Approfondimenti CNS

La Carta Nazionale dei Servizi è lo strumento ideale per fruire dei servizi in rete erogati dalla Pubblica Amministrazione

In questa sezione sono riportate informazioni utili a conoscere meglio la CNS: caratteristiche tecniche, ambiti di utilizzo, normativa.

Novità
Il Digital DNA key è il dispositivo digitale CNS di ultima generazione delle Camere di Commercio per gestire in totale autonomia, libertà e sicurezza l'identità digitale del titolare. E' utilizzabile sia in modalità wireless con smartphone e tablet, sia su PC desktop/notebook attraverso la porta USB senza dover installare alcun software. Scopri la nuova CNS token wireless DigitalDNA Key

La CNS in breve

La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è un dispositivo digitale (nel formato smart card o nel formato token wireless/usb) nel quale è inserito un microchip contenente un certificato digitale di autenticazione che consente l’identificazione certa del titolare in rete, assicurando l’autenticità delle informazioni. Nel mondo digitale, è l'equivalente della carta d'identità.

La CNS rappresenta, quindi, lo strumento ideale per fruire dei servizi in rete erogati dalla Pubblica Amministrazione: cittadini ed imprese possono dialogare, da casa o dall’ufficio, con la Pubblica Amministrazione per ottenere documenti, servizi ed informazioni, evitando così di imbattersi in lunghe code agli sportelli pubblici.

Inoltre, la CNS è utile non solo negli adempimenti verso la Pubblica Amministrazione, ma anche nelle diverse attività interaziendali di scambio sicuro di documenti e di commercio elettronico.

CNS e firma digitale

La CNS della Camera di commercio di Torino, è un dispositivo che offre anche lla funzionalità di firma digitale; cioè, nel supporto fisico (smart card o token usb/wireless) è inserito anche un certificato di sottoscrizione (firma digitale) conforme al DPR 445/2000 e successive modificazioni.
La firma digitale è l’equivalente informatico di una tradizionale firma apposta su carta (art. 23, comma 2, T.U.  445/2000)

Con la firma digitale è possibile:

  • la sottoscrizione di un documento informatico
  • la verifica, da parte del destinatario, dell’identità di chi firma
  • la sicurezza della provenienza del documento
  • la certezza che l’informazione contenuta nel documento non è stata alterata

CNS e servizi gratuiti

Attraverso la CNS, la Camera di commercio di Torino offre alle imprese (ai relativi titolari/legali rappresentanti) i seguenti servizi gratuiti legati alla propria posizione nel Registro delle Imprese:

  • Visura ordinaria, storica ed artigiana
  • Modello di dichiarazione sostitutiva del certificato R.I.
  • Statuti, atti e bilanci depositati
  • Situazione dei pagamenti del diritto annuale
  • Stato pratiche R.I. (trasparenza amministrativa).
  • e altro ancora

Chi può richiedere la CNS

Le persone fisiche che rivestono il ruolo di titolare/legale rappresentante dell'impresa si devono dotare di un certificato digitale per l'autenticazione online e un certificato di firma digitale per poter adempiere agli obblighi normativi; cioè  l'obbligo (per l'impresa) di sottoscrivere con firma digitale e inviare per via telematica le denunce e le domande da presentare al Registro delle Imprese.

La CNS può essere richiesta anche da tutti i cittadini italiani maggiorenni, ovvero persone dotate di permesso di soggiorno e che abbiano compiuto diciotto anni e siano in possesso di un codice fiscale italiano valido.

Identità digitale: CNS, FD, SPID e CIE

Ad oggi esistono diversi strumenti per rappresentare l'identità digitale di una persona fisica.  

  • CNS Carta Nazionale dei servizi
  • FD - Firma digitale
  • SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale
  • CIE - Carta d'Identità Elettronica

Sono solo in parte sovrapponibili sia per finalità che per caratteristiche tecnologiche. CNS, CIE e SPID consentono il riconoscimento online (autenticazione): CNS solo in ambito pubblica amministrazione.

La firma digitale serve per la sottoscrizione dei documenti informatici.

Riferimenti normativi

Di seguito i principali riferimenti normativi che regolano la CNS e la firma digitale

  • Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n.82 – Codice dell'amministrazione digitale come modificato dal Decreto Legislativo 4 aprile 2006, n. 159 e dal Decreto Legislativo 30 dicembre 2010, n.235 (nel seguito referenziato come CAD).

  • Decreto del Presidente della Repubblica 28 Dicembre 2000, n. 445 (nel seguito referenziato come TU).

  • Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 marzo 2009, Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 30 marzo 2009 - Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme digitali e validazione temporale dei documenti informatici.

  • Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali".

  • Decreto del Presidente della Repubblica 2 marzo 2004, n. 117.

  • Decreto interministeriale 9 dicembre 2004, Regole tecniche e di sicurezza relative alle tecnologie e ai materiali utilizzati per la produzione della Carta Nazionale dei Servizi.

  • Linee guida per l’emissione e l’utilizzo della Carta Nazionale dei Servizi”, Ufficio Standard e tecnologie d’identificazione, CNIPA, Versione 3.0, 15 maggio 2006.

  • Regolamento (UE) n.910/2014 - eIDAS, secondo cui “Una firma elettronica qualificata basata su un certificato qualificato rilasciato in uno Stato membro è riconosciuta quale firma elettronica qualificata in tutti gli altri Stati membri"

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
Average: 2.3 (4 votes)

Aggiornato il: 18/06/2021 - 00:29

A chi rivolgersi

Servizio CNS

Via San Francesco da Paola 24, 10123 Torino 
Gli sportelli ricevono esclusivamente su appuntamento con prenotazione on-line del ticket di accesso. Orario: dal lunedi al venerdi mattina, dalle 9.00 alle 12.15; mercoledì pomeriggio dalle 14.30 alle 15.45
011 5716250 (lunedì - venerdì, 9.00 - 11.00)

cns@to.legalmail.camcom.it (riceve anche la posta elettronica ordinaria)