Voucher camerali per la digitalizzazione

La Camera di commercio di Torino mette a disposizione fondi per le micro, piccole e medie imprese (MPMI) della provincia di Torino, sotto forma di voucher per favorire l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali 4.0

Nel quadro del "Piano nazionale Impresa 4.0", i PID - Punti Impresa Digitale - delle Camere di commercio mettono a disposizione - per il triennio 2017-2019 - dei voucher digitali per sostenere economicamente iniziative di digitalizzazione delle imprese, legate alle tecnologie 4.0 del citato Piano. I voucher sono erogati attraverso appositi Bandi annuali pubblicati dalle singole Camere di commercio.

La Camera di commercio di Torino ha approvato, con Deliberazione di Giunta nr. 69 del 01/04/2019, il bando "Voucher digitali I4.0 2019", con uno stanziamento di 569.192 Euro.
Si sono invece già chiuse le procedure per le assegnazioni dei voucher relativi ai bandi 2017 e 2018 (a fondo pagina è possibile scaricare, per i bandi chiusi, gli elenchi delle imprese ammesse e non ammesse al contributo e le modalità per l'invio della rendicontazione delle spese).

Il bando “Voucher digitali I4.0” -  Anno 2019

Obiettivi del bando

  • stimolare la domanda, da parte delle imprese del territorio, di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I4.0
  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0

Beneficiari

Possono presentare domanda le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese (in breve MPMI), così come definite dall’Allegato I al Regolamento UE nr. 651/2014, di qualunque settore, aventi sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Torino e in possesso dei requisiti previsti dal bando (v. in particolare art 5 del Bando).
È ammessa per ciascuna impresa una sola richiesta di voucher.
NB: per essere considerate ammissibili, le richieste di voucher presentate dalle imprese dovranno necessariamente essere inserite all'interno di "progetti aggregati", condivisi da più imprese partecipanti e coordinati da un soggetto proponente (v. oltre, "Tipologie di intervento") .

Spese ammissibili

Gli interventi dovranno essere riconducibili a servizi di consulenza e formazione focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali, in attuazione della strategia "Impresa 4.0" (v. art. 3 del bando per l’elenco delle tecnologie considerate ammissibili).
Saranno ammissibili le spese sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda fino al 180° giorno successivo alla data di approvazione della Determinazione di approvazione delle graduatorie delle domande ammesse a contributo.

Tipo ed entità dell'agevolazione

I contributi  verranno erogati sotto forma di voucher a copertura di una percentuale del 60% dei costi ammissibili. Tale percentuale è ridotta al 50% nel caso dei servizi di consulenza, qualora l’importo totale degli aiuti per servizi di consulenza in materia di innovazione superi 200.000 € per beneficiario nell’arco di tre anni (v. art. 4 del bando).
In ogni caso, l’importo massimo del voucher ottenibile non potrà superare l’importo di € 10.000, a cui si possono aggiungere ulteriori € 250 per le imprese in possesso del rating di legalità.
L’investimento minimo complessivo dovrà essere pari ad almeno € 5.000 a copertura delle spese sostenute (al netto di IVA).

Tipologie di intervento

È esclusivamente prevista la presentazione di domande afferenti a PROGETTI  AGGREGATI, condivisi da più imprese partecipanti (minimo 4 – massimo 20) riunite in un macro progetto predisposto e presentato da un unico soggetto proponente.

Chi può essere soggetto proponente? (v. art. 7 del bando per ulteriori informazioni)

  • DIH-Digital Innovation Hub ed EDI-Ecosistema Digitale per l'Innovazione
  • centri di ricerca e trasferimento tecnologico, Competence center, parchi scientifici e tecnologici, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici…
  • incubatori certificati e incubatori regionali accreditati
  • Fablab
  • centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0.

Che cosa fa il soggetto proponente?

  • definisce gli obiettivi del progetto e aggrega le imprese
  • individua il “Responsabile Tecnico”del progetto (che può coincidere con lo stesso soggetto proponente), che coordina le attività di sviluppo del progetto, e gli altri eventuali fornitori

Ogni soggetto proponente potrà presentare fino ad un massimo di 7 progetti.

Formazione della graduatoria

È prevista una procedura valutativa a graduatoria, secondo il punteggio assegnato a ciascun progetto, in base a criteri di valutazione prestabiliti (specificati dall’art. 12 del  bando), da un apposito Nucleo di valutazione

Presentazione delle domande

È fortemente consigliata, prima della presentazione della domanda, la compilazione del self assessment  (SELFI 4.0) per verificare il proprio grado di maturità digitale e indirizzare al meglio la propria richiesta di voucher tra le tecnologie previste dal Bando.

Le domande , firmate digitalmente, dovranno essere inviate esclusivamente in modalità telematica tramite la piattaforma Web Telemaco http://webtelemaco.infocamere.it   - Servizi e-gov - Contributi alle imprese, dal 10 APRILE 2019 (ore 10:00) fino al 15 LUGLIO 2019 (ore 17:00).
ATTENZIONE: per completare la registrazione al sistema Webtelemaco, la società InfoCamere S.c.p.a impiega fino a 2 giorni lavorativi: si consiglia di tenere conto di questo tempo operativo e di non avviare pertanto la procedura di registrazione in data prossima alla scadenza del bando.

Le istruzioni per l'invio della pratica telematica sono disponibili, sempre su questa stessa pagina, sotto la voce “ALLEGATI”.

Dovranno essere allegati i seguenti documenti (tutti i Moduli sono disponibili su questa stessa pagina, sotto la voce “ALLEGATI”):

1) Modello Base generato dal sistema webtelemaco, che dovrà essere firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa o dal soggetto delegato

2) Allegati al Modello Base

  • "Modulo di domanda” (Modulo P.01/19) firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa richiedente
  • Scheda Progetto” (Modulo P.02/19), sottoscritta digitalmente dal Legale rappresentante del soggetto proponente"
  • Dichiarazione del Responsabile tecnico di possesso dei requisiti” (Modulo P.03/19), sottoscritta digitalmente dal Legale rappresentante del Responsabile Tecnico

ALLEGATI

Scarica il BANDO (PDF - 18 pagine, 647 Kb)

Scarica le FAQ relative al Bando (PDF - 4 pagine, 129 KB)

Scarica le istruzioni per la compilazione e invio della pratica tramite Webtelemaco (PDF - 4 pagine, 317 KB)

Moduli

CONTATTI - Le richieste di informazioni relative al bando possono inviate via mail a pid.torino@to.camcom.it  . Sarà fornita risposta alle domande pervenute entro il 12/07/2019. Le risposte relative a domande di interesse generale sono pubblicate nella presente pagina sotto forma di FAQ (v.sopra, paragrafo "ALLEGATI").

 

BANDI CHIUSI

Il bando “Voucher digitali I4.0” -  Anno 2018

L'elenco delle imprese ammesse (Bando 2018)

Con Determinazione del Segretario Generale nr. 195/A-SG  del 14/12/2018  sono stati approvati gli elenchi delle imprese ammessibili e non ammissibili al voucher relativo al bando 2018.

Successivamente, in seguito alla corretta registrazione degli aiuti individuali nel Registro Nazionale degli Aiuti di Stato (RNA), con Determinazione del Segretario Generale nr. 5/A-SG  dell'11/01/2019 è stato approvato l'elenco definitivo delle imprese ammissibili e finanziabili, completo di codici COR e CUP. 

Le spese possono essere sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda  fino al 180° giorno successivo alla data della Determinazione che ha approvato l'elenco definitivo delle imprese ammissibili , completo di codice COR, quindi fino al 10/07/2019.

Modalità per l'invio della rendicontazione (Bando 2018)

La rendicontazione deve essere inviata in modalità telematica tramite la piattaforma WebTelemaco (http://webtelemaco.infocamere.it ) - Servizi e-gov - Contributi alle imprese. Il termine ultimo per l'invio della rendicontazione è stato invece fissato, con Determinazione nr. 22/B-PT del 31/01/2019, al 26/07/2019 (h. 16).

Scarica le istruzioni  (file PDF) per la compilazione e l’invio della pratica telematica di rendicontazione

Per il calcolo del contributo richiesto, da inserire nella rendicontazione, è possibile avvalersi del seguente file .XLS

Dovranno essere allegati i seguenti documenti (tutti i Moduli sono disponibili su questa stessa pagina):

  • MODELLO BASE generato dal sistema webtelemaco, che dovrà essere firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa
  • Modulo “Rendicontazione” (P.05/18) compilato in ogni sua parte e firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa. Scarica il modulo in formato .ODT oppure in formato PDF compilabile
  • Modulo “Report Finale Intervento” (P.06/18), contenente la relazione finale di intervento e i risultati conseguiti dalle imprese partecipanti,  firmato digitalmente dal Legale Rappresentante del Responsabile Tecnico di progetto. Scarica il modulo in formato .ODT oppure in formato PDF compilabile
  • fatture o altri documenti di spesa da cui risulti l’attività di consulenza e/o formazione, attestanti il costo sostenuto dall’impresa per la realizzazione degli interventi;
  • copia dei pagamenti effettuati esclusivamente mediante transazioni bancarie verificabili (ri.ba., assegno, bonifico, ecc.)
  • solo nel caso di spese relative all’attività di formazione: dichiarazione di fine corso (relazione finale sulla formazione svolta) e documentazione idonea ad attestarne la frequenza (copia dell’attesto di frequenza per almeno l’80% del monte ore complessivo)

NB: TUTTI i documenti sopra indicati devono essere firmati digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa, con l’eccezione del “Report Finale Intervento” (P.06/18)” che deve essere firmato digitalmente dal Legale Rappresentante del Responsabile Tecnico di progetto. Il sistema Webtelemaco NON consente di allegare file non firmati digitalmente.

Si richiama infine l’attenzione sui seguenti articoli del Bando

ART. 9 - Spese ammissibili  (tipologie di spesa, importo, periodo di ammissibilità)
ART. 13 - Obblighi delle imprese beneficiarie del voucher
ART. 16 - Rendicontazione e liquidazione del voucher
ART 17 - Controlli
ART. 18 – Revoca del Voucher

Il bando e la modulistica (anno 2018)

Obiettivi del bando

  • stimolare la domanda, da parte delle imprese del territorio, di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I4.0
  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0

Beneficiari

Possono presentare domanda le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese (in breve MPMI), così come definite dall’Allegato I al Regolamento UE nr. 651/2014, di qualunque settore, aventi sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Torino e in possesso dei requisiti previsti dal bando (v. in particolare art 5 del Bando).
È ammessa per ciascuna impresa una sola richiesta di voucher (in casi presentazione di più domande, sarà considerata valida esclusivamente la prima pervenuta in ordine cronologico).
NB: per essere considerate ammissibili, le richieste di voucher presentate dalle imprese dovranno necessariamente essere inserite all'interno di "progetti aggregati", condivisi da più imprese partecipanti e coordinati da un soggetto proponente (v. oltre, "Tipologie di intervento") .

Azioni e contributi previsti

Gli interventi dovranno essere riconducibili a servizi di consulenza e percorsi formativi focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali, in attuazione della strategia "Impresa 4.0" (v. art. 3 del bando per l’elenco delle tecnologie considerate ammissibili).

Saranno ammissibili le spese sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda fino al 180° giorno successivo alla data di approvazione della Determinazione di approvazione delle graduatorie delle domande ammesse a contributo.
I contributi  verranno erogati sotto forma di voucher a copertura di una percentuale del 60% dei costi ammissibili. Tale percentuale è ridotta al 50% nel caso dei servizi di consulenza, qualora l’importo totale degli aiuti per servizi di consulenza in materia di innovazione superi 200.000 € per beneficiario nell’arco di tre anni (v. art. 4 del bando).
L’investimento minimo complessivo dovrà essere pari ad almeno € 5.000 a copertura delle spese sostenute (al netto di IVA).
In ogni caso, l’ importo massimo del voucher ottenibile non potrà superare l’importo di € 10.000, a cui si possono aggiungere ulteriori € 250 per le imprese in possesso del rating di legalità.

Tipologie di intervento

È esclusivamente prevista la presentazione di domande afferenti a PROGETTI  AGGREGATI, condivisi da più imprese partecipanti (minimo 4 – massimo 20) riunite in un macro progetto predisposto e presentato da un unico soggetto proponente.
Chi può essere soggetto proponente? (v. art. 7 del bando per ulteriori informazioni)

  • DIH-Digital Innovation Hub ed EDI-Ecosistema Digitale per l'Innovazione
  • centri di ricerca e trasferimento tecnologico, Competence center, parchi scientifici e tecnologici, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici…
  • incubatori certificati e incubatori regionali accreditati
  • FABLAB
  • centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0.

Che cosa fa il soggetto proponente?

  • definisce gli obiettivi del progetto e aggrega le imprese
  • individua il “fornitore principale del servizio di formazione/consulenza” (che può coincidere con lo stesso soggetto proponente), che coordina le attività di sviluppo del progetto, e gli altri eventuali fornitori

Ogni soggetto proponente potrà presentare fino ad un massimo di 7 progetti.

Formazione della graduatoria

È prevista una procedura valutativa a graduatoria, secondo il punteggio assegnato a ciascun progetto, in base a criteri di valutazione prestabiliti (specificati dall’art. 12 del  bando), da un’apposita commissione di valutazione

Presentazione delle domande

È fortemente consigliata, prima della presentazione della domanda, la compilazione del self assessment  per verificare il proprio grado di maturità digitale e indirizzare al meglio la proprio richiesta di voucher tra le tecnologie indicate.

Le domande , firmate digitalmente, dovranno essere inviate esclusivamente in modalità telematica tramite la piattaforma Web Telemaco http://webtelemaco.infocamere.it   - Servizi e-gov - Contributi alle imprese, dalle ore 9:00 del 10 LUGLIO 2018 alle ore 16:00 del 21 SETTEMBRE 2018. Si prega di notare che il bando non sarà disponibile sulla piattaforma Web Telemaco prima della data di apertura (10/07/2018).
ATTENZIONE: per completare la registrazione al sistema Webtelemaco, la società InfoCamere S.c.p.a impiega fino a 48 ore lavorative: si consiglia di tenere conto di questo tempo operativo e di non avviare pertanto la procedura di registrazione in data prossima alla scadenza del bando.

Le istruzioni per l'invio della pratica telematica sono disponibili sempre su questa stessa pagina, sotto la voce “ALLEGATI”.

Dovranno essere allegati i seguenti documenti (tutti i Moduli sono disponibili su questa stessa pagina, sotto la voce “ALLEGATI”):

1) Modello Base generato dal sistema, che dovrà essere firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa o dal soggetto delegato

2) Allegati al Modello Base

  • Modulo di domanda” (Modulo P.01/18) firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa richiedente
  • Scheda Progetto” (Modulo P.02/18), sottoscritta digitalmente dal Legale rappresentante del soggetto proponente
  • “Dichiarazione del Responsabile tecnico di possesso dei requisiti” (Modulo P.03/18), sottoscritta digitalmente dal Legale rappresentante del Responsabile Tecnico

ALLEGATI

Scarica il BANDO (17 pagine, 634Kb)

Scarica le Istruzioni per l'invio della pratica telematica (4 pagine, 294 Kb)

Scarica le FAQ (5 pagine, 144 Kb)

Moduli

CONTATTI - Le richieste di informazioni relative al bando possono inviate via mail a pid.torino@to.camcom.it . Sarà fornita risposta alle domande pervenute entro il 18/09/2018. Le risposte relative a domande di interesse generale saranno pubblicate nella presente pagina sotto forma di FAQ

 

Il bando “Voucher digitali I4.0” -  Anno 2017

La graduatoria delle imprese ammesse (bando 2017)

Con Determinazione nr. 111/A-SG del 08/06/2018 è stato approvato l’elenco delle imprese ammesse, comprensivo sia del codice COR che del CUP.

Scarica l'elenco delle imprese ammesse finanziabili, comprensivo dei codici COR e CUP.

Scarica l'elenco delle imprese non ammesse

MODALITÀ DI RENDICONTAZIONE (Bando 2017)

Si ricorda che tutte le spese devono essere sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda e fino al 180° giorno successivo alla data Determinazione di approvazione delle graduatorie, ossia il 05/12/2018.

La rendicontazione deve essere inviata, firmata digitalmente,  in modalità telematica tramite la piattaforma Web Telemaco (http://webtelemaco.infocamere.it  ) - Servizi e-gov - Contributi alle imprese entro il 28/12/2018 (ore 16)

Scarica le istruzioni (rev 1) per la compilazione e l’invio della pratica telematica di rendicontazione

Per il calcolo del contributo richiesto, da inserire nella rendicontazione, è possibile avvalersi del seguente file .XLS

Dovranno essere allegati i seguenti documenti (tutti i Moduli sono disponibili su questa stessa pagina):

  • MODELLO BASE generato dal sistema webtelemaco, che dovrà essere firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa o dal soggetto delegato
  • Modulo “Rendicontazione” (P.05/17 rev 2) compilato in ogni sua parte e firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa. Scarica il modulo in formato .ODT oppure in formato PDF compilabile
  • Modulo “Report Finale Intervento” (P.06/17 rev 1), contenente la relazione finale di intervento e i risultati conseguiti dalle imprese partecipanti,  firmato digitalmente dal Legale Rappresentante del Responsabile Tecnico di progetto. Scarica il modulo in formato .ODT oppure in formato PDF compilabile
  • copia delle fatture o altri documenti di spesa da cui risulti l’attività di consulenza e/o formazione, attestanti il costo sostenuto dall’impresa per la realizzazione degli interventi;
  • copia dei pagamenti effettuati esclusivamente mediante transazioni bancarie verificabili (ri.ba., assegno, bonifico, ecc.)
  • solo nel caso di spese relative all’attività di formazione: dichiarazione di fine corso (relazione finale sulla formazione svolta) e documentazione idonea ad attestarne la frequenza (copia dell’attesto di frequenza per almeno l’80% del monte ore complessivo)

NB: TUTTI i documenti sopra indicati devono essere firmati digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa o dall’intermediario che effettua l’invio, con l’eccezione del “Report Finale Intervento” (P.06/17)” che deve essere firmato digitalmente dal Legale Rappresentante del Responsabile Tecnico di progetto. Il sistema Webtelemaco NON consente di allegare file non firmati digitalmente.

Solo nel caso di pratiche inviate tramite intermediari (studi professionali, associazioni di categoria, ecc.) si ricorda che, in aggiunta alla documentazione prevista dal bando, devono essere inseriti anche:

  • il modulo di procura per l’invio telematico (P.07/17). Scarica il modulo in formato .ODT oppure in formato PDF compilabile
  • copia del documento di identità del legale rappresentante dell’impresa beneficiaria

Questi due allegati devono essere compilati e firmati con firma autografa del legale rappresentante dell’impresa richiedente, successivamente acquisiti tramite scansione e infine firmati digitalmente dall’intermediario che effettua l’invio.

Si richiama infine l’attenzione sui seguenti articoli del Bando

  • ART. 9 - Spese ammissibili  (tipologie di spesa, importo, periodo di ammissibilità)
  • ART. 13 - Obblighi delle imprese beneficiarie del voucher
  • ART. 16 - Rendicontazione e liquidazione del voucher
  • ART 17 - Controlli
  • ART. 18 - Revoca

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
Average: 3 (2 votes)

Aggiornato il: 23/05/2019 - 11:33

A chi rivolgersi