Sei in Aggiornato il: 6 Luglio 2017

Documentazione e modulistica - Ruolo periti ed esperti

Condividi questa pagina

LA MODULISTICA:

Modulo d'iscrizione (4 pagine, 68 Kb)

La domanda d’iscrizione deve essere presentata in bollo, completa di autocertificazione,curriculum e documentazione ; inoltre devono essere indicate le categorie e sub-categorie per le quali si intende esercitare le funzioni di perito ed esperto.

Alla domanda occorre allegare:

  • Marca da bollo da euro 16,00
  • curriculum comprovato da documentazione dal quale risulti l´idoneità alle funzioni di perito ed esperto nella sub-categoria per la quale si chiede l´iscrizione
  • attestazione di versamento di euro 31,00 per diritti di segreteria sul c/c postale            n. 311100 intestato alla Camera di commercio di Torino
  • fotocopia di un documento di identità
  • per i cittadini extracomunitari: fotocopia del permesso di soggiorno in corso di validità o carta di soggiorno

nota: si informa che per poter considerare tra gli elementi di valutazione all'iscrizione al ruolo un titolo di studio conseguito all'estero, occorre presentare la certificazione della corrispondenza con il titolo italiano che viene rilasciata dagli uffici diplomatici o consolari italiani all’estero;

 

Per il curriculum occorre specificare:

  • i dati delle persone o delle imprese (con l'indicazione del nome/denominazione e delle rispettive residenze/sedi) per le quali sono state già effettuate perizie o formulato pareri nell'ambito delle categorie o sub categorie richieste
  • i dati delle imprese e/o delle professionisti (con gli estremi delle rispettive sedi) presso le quali il richiedente ha svolto in passato un'attività, precisando la qualifica ricoperta, le mansioni svolte e il periodo relativo per ciascun rapporto di lavoro
  • la segnalazione delle eventuali attività autonome esercitate in passato, precisando il periodo relativo
  • l'indicazione dell'attività che svolge attualmente e da quale data. Se si tratta di lavoro subordinato, occorre indicare la denominazione e l'indirizzo del datore di lavoro, la qualifica ricoperta e le mansioni svolte. Se invece l'attività è esercitata in proprio e rientra operativamente nell'ambito delle categorie e sub categorie richieste, è necessario precisare i nominativi delle imprese (con gli estremi delle rispettive sedi) con le quali si hanno i principali rapporti
  • l'indicazione del titolo di studio raggiunto
  • l'indicazione di eventuali specifici corsi professionali, attestati e riconoscimenti conseguiti, pubblicazioni di testi o articoli (tecnici e non scientifici) inerenti le categorie o sub categorie richieste.

Documentazione da presentare:

  • originale in visione più fotocopia delle perizie o pareri
  • originale in visione più fotocopia del titolo di studio o corso professionale
  • fotocopia di certificati di brevetti depositati, attestati o qualifiche di merito
  • fotocopia dell'eventuale iscrizione in Albi qualificanti a carattere tecnico-operativo
  • fotocopia di articoli o testi pubblicati
  • fotocopia di memorie o relazioni presentate in conferenze o convegni.

Nota bene: nel caso in cui il curriculum non sia corredato da adeguata documentazione o sia carente, la Camera di commercio si riserva di respingere la domanda o, a suo insindacabile giudizio, sottoporre il candidato a un colloquio di valutazione. L’eventuale colloquio verterà su tutti gli argomenti della sub-categoria scelta e non potrà essere limitato al solo curriculum.

Il candidato dovrà presentare la ricevuta del pagamento di euro 77,00 per ogni voce richiesta (a tal fine riceverà apposita comunicazione dall’ufficio).

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: