Incentivi per brevetti, marchi e disegni


Banner Incentivi per brevetti, marchi e disegni

I bandi e gli incentivi per la valorizzazione di brevetti, marchi, disegni e per il trasferimento tecnologico delle attività di R&S

NOVITÀ

Si segnala che è on line il portale del MISE incentivi.org.it dove è possibile scoprire le agevolazioni disponibili utilizzando diversi parametri di ricerca (dimensioni impresa, finalità e importo investimento, regione).

I bandi in materia di tutela della Proprietà intellettuale attualmente operativi sono:

È operativo il Fondo per le PMI (europa.eu)

Il Fondo per le PMI «Ideas Powered for business» è un regime di sovvenzioni concepito per aiutare le piccole e medie imprese (PMI) dell’UE a proteggere i loro diritti di Proprietà intellettuale (PI). Il Fondo per le PMI è un’iniziativa della Commissione europea attuata dall’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale (EUIPO) ed è attivo dal 22 gennaio 2024 al 6 dicembre 2024 (salvo esaurimento fondi).  

I fondi sono limitati e disponibili secondo il principio «primo arrivato, primo servito».  
Il Fondo per le PMI è un programma di rimborso a favore delle PMI con sede nell’Unione europea che emette voucher utilizzabili per coprire in parte le tasse relative alle attività selezionate.   
A seconda dell’attività che si intende svolgere, sono disponibili diversi tipi di voucher:  

Per marchi, disegni e modelli:

  • rimborso del 75% sulle tasse per le domande di marchi e/o di disegni o modelli dell’UE, sulle tasse per le classi aggiuntive e sulle tasse per l’esame, la registrazione, la pubblicazione e il differimento della pubblicazione;
  • rimborso del 75% sulle tasse nazionali o regionali per le domande di marchi e/o di disegni o modelli, sulle tasse per le classi aggiuntive e sulle tasse per l’esame, la registrazione, la pubblicazione e il differimento della pubblicazione;
  • rimborso del 50% sulle tasse di base per le domande di marchi e/o di disegni o modelli, sulle tasse di designazione e sulle tasse di designazione successiva al di fuori dell’UE. Le tasse di designazione per i paesi dell’UE sono incluse nel regime del Fondo per le PMI del 2024. Le tasse di gestione applicate dall’ufficio di origine sono escluse.


Per i brevetti:

  • rimborso del 75% sulle tasse per una «relazione di ricerca di anteriorità». La relazione, preliminare alla presentazione di una domanda di brevetto, è svolta a livello mondiale e deve essere realizzata o coordinata dall’ufficio di PI nazionale di uno Stato membro dell’UE e/o dall’Istituto dei brevetti di Visegrad. Contattare l’ufficio nazionale di PI per sapere quali procedure si applicano nel proprio paese;
  • rimborso del 75% sulle tasse per la fase precedente alla concessione dei brevetti (deposito, ricerca ed esame), per la concessione e per la pubblicazione per la protezione nazionale in uno Stato membro dell’UE;
  • rimborso del 75% sulle tasse di deposito e ricerca dei brevetti europei depositati presso l’Ufficio europeo dei brevetti (UEB). Sono escluse tutte le altre tasse relative a un brevetto europeo;
  • rimborso del 50% delle spese legali per la redazione e il deposito delle domande di brevetti europei, per un importo massimo di 2 000 EUR a seconda della spesa applicabile a livello nazionale per tali servizi. Il rimborso è soggetto alle seguenti condizioni:
    • il servizio riguarda la redazione e il deposito di una domanda di brevetto europeo;
    • il servizio è stato fornito da un mandatario abilitato, da un avvocato o da un’associazione di mandatari abilitati con sede nell’UE e iscritti nell’elenco ufficiale dell’UEB.
    • La richiesta di rimborso deve essere presentata online entro i termini stabiliti.

Sono escluse tutte le altre tasse relative a un brevetto europeo.

Per la privativa comunitaria per ritrovati vegetali:

  • rimborso del 75% sulle tasse di domanda online e sulle tasse di esame per la privativa comunitaria per le varietà vegetali (a livello UE).

L’importo massimo rimborsabile per PMI è:

  • 1.000,00 EUR per le attività relative a marchi, disegni e modelli;
  • 3.500,00 EUR per le attività relative ai brevetti;
  • 1.500,00 EUR per le domande online di privativa comunitaria per ritrovati vegetali.

Per ogni informazione e per accedere ai voucher messi a disposizione: Fondo per le PMI (europa.eu)  
EUIPO ha presentato il Fondo PMI 2024 in un webinar che si è tenuto lo scorso 06 febbraio 2024.  
È possibile scaricare le slide presentate durante l'incontro e anche guardare la videoregistrazione dell'incontro.  

 

Fondo Salvaguardia Imprese a favore di marchi storici e imprese di rilevanza strategica

A partire dalle ore 12 del 2 febbraio 2021 possono essere presentate allo sportello online dedicato le domande di accesso al Fondo Salvaguardia Imprese, che acquisisce partecipazioni dirette di minoranza nel capitale di rischio di imprese in difficoltà economico-finanziaria.

Le aziende che si candidano dovranno proporre un piano di ristrutturazione per garantire la continuità di impresa e salvaguardare l’occupazione, attivando capitali a sostegno dell’attuazione del piano stesso.

Il Fondo è stato istituito con una dotazione di 300 milioni di euro per trovare soluzioni alle crisi aziendali attraverso nuovi processi di ristrutturazione e fronteggiare le conseguenze del Covid sul tessuto produttivo del Paese.

La gestione della misura è affidata a Invitalia, che effettua l’operazione di investimento unitamente e contestualmente a:

  • investitori privati indipendenti che apportino almeno il 30% delle risorse previste (nel caso di operazioni a favore di imprese in difficoltà non ai sensi degli orientamenti comunitari);
  • all’impresa proponente e/o ad altri investitori che garantiscano un contributo proprio pari ad almeno il 25% per le piccole imprese, 40% medie imprese e 50% grandi imprese (nel caso di operazioni a favore di imprese in difficoltà ai sensi degli orientamenti comunitari).

L’intervento complessivo per ogni singola operazione non potrà superare i 10 milioni di euro. La durata della partecipazione sarà di 5 anni con condizioni per l’exit definite già nell’operazione di investimento.

Le imprese che intendono richiedere l'accesso al Fondo devono aver prioritariamente avviato un confronto presso la struttura per la crisi d’impresa del Ministero dello Sviluppo economico, soddisfacendo inoltre almeno una delle seguenti condizioni:

  • essere titolari di marchi storici di interesse nazionale;
  • essere società di capitali con numero di dipendenti superiore a 250;
  • detenere beni e rapporti di rilevanza strategica per l’interesse nazionale, indipendentemente dal numero degli occupati.

 Per ulteriori informazioni: https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/rafforziamo-le-imprese/fondo-salvaguardia-imprese

32 milioni di euro per i bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi+ del 2023 --> BANDI CHIUSI

La Direzione Generale per la Tutela della Proprietà Industriale- Ufficio Italiano Brevetti e Marchi ha riaperto i bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi, così come previsto dalle Linee di intervento strategiche sulla proprietà industriale per il triennio 2021-2023 adottate con il D.M 23 giugno 2021.

Le nuove versioni dei bandi, pur contenendo alcune novità introdotte da nuove disposizioni legislative, vanno in continuità con quelli dell’anno precedente e fissano anche la data di apertura degli sportelli.

I tre bandi sono stati chiusi.

In favore delle tre misure, con il Decreto direttoriale 16 giugno 2023 sono stati messi a disposizione per l’anno 2023 nel complesso 32 milioni di euro, di cui 20 milioni per Brevetti+10 milioni di euro per Disegni+ e 2 milioni di euro per Marchi+.

Di seguito sono scaricabili le versioni integrali dei tre bandi:

Bando 2023 Brevetti +

Bando 2023 Disegni +

Bando 2023 Marchi + 

 

Condividi su:
Stampa:
Ultima modifica
Mercoledì, Maggio 22, 2024 - 16:06

Aggiornato il: Mercoledì, Maggio 22, 2024 - 16:06

A chi rivolgersi

Innovazione e bandi

Via San Francesco da Paola, 24 -10123 Torino - Terzo piano
 

Innovazione/Sportello APRE: 011 571 6321 / 6322 / 6323 / 6325 / 6326
PID Punto Impresa Digitale: 011 571 6320 / 6340 / 6321
Brevetti e marchi: 011 571 6397 / 6939/ 6996
Sportello Tutela Proprietà Industriale: 011 571 6930
Centro Patlib e lotta alla contraffazione: 011 571 6996 / 6930

Innovazione/Sportello APRE: innovazione@to.camcom.it
PID Punto Impresa Digitale: pid.torino@to.camcom.it
Brevetti e marchi: brevetti.marchi@to.camcom.it
Centro Patlib: patlib@to.camcom.it
Sportello Tutela Proprietà Industriale: sportello.tpi@to.camcom.it
Ti potrebbe interessare anche