Finanziamenti per la digitalizzazione

Finanziamenti e bandi relativi a digitalizzazione, processi e tecnologie 4.0

 

  • Transizione 4.0 (già "Industria 4.0") è il piano nazionale che prevede una serie di agevolazioni, sotto forma di crediti di imposta, per supportare le imprese italiane che investono in: beni strumentali (materiali o immateriali); ricerca e sviluppo; innovazione tecnologica; design e ideazione estetica; formazione "4.0". Per saperne di più, consulta le schede pratiche e le FAQ disponibili sul portale nazionale dei PID la sezione dedicata al piano del sito MISE .  Ai crediti di imposta si affiancano le agevolazioni (sotto forma di contributi in conto interessi) previste dalla "Nuova Sabatini", che sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali: scopri di più sul sito MISE.

  • Bonus Export Digitale  - contributo a fondo perduto di Ministero Esteri / ICE (gestito da Invitalia) per sostenere le microimprese manifatturiere nelle attività di internazionalizzazione, attraverso soluzioni digitali - Scopri di più sul sito Invitalia 

  • Voucher connettività per le micro, piccole e medie  imprese e i professionisti presenti su tutto il territorio nazionale, che potranno richiedere un contributo, da un minimo di  300 euro ad un massimo di 2.500 euro, per servizi di connettività a banda ultralarga da 30 Mbit/s ad 1 Gbit/s. Le imprese e i professionisti interessati potranno richiedere il voucher ad uno qualunque degli operatori accreditati, dal 01/03/22 fino a esaurimento risorse e comunque non oltre il 15/12/22. Scopri di più sul sito MISE . 

  • Transizione digitale delle attività culturali e ricreative - incentivo per favorire la transizione digitale delle micro e piccole imprese, enti del terzosettore e organizzazioni profit e no profit, che operano nel settore culturale e creativo. Domande dal 03/11/2022 fino al 01/02/2023. Scopri di più sul sito Invitalia 

  • Incentivi MISE  per investimenti sostenibili 4.0: a partire dal 18 maggio 2022, fino a esaurimento delle risorse disponibili, le micro, piccole e medie imprese italiane (attività manifatturiere o di servizi alle imprese) potranno richiedere contributi, fino a un massimo del 35 % delle spese ammissibili (25% se medie imprese), per realizzare investimenti innovativi (di importo compreso tra 1 e 3 Milioni di Euro) legati a tecnologie 4.0, economia circolare e risparmio energetico, al fine di favorire la trasformazione digitale e sostenibile di attività manifatturiere. Scopri di più sul sito MISE 

  • Credito d’imposta per le imprese agricole e agroalimentari (bonus agricoltura). Le imprese agricole e agroalimentari che realizzano investimenti per la realizzazione o l’ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico possono usufruire di un credito d’imposta, pari al 40 per cento (con un limite di 50.000 euro per le PMI e di 50.000 per le grandi imprese). Sono agevolabili anche le spese per attività e progetti legati all’incremento delle esportazioni. I soggetti coinvolti sono le reti di imprese agricole e agroalimentari (costituite ai sensi dell’articolo 3 del Dl n. 5/2009), anche costituite in forma cooperativa o riunite in consorzi o aderenti ai disciplinari delle "strade del vino". Per fruire del bonus occorre comunicare all'Agenzia delle Entrate, tramite i canali telematici dell’Agenzia, l’ammontare delle spese sostenute in ogni periodo d’imposta dal 2021 al 2023. Per le spese realizzate nel 2021, la comunicazione va inviata dal 20 settembre al 20 ottobre 2022.  Scopri di più sul sito dell'Agenzia delle Entrate

  • Bando MISE "Digital Transformation" , per sostenere la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle MPMI attraverso la realizzazione di progetti diretti all'implementazione delle tecnologie abilitanti individuate nel Piano Nazionale Impresa 4.0 nonché di altre tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera. Le agevolazioni sono concesse sulla base di una percentuale delle spese ammissibili pari al 50 % (10 % sotto forma di contributo, 40 % come finanziamento agevolato). Presentazione domande a partire dal 15/12/2020. Scopri di più sul  SITO MISE  e sul sito INVITALIA 

Condividi su:
Stampa:

Aggiornato il: 17/11/2022 - 15:41

A chi rivolgersi