Verifica e comunicazioni titolari strumenti di misura

Obblighi dei titolari di strumenti di misura e verifica periodica

Esecuzione della verifica periodica

Ai sensi del D.M. 93/2017 la verificazione periodica degli strumenti metrologico-legali è effettuata dai laboratori accreditati, le Camere di commercio hanno competenza di vigilanza sulla strumentazione.

Il D.Lgs. 34/2019 ha riaperto il periodo transitorio per gli organismi abilitati ad effettuare verificazioni periodiche in conformità alle disposizioni abrogate dall’art. 17 (del DM 93/2017) che, alla data del 18 marzo 2019, dimostrino l’avvenuta accettazione formale dell’offerta economica di accreditamento. Per ulteriori dettagli, si rimanda alla nota Unioncamere.

Gli elenchi dei soggetti accreditati ed in fase di accreditamento sono pubblicati al seguente link:

Obblighi dei titolari degli strumenti

  • comunicare la data di inizio o fine utilizzo dello strumento alla Camera di commercio entro 30 giorni dalla sua messa in servizio o dismissione (modulistica);
  • richiedere la prima e le successive verificazioni periodiche secondo le cadenze stabilite dall'art. 4 c.3 del D.M. 93/2017 (periodicità di verificazione) , a seguito della naturale scadenza o della riparazione degli strumenti che comporti la rimozione di sigilli legali;
  • curare l’integrità del contrassegno e dei sigilli legali e provvisori applicati dal riparatore (riparazione degli strumenti in uso);
  • conservare i libretti metrologici e l'eventuale documentazione prescritta;
  • curare il corretto funzionamento degli strumenti non utilizzarli se palesemente difettosi o inaffidabili dal punto di vista metrologico.

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
Average: 1.5 (4 votes)

Aggiornato il: 03/05/2019 - 11:59

A chi rivolgersi