Finanziamenti per la digitalizzazione


immagine

Finanziamenti e bandi relativi a digitalizzazione, processi e tecnologie 4.0

 

  • Transizione 4.0  è il piano nazionale che prevede una serie di agevolazioni, sotto forma di crediti di imposta, per supportare le imprese italiane che investono in: beni strumentali tecnologicamente avanzati (materiali o immateriali); ricerca e sviluppo; innovazione tecnologica; design e ideazione estetica. Per saperne di più, consulta le schede pratiche e le FAQ disponibili sul portale nazionale dei PID la sezione dedicata al piano del sito del Ministero delle Imprese e del Made in Italy. Ai crediti di imposta si affiancano le agevolazioni (sotto forma di contributi in conto interessi) previste dalla "Nuova Sabatini", che sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.  Scopri di più sul sito del Ministero delle Imprese e del Made in Italy.
     
  • Digitalizzazione ed efficientamento sostenibile delle imprese (PR FESR Piemonte 2021-2027). I progetti dovranno avere un importo minimo di 50.000 euro per le micro e piccole imprese, 100.000 euro per le medie imprese, 250.000 euro per le imprese a media capitalizzazione. Le spese potranno coprire costi per acquisto di macchinari e attrezzature, installazione e posa in opera degli impianti, diritti di proprietà intellettuale, progettazione e sviluppo. Scadenza per la presentazione delle domande prorogata al 31/07/2024.
     
  • Bando Camera di commercio di Torino "Design calling digitale e sostenibile 2023-2024", per stimolare l’innovazione design-based all’interno delle MPMI della provincia di Torino, legata alla transizione digitale e sostenibile, tramite attività di formazione, coaching ed erogazione di contributi a fondo perduto per progetti realizzati in collaborazione con designer o studi di progettazione presenti sulla piattaforma www.asktodesign.it. Domande dal 5 al 28 febbraio 2024.
     
  • Bando HST - Human Science and Technologies: l'Università di Torino, grazie al contributo del Punto Impresa Digitale della Camera di commercio di Torino, ha pubblicato il secondo bando HST (Human Science and Technologies), volto a favorire sperimentazioni congiunte sull’analisi del comportamento umano, finalizzate allo sviluppo di servizi e prodotti, tra imprese e uno o più gruppi di ricerca dell'Università di Torino - Infrastruttura di ricerca HST. Scadenza per la presentazione dei progetti: 5 aprile 2024.
     
  • Bonus Export Digitale Plus è l’incentivo di Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Agenzia ICE, che sostiene le micro e piccole imprese manifatturiere, nelle attività di internazionalizzazione, attraverso l'acquisizione di soluzioni digitali per l'export. Le imprese potranno usufruire di finanziamenti dedicati allo sviluppo dell'export per:
    - 10.000 euro per micro e piccole imprese italiane manifatturiere, a fronte di una spesa di 12.500 euro (al netto dell'IVA);
    - 22.500 euro per reti e consorzi, a fronte di spese non inferiori a 25.000 euro 
    Scadenza: 12 aprile 2024.
     
  • Bando Interreg-Alcotra per la selezione di "Microprogetti": bando, rivolto anche alle MPMI, per progetti di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia con un volume finanziario limitato, compreso tra 25.000 e 75.000 euro, aperto su due ambiti tematici («Digitale»  e «Ambiente» ), con l'obiettivo di cogliere i vantaggi della digitalizzazione a beneficio soprattutto delle imprese e dei cittadini. Durata massima dei progetti è fissata a 18 mesi, contributi fino al 100% delle spese ammissibili. Disponibile on-line il webinar di presentazione del bando dello scorso 7 novembre. Scadenza 05/03/2024.
     
  • CTENext Call4 Testing "Next Society" - La call è rivolta a start-up o PMI che intendono co-sviluppare e sperimentare, in condizioni reali, soluzioni innovative che utilizzino il 5G e almeno una tecnologia emergente (AI, Blockchain e IoT) per la comunità urbana, in ottica smart city. I principali ambiti di interesse sono: Cultura, Turismo, Eventi ed Education; Ambiente e gestione del territorio; Altri servizi urbani innovativi ad impatto sociale e/o ambientale. Previsto un contributo fino al 70% delle spese ammissibili incorse nell'attività dimostrativa, per un valore massimo di €70.000. Scadenza: 14/03/2024
        
  • Nell'ambito del Fondo 394 gestito da SIMEST, sono disponibili - tra gli altri - incentivi per : 
    - Transizione Digitale o Ecologica: finanziamento dedicato alle imprese che intendano effettuare investimenti per l’innovazione digitale o per la transizione ecologica nonché investimenti produttivi generici per il rafforzamento della solidità patrimoniale, a beneficio della loro competitività sui mercati internazionali
    - Certificazioni e Consulenze: finanziamento riservato alle imprese che intendano realizzare progetti di internazionalizzazione, innovazione tecnologica, digitale o ecologica, tramite il supporto esclusivo di società di consulenza, od ottenere certificazioni di prodotto, brevetti, per la tutela di diritti di proprietà intellettuale, di certificazioni di sostenibilità e innovazione tecnologica
    - E-commerce: finanziamento per le imprese che intendano sviluppare il proprio commercio elettronico in Paesi esteri per beni e servizi prodotti in Italia o con marchio italiano, attraverso la creazione o il miglioramento di una piattaforma propria, o di un proprio spazio dedicato su una piattaforma di terzi
    Apertura domande dal 27/07/2023. 
     
  • Bando Regione Piemonte a sostegno delle micro, piccole e medie imprese agricole piemontesi e delle loro cooperative e associazioni, per l’ammodernamento dei macchinari agricoli che permettono l’introduzione di tecniche di agricoltura di precisione. Scadenza: 21 marzo 2024. Scopri di più.
      
  • Credito d’imposta per le imprese agricole e agroalimentari (bonus agricoltura). Le imprese agricole e agroalimentari che realizzano investimenti per la realizzazione o l’ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico possono usufruire di un credito d’imposta, pari al 40 per cento (con un limite di 50.000 euro per le PMI e di 50.000 per le grandi imprese). Sono agevolabili anche le spese per attività e progetti legati all’incremento delle esportazioni. I soggetti coinvolti sono le reti di imprese agricole e agroalimentari (costituite ai sensi dell’articolo 3 del Dl n. 5/2009), anche costituite in forma cooperativa o riunite in consorzi o aderenti ai disciplinari delle "strade del vino". Per fruire del bonus occorre comunicare all'Agenzia delle Entrate, tramite i canali telematici dell’Agenzia, l’ammontare delle spese sostenute in ogni periodo d’imposta dal 2021 al 2023.  Scopri di più sul sito dell'Agenzia delle Entrate
     
  • Bando MISE "Digital Transformation" , per sostenere la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle MPMI attraverso la realizzazione di progetti diretti all'implementazione delle tecnologie abilitanti individuate nel Piano Nazionale Impresa 4.0 nonché di altre tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera. Le agevolazioni sono concesse sulla base di una percentuale delle spese ammissibili (che devono essere comprese tra 50.000 e 500.000 euro) pari al 50 %, di cui10 % sotto forma di contributo e 40 % come finanziamento agevolato). Scopri di più sul sito INVITALIA 
Condividi su:
Stampa:
Ultima modifica
Mercoledì, Febbraio 21, 2024 - 15:48

Aggiornato il: Mercoledì, Febbraio 21, 2024 - 15:48

A chi rivolgersi