Sei in Aggiornato il: 10 Aprile 2017

Deposito bilancio consolidato

Una copia del bilancio consolidato e delle relazioni indicate all'art. 41, commi 2 e 4 del D.Lgs. n. 127/1991, deve essere depositata, a cura degli amministratori, presso l'ufficio del registro delle imprese, con il bilancio d'esercizio.

Condividi questa pagina

Ufficio competente

Registro delle imprese della provincia nella quale è ubicata la sede legale della società controllante.

Regime pubblicitario - Tipo adempimento

  • Regime pubblicitario: pubblicità dichiarativa (art. 2448 c.c.)
     
  • Tipo di adempimento: domanda di deposito nel Registro delle imprese
     

Termini di presentazione della domanda - Sanzioni

  • Termine di presentazione della domanda: contestualmente al deposito del bilancio di esercizio ovvero entro 30 giorni dalla data di approvazione dello stesso1
     
  • Sanzioni:  (per ulteriori informazioni vai alla pagina Sanzioni amministrative)
    • € 91,56  per ogni amministratore, più spese di notifica verbale (dal 1° al 30° giorno di ritardo);
    • € 274,66 per ogni amministratore, più spese di notifica verbale  (dal 31° giorno di ritardo).
       

1Data del verbale, oppure, in caso di verbalizzazione non contestuale, data della deliberazione. In caso di consenso o consultazione espressa per iscritto, se i soci hanno manifestato il loro consenso tutti in un’unica data, quest’ultima coinciderà con la data di approvazione del bilancio di esercizio, nel caso in cui, invece, il consenso sia stato espresso in giorni diversi, la data di approvazione del bilancio sarà quella risultante dalla manifestazione di consenso scritto, reso in ordine temporale dall’ultimo dei soci firmatari.

 

Soggetti legittimati a presentare la domanda in luogo dei soggetti obbligati

  • Procuratore
  • Professionista incaricato: commercialista, ragioniere, perito commerciale regolarmente iscritto nella sezione A o B dell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (ex art. 31, legge n. 340/2000, commi 2-quater e quinquies ed ex art. 1, D.Lgs. n. 139/2005, comma 3, lettera q), e comma 4, lettera f)).

 
 

Firme: chi deve firmare la domanda

Firma digitale del soggetto che presenta la domanda (amministratore, liquidatore, procuratore, professionista incaricato).

Nel caso in cui l’amministratore o il liquidatore siano privi del dispositivo di firma digitale, gli stessi possono:

  • conferire procura ad altro soggetto ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. n. 445/2000. In tal caso, deve essere allegata la procura portante il numero identificativo della pratica, firmata autografamente dall’amministratore o dal liquidatore; a perfezionamento di questa modalità di firma occorre allegare, in un file separato, codificato con il codice E20, copia semplice del documento di identità del soggetto che ha conferito la procura (amministratore o liquidatore);

oppure

  • conferire l’incarico alla presentazione della domanda ad un professionista incaricato, commercialista, ragioniere, perito commerciale regolarmente iscritto nella sezione A o B dell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (ex art. 31, legge n. 340/2000, commi 2-quater e quinquies ed ex art. 1, D.Lgs. n. 139/2005, comma 3, lettera q), e comma 4, lettera f), mentre il professionista deve indicare, nel Modello Note della domanda, di essere stato incaricato alla presentazione dall’amministratore o dal liquidatore della società.
    La dichiarazione d’incarico da rendere nel Modello Note, nel caso di professionista che firma con dispositivo contenente il “certificato di ruolo”, è la seguente: “Il sottoscritto… dottore commercialista/ragioniere, consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000, dichiara di presentare la domanda su incarico di… (nome e cognome dell’amministratore o del liquidatore)”.
    La dichiarazione d’incarico da rendere nel Modello Note, nel caso di dispositivo di firma privo del “certificato di ruolo”, è la seguente: “Il sottoscritto… dottore commercialista/ragioniere, consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000, dichiara di essere iscritto nella sezione… (A o B) dell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di…, al n…. Dichiara, inoltre, di non avere a proprio carico provvedimenti disciplinari ostativi all’esercizio della professione e di presentare la domanda su incarico di … (nome e cognome dell’amministratore o del liquidatore)”.

 

 

Modulistica obbligatoria ed eventuale

Si ricorda che per il deposito del bilancio consolidato devono essere utilizzate le funzioni di spedizione disponibili in webtelemaco.infocamere.it e che lo stesso non rientra tra gli adempimenti compresi nella Comunicazione Unica. 

  • Modello Bdeve risultare compilato nel riquadro DEPOSITO BILANCIO E SITUAZIONE PATRIMONIALE, nel quale deve essere indicata la data di chiusura dell’esercizio, la data di approvazione del bilancio1 e se il soggetto è obbligato oppure è esonerato dal bilancio in XBRL


    con codice atto:

713 per il deposito del bilancio consolidato
 

  • Modello Note in cui deve risultare:
     
  • a dichiarazione resa dal soggetto legittimato che presenta la domanda, rispettando il seguente testo: “La variazione dell’indirizzo della sede legale è stata disposta in data… dal Comune di… a seguito di variazione toponomastica”, qualora non sia allegata la copia della documentazione comprovante la variazione toponomastica rilasciata dal Comune o la dichiarazione sostitutiva attestante la variazione medesima; - See more at: http://www.to.camcom.it/Page/t01/view_html?idp=15753#sthash.1ayLovrD.dpuf
    a dichiarazione resa dal soggetto legittimato che presenta la domanda, rispettando il seguente testo: “La variazione dell’indirizzo della sede legale è stata disposta in data… dal Comune di… a seguito di variazione toponomastica”, qualora non sia allegata la copia della documentazione comprovante la variazione toponomastica rilasciata dal Comune o la dichiarazione sostitutiva attestante la variazione medesima; - See more at: http://www.to.camcom.it/Page/t01/view_html?idp=15753#sthash.1ayLovrD.dpuf

    la dichiarazione resa dal soggetto che presenta la domanda relativa agli estremi dell'avvenuto deposito del bilancio d'esercizio, rispettando il seguente testo: "Il bilancio di esercizio al ... è stato depositato nel Registro delle imprese in data ... con protocollo n. ..." 2;

e

  • a dichiarazione resa dal soggetto legittimato che presenta la domanda, rispettando il seguente testo: “La variazione dell’indirizzo della sede legale è stata disposta in data… dal Comune di… a seguito di variazione toponomastica”, qualora non sia allegata la copia della documentazione comprovante la variazione toponomastica rilasciata dal Comune o la dichiarazione sostitutiva attestante la variazione medesima; - See more at: http://www.to.camcom.it/Page/t01/view_html?idp=15753#sthash.1ayLovrD.dpuf
    a dichiarazione resa dal soggetto legittimato che presenta la domanda, rispettando il seguente testo: “La variazione dell’indirizzo della sede legale è stata disposta in data… dal Comune di… a seguito di variazione toponomastica”, qualora non sia allegata la copia della documentazione comprovante la variazione toponomastica rilasciata dal Comune o la dichiarazione sostitutiva attestante la variazione medesima; - See more at: http://www.to.camcom.it/Page/t01/view_html?idp=15753#sthash.1ayLovrD.dpuf

    la dichiarazione d’incarico resa da un professionista nel caso in cui l’amministratore o il liquidatore della società, privi del dispositivo di firma digitale, conferiscano allo stesso l’incarico alla presentazione della domanda.

 

Esempio Distinta R.I. risultante dalla compilazione della modulistica
 


1Il campo “data di approvazione del bilancio” è obbligatorio anche se con riguardo al bilancio consolidato non è prevista l’approvazione dello stesso da parte dei soci della società controllante, pertanto si suggerisce di indicare come data di approvazione la data di deposito del bilancio.
2Dichiarazione necessaria al fine della corretta applicazione dei diritti di segreteria e dell'imposta di bollo, in quanto gli stessi sono assolti solo in sede di deposito del bilancio di esercizio.

 

Allegati: stato patrimoniale, conto economico e rendiconto finanziario in formato XBRL

Il documento è formato in origine come documento informatico

Il prospetto contabile (stato patrimoniale, conto economico e rendiconto finanziario), in formato XBRL1, riportante l'indicazione "FIRMATO DIGITALMENTE DA..." seguita dal nome e cognome degli amministratori o dei liquidatori che lo hanno redatto, può essere allegato in una delle seguenti forme:

  • originale informatico (ex art. 21, comma 2, D.Lgs. 82/2005) o duplicato informatico (ex art. 23-bis, comma 1 del D.Lgs. 82/2005) sottoscritto digitalmente dagli amministratori o dai liquidatori
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Professionista incaricato e dallo stesso dichiarataconforme ai sensi dell'art. 31, comma 2 quinquies, della Legge n. 340/2000 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal soggetto che presenta la domanda e dallo stesso dichiarata prodotta ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Notaio e dallo stesso dichiarata conforme ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005 in calce utilizzando l'apposita formula

La tassonomia di riferimento per il bilancio consolidato è quella corrispondente alla vers. 2016-11-14, disponibile sul sito dell'Agenzia per l'Italia Digitale all'indirizzo http://www.agid.gov.it/agenda-digitale/pubblica-amministrazione/formato-xbrl-dati-contabili.

1Fatti salvi i casi di esonero dal formato XBRL espressamente previsti dalle norme. In tali ipotesi, la copia del bilancio consolidato non deve essere obbligatoriamente depositata in formato XBRL.

Allegati: nota integrativa in formato PDF/A

  1. Il documento è formato in origine come documento informatico

La nota integrativa,  in formato .pdf/A-1, riportante la denominazione della società, la data di redazione e l'indicazione "FIRMATO DIGITALMENTE DA..." seguita dal nome e cognome dei soggetti che l'hanno redatta (amministratori/liquidatori), può essere allegata in una delle seguenti forme:

  • originale informatico (ex art. 21, comma 2, D.Lgs. 82/2005) o duplicato informatico (ex art. 23-bis, comma 1 del D.Lgs. 82/2005) sottoscritto digitalmente dagli amministratori o dai liquidatori
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Professionista incaricato e dallo stesso dichiarata1 conforme ai sensi dell'art. 31, comma 2 quinquies, della Legge n. 340/2000, unitamente al prospetto contabile in formato XBRL, utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal soggetto che presenta la domanda e dallo stesso dichiarata1 prodotta ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005, unitamente al prospetto contabile in formato XBRL, utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Notaio e dallo stesso dichiarata1 conforme ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005, unitamente al prospetto contabile in formato XBRL, utilizzando l'apposita formula
  1. Il documento è formato in origine come documento cartaceo

La nota integrativa,  in formato .pdf/A-1, riportante la denominazione della società, la data di redazione e l'indicazione "IN ORIGINALE FIRMATO AUTOGRAFAMENTE DA..." seguita dal nome e cognome dei soggetti che l'hanno redatta (amministratori/liquidatori) può essere allegata in una delle seguenti forme:

  • copia informatica sottoscritta dal Professionista incaricato e dallo stesso dichiarata conforme ai sensi dell'art. 31, comma 2 quinquies, della Legge n. 340/20002, unitamente al prospetto contabile in formato XBRL, utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta dal soggetto che presenta la domanda e dallo stesso dichiarata prodotta ai sensi dell’art. 22 , comma 3, del D.Lgs. n. 82/20053, unitamente al prospetto contabile in formato XBRL, utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta dal Notaio e dallo stesso dichiarata conforme ai sensi dell’art. 22, comma 2, del D.Lgs. n. 82/20053, unitamente al prospetto contabile in formato XBRL, utilizzando l'apposita formula

1Il nome e cognome dei soggetti che hanno sottoscritto il documento devono essere indicati in calce allo stesso, prima della dichiarazione.

2La copia informatica può essere copia per immagine, derivante da scansione ottica dell’atto originale cartaceo, riportante la firma autografa dei soggetti che lo hanno sottoscritto, oppure può essere copia informatica che riproduce il contenuto dell'atto cartaceo.

3La copia informatica deve essere una copia per immagine derivante da scansione ottica dell’atto originale cartaceo, riportante la firma autografa dei soggetti che lo hanno sottoscritto.

 

Allegati: relazione sulla gestione

  1. Il documento è formato in origine come documento informatico

La relazione sulla gestione sul consolidato,  in formato .pdf/A-1, riportante la denominazione della società, la data di redazione e l'indicazione "FIRMATO DIGITALMENTE DA..." seguita dal nome e cognome dei soggetti che l'hanno redatta (amministratori/liquidatori), può essere allegata in una delle seguenti forme:

  • originale informatico (ex art. 21, comma 2, D.Lgs. 82/2005) o duplicato informatico (ex art. 23-bis, comma 1 del D.Lgs. 82/2005) sottoscritto digitalmente dagli amministratori o dai liquidatori
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Professionista incaricato e dallo stesso dichiarata1 conforme ai sensi dell'art. 31, comma 2 quinquies, della Legge n. 340/2000 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal soggetto che presenta la domanda e dallo stesso dichiarata1 prodotta ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Notaio e dallo stesso dichiarata1 conforme ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005 utilizzando l'apposita formula
  1. Il documento è formato in origine come documento cartaceo

La relazione sulla gestione sul consolidato,  in formato .pdf/A-1, riportante la denominazione della società, la data di redazione e l'indicazione "IN ORIGINALE FIRMATO AUTOGRAFAMENTE DA..." seguita dal nome e cognome dei soggetti che l'hanno redatta (amministratori/liquidatori) può essere allegata in una delle seguenti forme:

  • copia informatica sottoscritta dal Professionista incaricato e dallo stesso dichiarata conforme ai sensi dell'art. 31, comma 2 quinquies, della Legge n. 340/20002 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta dal soggetto che presenta la domanda e dallo stesso dichiarata prodotta ai sensi dell’art. 22 , comma 3, del D.Lgs. n. 82/20053 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta dal Notaio e dallo stesso dichiarata conforme ai sensi dell’art. 22, comma 2, del D.Lgs. n. 82/20053 utilizzando l'apposita formula

 


 

1Il nome e cognome dei soggetti che hanno sottoscritto il documento devono essere indicati in calce allo stesso, prima della dichiarazione.

2La copia informatica può essere copia per immagine, derivante da scansione ottica dell’atto originale cartaceo, riportante la firma autografa dei soggetti che lo hanno sottoscritto, oppure può essere copia informatica che riproduce il contenuto dell'atto cartaceo.

3La copia informatica deve essere una copia per immagine derivante da scansione ottica dell’atto originale cartaceo, riportante la firma autografa dei soggetti che lo hanno sottoscritto.

 

Allegati: relazione di revisione legale

  1. Il documento è formato in origine come documento informatico

La relazione di revisione legale, in formato .pdf/A-1, riportante la denominazione della società, la data di redazione e l'indicazione "FIRMATO DIGITALMENTE DA..." seguita dal nome e cognome del sindaco/i1 o revisore/legale rappresentante della società di revisione2 che l'ha redatta, può essere allegata in una delle seguenti forme:

  • originale informatico (ex art. 21, comma 2 del D.Lgs. 82/2005) o duplicato informatico (ex art. 23-bis, comma 1 del D.Lgs. 82/2005) sottoscritto digitalmente dal sindaco/i o revisore/legale rappresentante della società di revisione
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Professionista incaricato e dallo stesso dichiarata3 conforme ai sensi dell'art. 31, comma 2 quinquies, della Legge n. 340/2000 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal soggetto che presenta la domanda e dallo stesso dichiarata3 prodotta ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Notaio e dallo stesso dichiarata3 conforme ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005 utilizzando l'apposita formula
  1. Il documento è formato in origine come documento cartaceo

La relazione di revisione legale, in formato .pdf/A-1, riportante la denominazione della società, la data di redazione e l'indicazione "IN ORIGINALE FIRMATO AUTOGRAFAMENTE DA..." seguita dal nome e cognome del sindaco/i1 o revisore/legale rappresentante della società di revisione2 che l'ha redatta, può essere allegata in una delle seguenti forme:

  • copia informatica sottoscritta dal Professionista incaricato e dallo stesso dichiarata conforme ai sensi dell'art. 31, comma 2 quinquies, della Legge n. 340/20004 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta dal soggetto che presenta la domanda e dallo stesso dichiarata prodotta ai sensi dell’art. 22 , comma 3, del D.Lgs. n. 82/20055 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta dal Notaio e dallo stesso dichiarata conforme ai sensi dell’art. 22, comma 2, del D.Lgs. n. 82/20055 utilizzando l'apposita formula

 


1Qualora la revisione legale dei conti sia esercitata dall’organo di controllo interno (sindaco unico/collegio sindacale).

2Qualora la revisione legale dei conti sia esercitata dall’organo di controllo esterno (revisore legale dei conti/società di revisione legale dei conti).

3Il nome e cognome dei soggetti che hanno sottoscritto il documento devono essere indicati in calce allo stesso, prima della dichiarazione.

4La copia informatica può essere copia per immagine, derivante da scansione ottica dell’atto originale cartaceo, riportante la firma autografa dei soggetti che lo hanno sottoscritto, oppure può essere copia informatica che riproduce il contenuto dell'atto cartaceo.

5La copia informatica deve essere una copia per immagine derivante da scansione ottica dell’atto originale cartaceo, riportante la firma autografa dei soggetti che lo hanno sottoscritto.

 

Registrazione dell'atto

Non prevista.

Importi

  • Diritti di segreteria: non dovuti1
     
  • Imposta di bollo: non dovuta1
     

1I diritti di segreteria e l'imposta di bollo sono già stati versati con il deposito del bilancio di esercizio, insieme al quale, il deposito del bilancio consolidato si configura come un unico adempimento.
 

Approfondimento

Le società a responsabilità limitata che controllano un’impresa devono redigere il bilancio consolidato1.

Sono incluse nell’area di consolidamento tutte le imprese controllate, italiane ed estere.

Si considerano controllate le società, italiane e straniere, nelle quali la controllante:

  1. dispone della maggioranza dei voti esercitabili nell’assemblea ordinaria (c.d. controllo di diritto),
  2. dispone di un numero di voti sufficiente per esercitare un’influenza dominante dell’assemblea ordinaria (c.d. controllo di fatto),
  3. esercita un'influenza dominante nell’assemblea ordinaria per effetto di un contratto o di una clausola statutaria (c.d. influenza dominante),
  4. controlla la maggioranza dei diritti di voto attraverso accordi con altri soci (c.d. influenza dominante).

Non devono redigere il bilancio consolidato le  imprese controllanti che, unitamente alle imprese controllate, non abbiano superato, per due esercizi consecutivi, due dei seguenti limiti:

  1. 20.000.000 euro nel totale degli attivi degli stati patrimoniali;
  2. 40.000.000 euro nel totale dei ricavi delle vendite e delle prestazioni;
  3. 250 dipendenti occupati in media durante l'esercizio.

Tale esonero non si applica se l'impresa controllante o una delle imprese controllate è un ente di interesse pubblico ai sensi dell'articolo 16 del D.Lgs. n. 39/2010.

Non sono, inoltre, soggette all'obbligo di redigere il bilancio consolidato le società, a loro volta controllate, quando la controllante sia titolare di oltre il 95% delle azioni o quote dell’impresa controllata, ovvero, in difetto di tale condizione, quando la redazione del bilancio consolidato non sia richiesta almeno sei mesi prima della fine dell’esercizio da tanti soci che rappresentino almeno il 5% del capitale.

Tale esonero è subordinato alle seguenti condizioni:

  1. che l’impresa controllante, soggetta al diritto di uno Stato membro dell'Unione Europea, rediga e sottoponga a controllo il bilancio consolidato secondo quanto previsto dal D.Lgs. n. 127/91 ovvero secondo il diritto di altro Stato membro dell'Unione europea;
  2. che l’impresa controllata non abbia emesso valori mobiliari ammessi alla negoziazione in mercati regolamentati italiani o dell'Unione europea.

In questa ipotesi, le ragioni dell’esonero devono essere indicate nella nota integrativa al bilancio di esercizio, nella quale devono essere anche indicate la denominazione e la sede della società controllante che redige il bilancio consolidato2.

Il bilancio consolidato è redatto dagli amministratori della società controllante. Esso è costituito da stato patrimoniale, conto economico, rendiconto finanziario3 e nota integrativa e può essere redatto anche in migliaia di euro.

La data di riferimento del bilancio consolidato coincide, di regola, con la data di chiusura dell’esercizio della società controllante. Tale data può, tuttavia, coincidere con la data di chiusura dell’esercizio della maggior parte delle imprese incluse nel consolidamento o delle più importanti di esse4.

Il bilancio consolidato deve essere corredato da una relazione degli amministratori della società controllante e deve essere assoggettato a revisione legale, demandata al soggetto incaricato della revisione legale del bilancio di esercizio della società che redige il bilancio consolidato.

Una copia del bilancio consolidato con la relazione sulla gestione e la relazione di revisione deve restare depositata durante i quindici giorni che precedono l’assemblea convocata per l’approvazione del bilancio di esercizio e finché questo sia approvato5.

Pubblicità legale nel Registro delle imprese

Il bilancio consolidato, corredato dalla relazione sulla gestione e dalla relazione di revisione legale, deve essere depositato presso il Registro delle imprese competente dagli amministratori della società controllante.

Il deposito deve essere eseguito contestualmente al deposito del bilancio di esercizio ovvero entro trenta giorni dalla sua approvazione.

Gli effetti della pubblicità legale nel Registro delle imprese sono quelli della pubblicità dichiarativa (art. 2448 c.c.): il bilancio consolidato se non depositato, non può essere opposto ai terzi da chi è obbligato a richiedere il deposito, a meno che questi non provi che i terzi ne abbiano avuto conoscenza.


1Hanno l’obbligo di redigere il bilancio consolidato:

  1. S.p.a., S.a.p.a. e S.r.l. che controllano un’impresa;
  2. gli enti pubblici che esercitano in via esclusiva o prevalente un’attività commerciale;
  3. le società cooperative e le mutue  assicuratrici che controllano una società per azioni, in accomandita per azioni o a responsabilità limitata.

2Le società controllate, esonerate dalla redazione del bilancio consolidato, devono depositare nel Registro delle imprese, tuttavia, copia del bilancio consolidato della società controllante, corredato dalla relazione sulla gestione e da quella dell’organo di revisione legale, redatti in lingua italiana o nella lingua comunemente utilizzata negli ambienti della finanza internazionale.

3I bilanci relativi agli esercizi finanziari aventi inizio a partire dal 1° gennaio 2016 devono essere costituiti dallo stato patrimoniale, dal conto ecomonico, dal rendiconto finanziario e dalla nota integrativa.

4L’uso di questa facoltà deve essere indicato nella nota integrativa.

5Il bilancio consolidato non è soggetto all’approvazione dei soci.

 

 

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: