenza dell'identità attraverso i documenti anagrafici) e rilascia immediatamente il dispositivo digitale. Il servizio è disponibile esclusivamente su appuntamento con la preventiva prenotazione online del ticket di accesso e  il pagamento pagoPA dei diritti di segreteria (€ 70,00). 

Da remoto - L'utente è riconosciuto a distanza via webcam, tramite appuntamemento con un operatore, oppure automaticamente usando un identità SPID livello 2, oppure usando una CNS dell'utente ancora valida. Il dispositivo digitale viene prodotto successivamente con spedizione al domicilio (max 10 giorni lavorativi) ovvero reso disponibile per il successivo ritiro allo sportello della Camera di commercio.
 

RICORDA - Se la CNS è prossima alla scadenza dei tre anni, puoi rinnovarla solo online al costo di € 7. Se invece è prossima alla scadenza dei sei anni, invece di recarti allo sportello, su appuntamento, puoi chiedere il rilascio da remoto di un nuovo dispositivo utilizzando la modalità di rilascio remoto con CNS.

Avvertenze generali sul servizio di rilascio

  • Premessa: le Camere di commercio sono enti pubblici dotate di autonomia funzionale che svolgono, nell’ambito della circoscrizione territoriale di competenza, e sulla base del principio di sussidiarietà, funzioni di interesse generale per il sistema delle imprese. Tuttavia, si sottolinea come l'offerta di servizio della Camera di commercio di Torino, seppur nel rispetto della normativa di riferimento, ha caratteristiche e modalità organizzative proprie, che quindi possono differire da quelle di altri enti del sistema camerale o da quella pubblicizzata sul sito dal certificatore di riferimento, InfoCamere. 

Pertanto, la Camera di commercio di Torino rilascia i dispositivi CNS con firma digitale esclusivamente nel formato token usb wireless (Digital DNA key); non rilascia la CNS standard nel formato smart card nè il servizio di firma remota.

  • La Camera di commercio di Torino rilascia la CNS a:
    • persone fisiche maggiorenni, cittadini stranieri maggiorenni in possesso del codice fiscale italiano e residenti/domiciliati nel territorio provinciale;
    • persone fisiche residenti in altra provincia ma che ricoprono la carica di legale rappresentante di impresa iscritta nel Registro Imprese di Torino.
  • ll dispositivo CNS è strettamente personale ed è rilasciato a fronte dell'accertamento dell'identità del richiedente. Non è ammessa alcuna delega.
  • Il richiedente può richiedere più di un dispositivo CNS. Nel caso di persona legale rappresentante/socio di più imprese, il titolare può utilizzare una sola CNS per tutte le imprese.
     
  • ​Il rilascio della CNS è un contratto di servizio fra il richiedente, il gestore dell'identità digitale (InfoCamere) e la Camera di commercio, con specifiche responsabilità civili e penali. Verifica qui le condizioni generali di servizio.
     
  • Il richiedente è tenuto a fornire dati anagrafici afferenti la propria persona, corretti e veritieri. In caso contrario sono previste specifiche sanzioni penali (art.495 bis CP). 
     
  • Il rilascio e l'utilizzo della CNS necessita obbligatoriamente di specifiche tecnologie informatiche aggiornate.  Verifica qui i requisiti hw e sw minimi e le guide per l'uso. 
     
  • Il riconoscimento de-visu allo sportello della persona fisica richiedente la CNS richiede obbligatoriamente: carta identità o Carta Identità Elettronica o patente guida italiana o passaporto; tessera sanitaria italiana ovvero tessera del codice fiscale (no fotocopie); possesso di dispositivo mobile con servizio SMS europeo personale e email (no PEC) personale da consultare davanti all'operatore.
     
  • Il rilascio del dispositivo CNS richiede il preventivo pagamento dei diritti di segreteria fissati per legge con pagoPA: non sono ammesse altre modalità di pagamento ( bonifici, bollettini ccp, contante).
     
  • Il costo di rilascio della CNS è un diritto di segreteria senza IVA esposta: non vi è quindi emissione di fattura e la ricevuta di pagamento pagaPA è l'unica disponibile.
  • ATTENZIONE Le condizioni contrattuali prevedono espressamente che il contratto di servizio CNS non beneficia della clausola di ripensamento del Codice del consumo: cioè, una volta effettuata la produzione dei certificati digitali associati all'anagrafica del richiedente, non è possibile esercitare il diritto di recesso e quindi non è possibile ottenere alcun rimborso.
  • Si inviata alla massima attenzione nell'uso dei codici PIN/PUK: se nel tentativo di sblocco PIN digitando per tre volte il PUK errato, il dispositivo CNS è irrimediabilmente inutilizzabile. Occorre effettuare un nuovo rilascio a costo standard e senza alcuna possibilità di ottenere il rimborso della CNS bloccata.
  • In caso di malfunzionamento della CNS, e nei primi due anni dal rilascio, è possibile ottenere la sostituzione in garanzia esclusivamente a fronte delle email dell'assistenza InfoCamere che certifica la necessità di sostituzione. Non sono accettate semplici riferimenti verbali di telefonate con l'assistenza.

Cambio di Certification Authority di riferimento

Dal 16 marzo 2021 la Camera di commercio di Torino opera in qualità di Autorità di Registrazione per conto della Certification Authority InfoCamere, società informatica del sistema camerale.

Nell'erogare il servizio di rilascio della Firma Digitale/CNS, questo ente fa riferimento ai seguenti Manuali operativi (https://id.infocamere.it/infocamere/documentazione/manuali_operativi)

Per i dispositivi rilasciati fino al 15 marzo 2021, la Camera di commercio si avvaleva della Certification Authority Infocert, i cui manuali operativi sono disponibili al seguente link https://card.infocamere.it/infocard/pub/manuali-e-docs-inforcert-guide_8986

Per i servizi di revoca, sospensione, riattivazione e cambio email dei certificati InfoCert vai a questo link.

Condividi su:
Stampa:

Aggiornato il: 22/11/2022 - 00:23

A chi rivolgersi

Servizio CNS

Via San Francesco da Paola 24, 10123 Torino 

011 571 6250

lunedì - venerdì, 9.00 - 11.00. Risponditore automatico nelle altre fasce orarie.

cns@to.legalmail.camcom.it (accetta anche la posta elettronica ordinaria)