Verifica e comunicazioni titolari strumenti di misura

Obblighi dei titolari di strumenti di misura e verifica periodica da parte della Camera di commercio

Esecuzione della verifica periodica degli strumenti da parte della Camera di commercio

In considerazione dell’ormai prossima fine del periodo transitorio del D.M. 93/2017, che prevede che dal 17/03/2019 le Camere di commercio non potranno più fare attività di verificazione periodica, ma solo di vigilanza sulla strumentazione metrologico-legale, nel corso dei primi mesi del 2019, il settore provvederà prevalentemente alla sola evasione delle verifiche già ricevute entro il 31/12/2018.

In particolare, per le verifiche presso il luogo di utilizzo, si specifica quanto segue:

  • Per i distributori di carburante stradali della provincia, non si accettano più richieste di verificazione periodica a partire dal 01/01/2019

  • Per strumenti diversi da quanto sopra riportato si accettano richieste di verifica da parte dei titolari metrici, sino al 31/01/2019

Per i soli strumenti per pesare a funzionamento non automatico (bilance), sottoposte a verifica presso il laboratorio del settore, l’attività proseguirà sino al 13/03/2019.

Per le verificazioni periodiche non più eseguite dalla Camera di commercio di Torino, è possibile rivolgersi, come previsto dal D.M. 93/2017, esclusivamente a soggetti accreditati, i cui elenchi sono pubblicati ai seguenti link:

Per le attività residuali, per le modalità, i costi e i modelli da utilizzare, si rimanda alla pagina modulistica.

 

Obblighi dei titolari degli strumenti

  • comunicare la data di inizio o fine utilizzo dello strumento alla Camera di commercio entro 30 giorni dalla sua messa in servizio o dismissione (modulistica);
  • richiedere la prima e le successive verificazioni periodiche secondo le cadenze stabilite dall'art. 4 c.3 del D.M. 93/2017 (periodicità di verificazione) , a seguito della naturale scadenza o della riparazione degli strumenti che comporti la rimozione di sigilli legali;
  • curare l’integrità del contrassegno e dei sigilli legali e provvisori applicati dal riparatore (riparazione degli strumenti in uso);
  • conservare i libretti metrologici e l'eventuale documentazione prescritta;
  • curare il corretto funzionamento degli strumenti non utilizzarli se palesemente difettosi o inaffidabili dal punto di vista metrologico.

 

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
Average: 1.5 (4 votes)

Aggiornato il: 31/12/2018 - 10:15

A chi rivolgersi