Bando per la concessione di contributi sotto forma di voucher alle imprese per avviare o rafforzare la presenza all’estero

header voucher internazionalizzazione

Sostegno per la promozione della competitività delle MPMI attraverso il sostegno all’acquisizione di servizi per l’avvio o lo sviluppo del commercio internazionale

ATTENZIONE: si comunica che il termine per la presentazione delle domande per il presente Bando è scaduto il giorno 22 febbraio 2021 alle ore 12:00. Le imprese ammesse al contributo potranno presentare la propria rendicontazione entro il giorno 31 agosto 2021.

Presentazione

Con il presente bando si intende rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di business nei mercati già serviti e nello scouting di nuovi o primi mercati di sbocco. In questa delicata fase dell’economia globale, particolare impegno è rivolto alla valutazione di eventuali possibilità di mercato in aree meno toccate dall’emergenza legata alla diffusione del COVID-19 o nei Paesi che per primi si apriranno di nuovo agli scambi internazionali, aiutando in tal modo le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) a diversificare i propri sbocchi commerciali.

Si riporta di seguito un estratto non esaustivo del Bando al fine di illustrare brevemente obiettivi, entità, criteri di ammissibilità e procedura di richiesta del contributo da parte delle imprese. Tuttavia, si invita vivamente a consultare il testo integrale del Bando disponibile per il download a fondo pagina nella sezione "Allegati".

Descrizione della misura e modalità di presentazione della domanda

Finalità (art. 1)

Il Bando in oggetto si prefigge di raggiungere i seguenti obiettivi:

  • sostenere il ricorso a servizi o soluzioni finalizzate ad avviare o rafforzare la presenza all’estero delle MPMI;
  • promuovere la collaborazione delle MPMI lungo filiere orizzontali o verticali per l’export, al fine di aumentare la loro competitività;
  • incrementare la consapevolezza e l’utilizzo delle possibili soluzioni offerte dal digitale a sostegno dell’export da parte delle imprese;
  • favorire interventi funzionali alla continuità operativa delle attività commerciali sull’estero da parte delle imprese durante l’emergenza sanitaria da COVID-19.

Risorse finanziarie e normativa europea in materia di aiuti di Stato (art. 2)

Le risorse complessivamente stanziate a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a € 100.000,00.

Gli aiuti di cui al presente Bando sono concessi, in regime "de minimis", ai sensi dei Regolamenti n. 1407/2013 e n. 1408/2013 del 18.12.2013 (GUUE L. 352 del 24.12.2013) - come modificato dal Regolamento n. 2019/316 del 21.2.2019 (GUUE L. 51I del 22.2.2019) - ovvero del Regolamento n. 717/2014 del 27 giugno 2014 (GUUE L. 190 del 28.6.2014).

Gli aiuti di cui al presente Bando sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili:

  • con altri aiuti di cui al "Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19";
  • con aiuti di cui ai regolamenti "de minimis" o concessi ai sensi di un regolamento di esenzione a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme relative al cumulo previste da tali regolamenti.

Ambiti di attività (art. 3)

Gli investimenti ammessi a contributo dovranno essere riconducibili alle seguenti tipologie di servizi, strumentali per la realizzazione di percorsi di rafforzamento della presenza all’estero:

  • analisi e orientamento specialistico per facilitare l’accesso e il radicamento sui mercati esteri;
  • potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera;
  • ottenimento o rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri;
  • protezione del marchio dell’impresa all’estero;
  • assistenza specialistica in ambito legale, organizzativo, contrattuale o fiscale legato all’estero;
  • accrescimento delle capacità manageriali dell’impresa attraverso attività formative;
  • sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo in impresa di temporary export manager e digital export manager;
  • realizzazione di "virtual matchmaking", ovvero lo sviluppo di percorsi (individuali o collettivi) di incontri d’affari e B2B virtuali;
  • partecipazione a fiere o eventi con finalità commerciale all’estero (sia in Paesi UE, sia extra Ue) o anche a fiere internazionali in Italia;
  • realizzazione di attività ex-ante ed ex-post rispetto a quelle di promozione commerciale.

Spese ammissibili (art. 4)

Sono ammissibili le spese (e/o preventivi di spesa) per:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi a uno o più ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale, tra quelli previsti all’art. 3 del presente Bando;
  • acquisto di servizi strumentali per lo sviluppo delle iniziative previste all’art. 3 del presente Bando;
  • realizzazione di spazi espositivi e incontri d’affari.

Sono in ogni caso escluse dalle spese ammissibili quelle per:

  • soggiorno, viaggio e rappresentanza;
  • produzione di campionature;
  • servizi di consulenza specialistica relativi alle ordinarie attività amministrative aziendali o commerciali;
  • spese generali di gestione ed organizzazione;
  • servizi per l’acquisizione di certificazioni non direttamente collegate all’attività di vendita all’estero;
  • servizi di supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge.

Le spese (e/o preventivi di spesa) ammissibili sono quelle sostenute a partire dal 1 settembre 2020 e fino al 31 luglio 2021.

Soggetti beneficiari e requisiti (art. 5)

Possono presentare domanda per ottenere i contributi sotto forma di voucher previsti dal presente Bando le MPMI che, dal momento della presentazione della domanda e fino alla liquidazione del contributo, rispondano ai seguenti requisiti:

  • abbiano la sede legale e/o un’unità operativa nella provincia di Torino;
  • siano regolarmente iscritte al Registro delle imprese della Camera di commercio di Torino e attive e in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • non si trovino in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente;
  • abbiano regolarmente assolto gli obblighi contributivi previdenziali e assistenziali;
  • non abbiano già beneficiato di altri aiuti pubblici a valere sui medesimi interventi agevolati;
  • non abbiano in corso contratti di fornitura di beni e servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di commercio di Torino;
  • abbiano regolarmente aderito e partecipino a uno dei seguenti progetti di internazionalizzazione promossi dalla Camera di commercio di Torino (art. 8 del Bando):

Entità del contributo (art. 6)

A ciascuno dei soggetti che soddisfi i requisiti illustrati nel bando, potrà essere concesso un contributo a fondo perduto (voucher) pari al 50% delle spese sostenute e ritenute ammissibili, sino ad un importo massimo di € 2.500,00.

Potranno comunque beneficiare del contributo camerale esclusivamente interventi il cui costo minimo sia pari o superiore ad € 2.000,00. Ogni impresa può presentare una sola domanda a valere sul presente Bando.

Modalità di presentazione delle domande (art. 7)

A pena di esclusione, le richieste di voucher devono essere trasmesse in modalità telematica. Non saranno considerate ammissibili altre modalità di trasmissione delle domande di contributo.

Istruzioni per la presentazione della domanda

N.B.: i contenuti di questo paragrafo sono disponibili in formato pdf a fondo pagina nella sezione "Allegati" per il download e la stampa.

Cosa fare per presentare la propria domanda di contributo:

  1. Disporre di un account di Posta Elettronica Certificata (PEC).
     
  2. Disporre di un dispositivo di firma digitale per sottoscrivere la documentazione richiesta ai fini della presentazione della domanda. Nel caso non si disponga di un simile dispositivo, procedere con la richiesta rivolgendosi allo Sportello CNS della Camera di commercio di Torino o, in alternativa, ai prestatori di servizi fiduciari qualificati autorizzati da AgID, che garantiscono l’identità dei soggetti che utilizzano la firma digitale (consulta l'elenco completo e aggiornato).
     
  3. Nel caso non si disponga ancora di un profilo utente sulla piattaforma "Webtelemaco" di InfoCamere (Servizi e-gov), procedere con la registrazione gratuita attraverso il link www.registroimprese.it/registra-ri (altrimenti saltare al punto 4):
    1. in fase di registrazione, spuntare l'opzione "Registrati al Servizio Telemaco per l'accesso alle Banche Dati delle Camere di Commercio e alla trasmissione di pratiche telematiche" e compilare i campi richiesti. Al termine inviare la proposta di adesione;
    2. entro 2 giorni lavorativi si riceverà un'e-mail di abilitazione al servizio con user e password;
    3. al primo accesso, finalizzare il processo di registrazione collegandosi con user e password ricevute via e-mail alla piattaforma "Webtelemaco" attraverso il link http://webtelemaco.infocamere.it. Qui selezionare "Servizi e-gov", sezione "Completamento o modifica registrazione" (a fondo alla pagina) e cliccare sul tasto "Procedi". Verificare la correttezza delle informazioni inserite e completare eventualmetne quelle mancanti nella sezione "Dati utente", dopodichè cliccare sul tasto "Salva". Il sistema, prima confermerà l'inserimento della richiesta (Abilitazione in corso) e poi completerà in automatico l'iscrizione (Abilitato). In questo modo si otterrà l’accesso a tutti i servizi gratuiti (Sportelli telematici).
       
  4. Preparare la seguente documentazione da allegare successivamente in fase di presentazione della domanda:
    1. modulo di domanda, disponibile per il download a fondo pagina nella sezione "Allegati", debitamente compilata e firmata digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa o dal soggetto intermediario delegato;
    2. modulo - Misura B - CCIAA Torino, contenente l’informazione sugli investimenti dell’impresa richiedente, disponibile per il download a fondo pagina nella sezione "Allegati", debitamente compilata e firmata digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa o dal soggetto intermediario delegato;
    3. preventivi/fatture di spesa o altra documentazione relativa a quanto disposto dagli artt. 3 (Ambiti di attività) e 4 (Spese ammissibili) del presente Bando;
    4. eventuale modulo di procura, disponibile per il download a fondo pagina nella sezione "Allegati", per la delega dell’invio della pratica telematica ad un intermediario abilitato, secondo quanto disposto dall'art. 7 del presente Bando.
       
  5. A partire dalle ore 09:00 del 8 febbraio 2021 si potrà avviare l'iter per la presentazione della domanda. Per procedere occorre collegarsi alla piattaforma "Webtelemaco" attraverso il link http://webtelemaco.infocamere.it e selezionare la voce "Contributi alle imprese". Si verrà re-indirizzati ad una nuova pagina ("Sportello telematico AGEF") dalla quale sarà possibile effettuare il login con le proprie credenziali (cliccare sul tasto "Accedi" posto in alto a destra). E' anche disponibile in modalità e-learning il Corso Pratica telematica richiesta contributi (è richiesto l'accesso con le proprie credenziali).
     
  6. Effettuato l'accesso, procedere con la creazione del modello base telematico cliccando sulla voce del menù "Crea modello" posta in alto. A questo punto:
    1. selezionare come "Camera di commercio" a cui inviare la pratica, la voce "CCIAA: TO";
    2. inserire il Numero REA o il codice fiscale dell’impresa richiedente. Cliccando sul tasto "Cerca" il sistema attingerà automaticamente ai dati del Registro Imprese e proporrà i riferimenti del beneficiario da selezionare;
    3. selezionare come "Tipo Pratica", la voce "Richiesta Contributi";
    4. selezionare come "Sportello di Destinazione", la voce "CCIAA di TORINO - contributi alle imprese - TORINO";
    5. cliccare sul tasto "Avvia compilazione" (il sistema presenterà la maschera del modello richiesto, suddiviso in riquadri).
       
  7. Procedere con la compilazione del Modello Base telematico:
    1. selezionare il Bando di riferimento (Codice 20TE - Bando per rafforzare la presenza all'Estero anno 2020);
    2. inserire "Totale spese" che si desidera presentare (siano esse spese e/o preventivi di spesa);
    3. inserire "Importo contributo richiesto" (importo totale del contributo richiesto, calcolato in base al 50% delle spese ammissibili, con limite minimo pari a 1.000,00 euro e limite massimo pari a 2.500,00 euro);
    4. compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati con l’asterisco e tutti i campi non obbligatori;
    5. cliccare sul tasto "Scarica Modello Base", salvando il documento in formato xml. Il file del Modello Base andrà firmato digitalmente, lasciando attiva l’applicazione di Sportello (ossia non si deve chiudere la finestra). Terminato il download cliccare sul tasto "Nuova Pratica" e passare al punto 8.
       
  8. Procedere per allegare la documentazione richiesta ai fini della presentazione della domanda di contributo:
    1. cliccando sul tasto "Nuova Pratica", che appare dopo aver scaricato il Modello Base, viene presentata la maschera per l’apertura di una nuova pratica con i dati identificati del soggetto già compilati (non è necessaria una nuova digitazione). Verificare quindi i campi pre-compilati e, a fondo pagina, allegare il Modello Base firmato digitalmente. Al termine cliccare sul tasto "Avvia Creazione";
    2. nella Scheda Dettaglio Pratica cliccare sul tasto "Allega" (posto in alto a sinistra) e allegare i documenti richiesti di cui al punto 4. Per ogni documento cliccare sul tasto "Sfoglia", selezionare il documento da allegare, completare la Descrizione dell’allegato e selezionare il Codice Documento. Per aggiungere un altro allegato cliccare sul tasto "Allega e continua". Inserito l’ultimo allegato cliccare sul tasto "Allega e termina" per concludere l’operazione e tornare al dettaglio della pratica.
       
  9. A questo punto si è pronti per l'invio della pratica. Nella Scheda Dettaglio Pratica, cliccare sul tasto "Invia Pratica" (posto in alto) e confermare l’operazione cliccando sul tasto "Ok". Il sistema conferma l’avvenuto invio e visualizza la lista delle pratiche chiuse. Eseguiti i controlli formali il sistema notifica via e-mail (all’indirizzo fornito in sede di registrazione al portale) lo stato di avanzamento della pratica. IMPORTANTE: lo stato di avanzamento della pratica "chiusa con esito positivo" si riferisce esclusivamente all’istruttoria automatica relativa al corretto invio telematico della pratica in Webtelemaco. Come stabilito nel presente Bando, il controllo sul possesso dei requisiti previsti viene effettuato dai funzionari della Camera di commercio di Torino e l’esito definitivo della prima fase dell’istruttoria verrà comunicato via PEC, dopo la pubblicazione delle graduatorie degli ammessi al contributo sulla presente pagina internet.
     

La mancata presentazione della documentazione richiesta comporta l’inammissibilità della domanda.

Si prega di considerare il fatto che tutti i sistemi Webtelemaco sono disponibili dalle 8 alle 21 dei giorni feriali e dalle 8 alle 14 del sabato. Negli altri orari non è garantita la presenza di tutti i servizi, data la necessità di interventi di manutenzione.

Intermediari abilitati delegati alla presentazione della domanda (art. 7)

L’invio della domanda può essere delegato ad un intermediario abilitato all’invio delle pratiche telematiche, indicandolo nel modulo di procura disponibile per il download a fondo pagina nella sezione "Allegati", sottoscritto:

  • con firma digitale dal titolare/legale rappresentante dell’impresa;
  • oppure con firma autografa del titolare/legale rappresentante dell’impresa richiedente, corredato da documento d’identità valido e, una volta acquisito tramite scansione, sottoscritto con firma digitale valida dell’intermediario abilitato.

Termini di presentazione delle domande (art. 7)

Le domande dovranno essere presentate a partire dalle ore 09:00 del 8 febbraio 2021 e fino alle ore 12:00 del 22 febbraio 2021, salvo chiusura anticipata del bando per esaurimento dei fondi disponibili. Saranno automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini.

 

Elenchi delle imprese ammesse, non ammesse e sospese

Con determinazione dirigenziale n. 185/B-PT del 20/04/2021 sono stati approvati gli elenchi delle imprese per l'attribuzione dei voucher del "Bando per la concessione di contributi sotto forma di voucher alle imprese per avviare o rafforzare la presenza all’estero - Anno 2020", già approvato con deliberazione di Giunta n. 226 del 15/12/2020.

Pertanto, a fondo pagina nella sezione "Allegati" sono disponibili per il download i seguenti documenti:

  • elenco delle imprese ammesse
  • elenco delle imprese non ammesse (poichè non in possesso dei requisiti di cui all'art. 8 del Bando)
  • elenco delle imprese sospese (la cui pratica è in corso di perfezionamento)

Rendicontazione delle spese e modalità di liquidazione del contributo (art. 9)

La documentazione di rendicontazione potrà essere trasmessa telematicamente attraverso la piattaforma Webtelemaco entro la data del 31 agosto 2021, pena la decadenza dal voucher, seguendo le istruzioni riportate nel manuale di rendicontazione disponibile per il download a fondo pagina nella sezione "Allegati".

Nella medesima sezione è altresì disponibile una raccolta di FAQ utili alla presentazione della rendicontazione.

Si ricorda che al modello base generato dal sistema Webtelemaco, occorre allegare la seguente documentazione:

  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di cui all’art. 47 D.P.R. 445/2000 (disponibile per il download a fondo pagina nella sezione "Allegati"), compilata in ogni sua parte (da salvare o scansionare), in cui siano indicate le fatture e gli altri documenti di spesa riferiti all’iniziativa, rispondenti fedelmente ai preventivi prodotti in sede di presentazione della domanda di contributo, con tutti i dati per la loro individuazione e con la quale si attesti la conformità all’originale delle copie dei medesimi documenti di spesa e relative quietanze
  • copia delle fatture e degli altri documenti di spesa intestati all’impresa, debitamente quietanzati e accompagnati da una sintetica traduzione in lingua italiana se redatti in lingua straniera
  • copia dei pagamenti intestati all'impresa, effettuati esclusivamente mediante transazioni bancarie verificabili (ri.ba., assegno, bonifico, ecc. - per quietanza si intende copia dei documenti bancari attestanti il pagamento e, nel caso di assegno, copia dell’estratto conto da cui risulti l’addebito e copia dell’assegno o della relativa matrice)
  • per la partecipazione a manifestazioni fieristiche, copia della pagina del catalogo ufficiale degli espositori nel quale figuri l’impresa o l’aggregazione richiedente e documentazione fotografica inerente la partecipazione
  • nel caso dell’attività formativa, dichiarazione di fine corso e copia dell’attestato di frequenza per almeno l’80% del monte ore complessivo
  • relazione finale delle attività realizzate nel progetto di internazionalizzazione (a fondo pagina nella sezione "Allegati" è disponibile per il download un modello cui fare riferimento)
  • eventuale modulo di procura per la delega dell’invio della pratica telematica ad un intermediario abilitato, secondo quanto disposto dall'art. 7 del presente Bando (disponibile per il download a fondo pagina nella sezione "Allegati")

Sarà facoltà dell’Ente camerale richiedere all’impresa tutte le integrazioni ritenute necessarie per un corretto esame della rendicontazione prodotta, con la precisazione che la mancata presentazione di tali integrazioni, entro e non oltre il termine di 10 giorni dalla ricezione della relativa richiesta, comporta la decadenza del voucher.

La liquidazione del voucher sarà, altresì, subordinata alla verifica del documento unico di regolarità contributiva (D.U.R.C.) che verrà acquisito d’ufficio secondo quanto previsto dalla normativa vigente. In caso di accertata irregolarità verrà trattenuto l’importo corrispondente all’inadempienza e versato agli Enti previdenziali e assicurativi (art. 31 c. 3 e 8 bis del D.L. 69/2013, convertito in legge dalla L. 98/2013).

La liquidazione dei voucher sarà disposta con Determinazione dirigenziale. Il termine per la conclusione del procedimento amministrativo di liquidazione del contributo è fissato in 6 mesi decorrenti dal temine di scadenza di presentazione della rendicontazione, ovvero a decorrere dal 31 agosto 2021 (ovvero entro il 28 febbraio 2022).

Assistenza tecnica

Per richiedere e ricevere assistenza tecnica in fase di registrazione al portale Webtelemaco e/o in fase di presentazione della domanda di contributo, si prega di contattare direttamente il gestore della piattaforma Infocamere Scpa, seguendo le istruzioni sottoriportate:

  1. accedere al modulo di richiesta di assistenza on-line, disponibile alla pagina www.registroimprese.it/web/guest/assistenza;
  2. selezionare l'argomento oggetto della richiesta: "Adesione a Telemaco" per la fase di registrazione, "Pratiche" per la fase di presentazione della domanda di contributo;
  3. selezionare la modalità di contatto preferita: "Scrivici" per interagire via e-mail, "Prenota un appuntamento telefonico" per comunicare telefonicamente con lo sportello di assistenza.

Allegati

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
Average: 3 (1 vote)

Aggiornato il: 27/04/2021 - 16:28

A chi rivolgersi

Sviluppo competitività e internazionalizzazione

Via San Francesco da Paola 24, 10123 Torino - Terzo piano
Il Settore riceve solo su appuntamento con l'eccezione dell'ufficio Documenti Estero che riceve il pubblico in orario di sportello.

Documenti per l'estero: 011 571 6377
Gare di appalto internazionali: 011 571 6366
Progetto Assist In: 011 571 6362
Sportello Worldpass: 011 571 6363