Sei in Aggiornato il: 19 Settembre 2017

Sorveglianza

Condividi questa pagina

1) Sorveglianza presso gli utenti metrici.
Il Servizio Metrico del Settore Vigilanza sul Mercato della Camera di Commercio di Torino effettua periodicamente sopralluoghi di sorveglianza presso gli utenti metrici del territorio provinciale.
Detta azione, eseguita dai funzionari del Servizio che si qualificheranno mediante esibizione di idoneo tesserino di riconoscimento, è svolta ai sensi dell’art. 8 del D.M. n. 182 del 28/03/2000 dalla Camera di Commercio di Torino, al fine di verificare il rispetto delle disposizioni sulla verificazione periodica degli strumenti metrici.
L’utente metrico, cioè colui che utilizza strumenti per pesare per le transazioni commerciali (art.2, secondo comma, del D.Lgs. n. 517/92), ha l’obbligo di sottoporli a verificazione rispettando la periodicità triennale, attestata dall’apposita etichetta di colore verde riportante la data di scadenza e, in ogni caso, successivamente ad interventi di riparazione comportanti la rimozione dei sigilli legali.
Si veda sezione verifica degli strumenti di misura per informazioni sulle modalità di richiesta presso il Servizio Metrico.
Fatta salva l’applicazione delle maggiori pene, qualora il fatto costituisca reato, il mancato adempimento delle norme sulla verificazione periodica comporta la contestazione di una sanzione amministrativa spettante all’Erario:
- compresa tra un minimo di € 516,46 ed un massimo di € 1.549,37 per gli strumenti per pesare a funzionamento non automatico (che richiedono l’intervento di un operatore), ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs n. 517/92;
- compresa tra un minimo di € 103,29 ed un massimo di € 619,75 per tutti gli altri strumenti metrici, ai sensi dell’art. 692 del Codice Penale, così come modificato dall'art. 55 del D. Lgs n. 507/99.
2) Sorveglianza sui laboratori verifica strumenti
Il D.M. 10/12/2012 affida alle Camere di commercio la vigilanza sui laboratori che eseguono la verifica periodica ai sensi di tale decreto su strumenti di misura per verificare il rispetto della normativa, sia presso la sede di quelli riconosciuti idonei nella propria provincia, sia presso gli utenti metrici provinciali che si sono avvalsi di un laboratorio idoneo, qualunque sia la provincia della sua sede operativa. In caso di violazioni è prevista la sospensione o la revoca del riconoscimento dell’idoneità e il divieto di svolgere l’attività.
Per quanto riguarda i laboratori che eseguono la verifica periodica degli strumenti di misura MID di cui al D.lgs. 22/2007, in base ai D.M. già approvati e relativi Regolamenti, Unioncamere, competente al riconoscimento per lo svolgimento dell’attività, si avvale di norma della Camera di commercio competente territorialmente per effettuare controlli presso la sede operativa del laboratorio e presso gli utenti metrici che se ne sono avvalsi. Sulla base delle risultanze Unioncamere potrà emanare provvedimento di sospensione o revoca.
3) Sorveglianza nel settore orafo
Ai sensi dell’art.42 del D.P.R. 150/2002 la vigilanza sulla produzione e sul commercio dei metalli preziosi è esercitata dalle Camere di commercio attraverso ispezioni presso gli assegnatari dei marchi di identificazione della propria provincia e presso i semplici commercianti per verificare il rispetto delle disposizioni relative al titolo legale e al corretto utilizzo del marchio stabilite dal D. lgs. 251/1999 e dal citato Regolamento che prevedono anche specifiche sanzioni amministrative, salvo il fatto non costituisca reato.
4) Sorveglianza sui centri tecnici dei tachigrafi digitali e sulle officine cronotachigrafi analogici
Le Camere di commercio svolgono in base al D.M. 10/8/2007 la vigilanza sugli operatori attivi in provincia autorizzati dal Ministero dello Sviluppo Economico ad effettuare il montaggio o gli interventi successivi sui tachigrafi digitali e ai sensi del D.M. 361/2003 in attuazione dei Regolamenti europei, gli interventi sui cronotachigrafi analogici. Gli esiti sono trasmessi al Ministero che adotta se del caso i provvedimenti necessari in caso di irregolarità.

I controlli sulle aziende avvengono secondo le seguenti modalità: Lista dei controlli alle imprese

 

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: