Storie di alternanza: premiati gli studenti

Comunicato stampa del 28/05/2018

Ai primi classificati un buono da 1.200 euro da spendere in buoni viaggio per visite scolastiche didattiche. A settembre nuova edizione del Premio.

Si è svolta questa mattina a Torino Incontra la cerimonia di premiazione dei filmati vincitori del Premio Storie di Alternanza, presieduta da Vincenzo Ilotte, Presidente della Camera di commercio di Torino, e da Renato Bellavita, Presidente del Protocollo Interistituzionale per l’Alternanza Scuola Lavoro e Componente della Giunta camerale.

La voce dei ragazzi rappresenta la migliore testimonianza dell’utilità dell’alternanza scuola-lavoro – ha commentato il Presidente Ilotte. – Nei video realizzati sono gli stessi studenti a raccontare il percorso vissuto, evidenziandone i punti di forza, tra cui la crescita personale e professionale, la buona accoglienza ricevuta e l’importanza dei tutor aziendali. Questi filmati sono per noi uno strumento utile da diffondere, per continuare a far crescere la cultura dell’alternanza sul nostro territorio, che ad oggi vede già più di 1.500 imprese pronte ad accogliere studenti”.

Nei video presentati quest’anno si parla di progetti come la rilevazione delle gallerie sotto la Cittadella, di edifici ecosostenibili, di cuffie smart per nuotatori, di Internet of Things, di nuove installazioni per Luci d’Artista, di ricerche astronomiche, di mediazione culturale e linguistica per migranti, di allestimenti per mostre e percorsi museali. I ragazzi dei licei e degli istituti professionali si sono messi in gioco in prima persona raccontando le loro storie con grande inventiva e  senza fermarsi di fronte ai problemi tecnici: i video infatti sono girati indifferentemente con videocamere, fotocamere, telefonini, montati con software professionali o applicazioni trovate on line.

Molti studenti hanno scelto di raccontare la propria storia con un taglio giornalistico, altri con un taglio documentaristico, alcuni con il distacco di una voce narrante fuori campo, altri affidando il racconto alla voce dei protagonisti intervistati. Tutti comunque hanno evidenziato il proprio coinvolgimento personale e sono riusciti nel difficile compito di catturare l'interesse e la curiosità di chi guarda.

Il premio “Storie di alternanza” è un’iniziativa promossa da Unioncamere nazionale e dalle Camere di commercio italiane con l’obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai racconti delle esperienze d’alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli istituti scolastici italiani di secondo grado.

L’iniziativa mira ad accrescere la qualità e l'efficacia dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, facendone, con la collaborazione attiva delle imprese e degli enti ospitanti, un’esperienza davvero significativa per gli studenti attraverso il “racconto” delle attività svolte e delle competenze maturate.

Il premio Storie di alternanza

Il Premio è suddiviso in 2 categorie: Licei e Istituti tecnici e professionali. Sono ammessi a partecipare gli studenti, singoli o in gruppo, che hanno svolto e concluso un percorso di alternanza scuola-lavoro e hanno realizzato un racconto multimediale (video) che presenti l’esperienza di alternanza realizzata, le competenze acquisite e il ruolo dei tutor (scolastici ed esterni).

Due sono state le sezioni di partecipazione per l’anno scolastico 2017/2018: il I semestre  2017 (scad. 27 ottobre ‘17) e I semestre 2018 (scad. 20 aprile ’18). I migliori filmati della seconda sessione del 2017 e del I semestre 2018 sono stati premiati con buoni viaggio per visite scolastiche didattiche, così suddivisi:

- 1° premio buono del valore complessivo di 1.200 euro

- 2° premio buono del valore complessivo di 800 euro

- 3° premio buono del valore complessivo di 500 euro.

Il Premio prevede, infine, due livelli di partecipazione: il primo locale, promosso e gestito dalla Camera di commercio di Torino, il secondo nazionale, gestito da Unioncamere, a cui si accede solo se si supera la selezione locale.

A settembre partirà la nuova edizione del Premio Storie di Alternanza (II sessione 2018 dal 1° settembre al 26 ottobre 2018 e I sessione 2019 dal 1° febbraio al 19 aprile 2019), per la quale sono previsti ulteriori premi a livello locale e nazionale.

I premiati - Sessione I semestre 2018

LICEI

1° classificato  

Primo Liceo Artistico di Torino - Dal Museo Pietro Micca all’architettura militare - Un progetto triennale di alternanza in cui l’innovazione rende la storia “accessibile” a tutti. La realizzazione di un percorso virtuale delle gallerie del Museo Pietro Micca dà la possibilità di percorrerle anche a chi non può recarsi fisicamente all’interno del museo. Fondamentale l’intervento del tutor esterno, guida e accompagnatore in tutte le escursioni sotterranee degli studenti.

2° classificato

Liceo Mazzarello di Torino - Alfa Architects - Diventerà una start up? Ecco la sfida che può offrire un’esperienza in simulazione d’impresa o meglio la simulazione di lavorare in uno studio di architettura, illustrata dagli studenti della 3° liceo scientifico - scienze applicate nell’ambito di un lavoro di progettazione di un edificio, la cui chiave progettuale è l’armonia di tutte le sue parti.

3° classificato

Liceo Mazzarello di Torino -Tandem Linguistico - Alternanza scuola lavoro può essere anche solidarietà intesa come interazione fra persone di culture diverse: ”L’anima di tutti ha lo stesso colore”. Un percorso co-progettato dal Liceo Mazzarello con l’Ufficio Pastorale Migranti, Sermig, Arsenale della pace con l’obiettivo di avvicinare gli studenti del liceo linguistico al tema delle migrazioni, mettendoli direttamente in contatto con giovani migranti e facendo conoscere loro le figure professionali che lavorano in questo ambito.

ISTITUTI TECNICI

1° classificato

Istituto Avogadro di Torino – Illuminato – Un progetto nel progetto – Grazie a questo percorso di alternanza che “illumina” la strada del lavoro, Torino avrà una luce d’artista in più. Tradurre i saperi acquisiti nel percorso di studi in un saper fare innovativo e sostenibile, creare competenze trasversali e tecniche molto richieste dal mondo del lavoro, sono le peculiarità che sintetizzano al meglio il progetto di alternanza dell’intera classe terza B Elettronici “adottata” per tre anni dal Gruppo Iren.

2° classificato

Istituto Europa Unita di Chivasso – Scuola-Azienda: andata e ritorno per un obiettivo comune - Conoscere, fare, essere e orientare: l’alternanza occasione per pensare al proprio futuro. È con queste parole che i tre ragazzi dell’Istituto sintetizzano le esperienze di alternanza sperimentate, grazie alle quali hanno avuto modo di vivere da vicino il mondo del lavoro, cogliendone l’opportunità per ripensare alle proprie inclinazioni professionali e scelte future.

3° classificato

Istituto Cena di Ivrea – La finestra per la mia vita – Uno studente dell’indirizzo Costruzione Ambiente e Territorio attraverso il proprio punto di osservazione raccoglie, con il video-racconto, tutte le esperienze da lui vissute nei progetti di alternanza organizzati dalla sua scuola. “L’alternanza può essere l’attività che trasforma i muri della scuola in finestre per la vita”.

I premiati - Sessione I semestre 2017

LICEI

Nella sezione Licei si è distinto il Liceo Erba con i progetti:

- 1° classificato “Danza espressione d'arte nel mondo del lavoro”

- 2° classificato “Alternanza in palcoscenico per lavorare nel mondo dello spettacolo” 

Anche il teatro e la danza fanno infatti parte del mondo dell’alternanza scuola-lavoro e la realtà rappresentata nel video-racconto testimonia proprio la successione tra momenti di studio e momenti di lavoro.

ISTITUTI TECNICI

1° classificato l’Istituto J. Beccari di Torino con il progetto “Scopritalento Jobshow”. Nel video sono raccolte le diverse esperienze di alternanza svolte dagli studenti presso laboratori di pasticceria e panetteria nelle quali parole come “passione” e “arte” sono la sintesi perfetta per testimoniare la quotidianità di questi mestieri.

 

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?: 
No votes yet

Aggiornato il: 28/05/2018 - 15:03

A chi rivolgersi