Bando voucher SPRINT 2021

Più di 2 milioni di euro per la nuova edizione di SPRINT, il bando per aiutare le piccole imprese ad affrontare la situazione di crisi causata dall’emergenza COVID-19

ELENCO IMPRESE AMMESSE E NON AMMESSE AL BANDO SPRINT 2021

Con Determinazione nr. 125/A-SG del 18/06/2021, successivamente modificata con Determinazione nr. 140/A-SG del 08/07/2021, sono stati approvati gli elenchi delle domande ammissibili, non ammissibili e delle domande per le quali l’istruttoria è sospesa, in attesa delle integrazioni richieste alle imprese. Successivamente, in seguito alla corretta registrazione degli aiuti individuali nel Registro Nazionale degli Aiuti di Stato (RNA) o SIAN, con Determinazione nr. 151/A-SG del 16/07/2021 è stato approvato l'elenco delle imprese ammissibili alla concessione, completo di codici COR e CUP. .

Per le imprese insertite nell'elenco delle domande ammesse il voucher sarà liquidato senza necessità di presentare ulteriore documentazione, secondo quanto previsto dall’art. 11 del Bando, previa acquizione di un DURC regolare in corso di validità. Per l'invio di richieste di chiarimenti e ogni altro tipo di comunicazione inerente alla domanda di agevolazione vi invitiamo a contattare la Camera di commercio di Torino tramite PEC:  innovazione@to.legalmail.camcom.it   . 

Il Bando SPRINT 2021

Presentazione

Con il Bando S.P.R.I.N.T. (Sostegno Progetti Ripartenza Imprese & Nuove Tecnologie) 2021 la Camera di commercio di Torino intende, tramite l’erogazione di contributi a fondo perduto (v. art. 3 del Bando), sostenere l’adozione di tecnologie digitali e strumenti, informatici e non, per la riorganizzazione a fronte dell’emergenza COVID-19 e aumentare la capacità di risposta delle imprese all’emergenza, garantendone la continuità delle attività e rafforzandone le potenzialità di ripresa in tempi rapidi. 

Le risorse complessivamente stanziate a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a complessivi Euro 2.400.000,00.

IL BANDO

Si riporta di seguito un estratto non esaustivo del Bando al fine di illustrare brevemente obiettivi, entità, criteri di ammissibilità e procedura di richiesta del contributo da parte delle imprese. Tuttavia, si invita vivamente a consultare il testo integrale del Bando disponibile per il download a fondo pagina nella sezione "Allegati".

Soggetti beneficiari (art. 2)

Possono presentare domanda ai sensi del presente Bando le microimprese e le piccole imprese così come definite dall’Allegato I (v. in particolare l’art. 2, commi 2 e 3) al Regolamento n. 651/2014 della Commissione europea nonché gli altri soggetti che esercitano un’attività economica iscritti al REA, aventi sede legale e/o unità locali – al momento della presentazione della domanda - nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Torino e in possesso dei seguenti requisiti:

a) essere attive, regolarmente iscritte al Registro delle Imprese nonché in regola con il pagamento del diritto annuale;
b) non essere soggette a procedure concorsuali per insolvenza ai sensi del diritto nazionale e non avere ricevuto aiuti per il salvataggio o aiuti per la ristrutturazione;
c) ai sensi dell’art. 4, comma 6, del D.L. 95 del 6 luglio 2012, convertito nella L. 7 agosto 2012, n. 135, le agevolazioni non potranno essere concesse ai soggetti che abbiano forniture in essere con la Camera di commercio di Torino.

Si specifica inoltre le imprese richiedenti devono avere assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro di cui al D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni e integrazioni. La posizione contributiva delle imprese sarà oggetto di verifica d’ufficio da parte della Camera di commercio di Torino. Nel caso in cui sia accertata un’inadempienza contributiva, la Camera di commercio di Torino tratterrà pagamento l'importo corrispondente all'inadempienza, che sarà corrisposto direttamente agli enti previdenziali e assicurativi, ai sensi dell’art. 31, comma 8-bis, decreto-legge 69/2013 convertito dalla legge 98/2013.

Tipologia ed entità dell'agevolazione (art. 3)

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher, a copertura del 50% delle spese sostenute e ritenute ammissibili , con un importo massimo del voucher pari a Euro 3.000,00.
L’investimento minimo per partecipare al Bando è fissato in Euro 1.000,00; non è previsto invece un tetto massimo dell’investimento.

Gli aiuti di cui al presente Bando sono concessi ai sensi della sezione 3.1 “Aiuti di importo limitato” della Comunicazione della Commissione “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” del 19.03.2020 (G.U. del 20.03.2020) e successive modificazioni, nel quadro del regime autorizzato SA 57021.

Per effetto di quanto disposto dall’art. 10 bis (“Detassazione di contributi, di indennità e di ogni altra misura a favore di imprese e lavoratori autonomi, relativi all'emergenza COVID-19”) del D.L. n. 137 del 28 ottobre 2020, convertito con modificazioni dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176, al contributo non si applica la ritenuta d’acconto del 4% di cui all’art. 28 c. 2 del D.P.R. n. 600/1973.

Spese ammissibili (art. 4)

Sono ammissibili le spese per acquisto di beni (nuovi e/o usati) e servizi strumentali, nonché servizi di consulenza e formazione, finalizzate a fronteggiare l’emergenza COVID 19, riferite alle seguenti tipologie:

  1. spese per acquisto o locazione di notebook e PC, tablet, pendrive USB, stampanti, scanner e relativi accessori purché finalizzati al lavoro a distanza;

  2. spese per acquisto o locazione di apparati orientati alla telematizzazione delle attività: webcam, microfono, altoparlanti, sistemi integrati per la videoconferenza (ivi incluso apparecchi fotografici, purché legati al lavoro a distanza e alla attività on line);

  3. spese per acquisto di tecnologie e servizi in cloud in grado di garantire forme di collaborazione a distanza, incluse spese e contratti per abbonamento a servizi in cloud in modalità software as a service;

  4. spese per acquisto e installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup / ripristino dei dati e sicurezza di rete;

  5. spese per configurazione delle reti e degli strumenti per il lavoro a distanza;

  6. spese per software per servizi all’utenza (es. siti web, app, integrazioni con provider, servizi di pagamento, piattaforme e-commerce e sistemi di delivery);

  7. spese per acquisto di strumentazione e servizi per la connettività (es. modem e router Wi-Fi, switch, antenne, - sono esclusi i dispositivi di telefonia mobile).

  8. spese di consulenza e di formazione strettamente connesse agli investimenti precedenti;

  9. spese di consulenza e formazione per la messa in sicurezza delle strutture aziendali, necessarie per allinearsi alle norme in tema di gestione dell’emergenza sanitaria collegata al COVID-19;

  10. spese per acquisto di materiale per delimitare spazi e marcare distanze di sicurezza;

  11. spese per acquisto di strumenti per la misurazione della temperatura corporea delle persone che entrano in contatto con la struttura e sistemi di controllo accessi;

  12. spese per acquisto di barriere separatorie (schermi in vetro, pannelli in plexiglass,…);

  13. spese per acquisto di materiale segnaletico e informativo.                 

In considerazione della finalità del presente Bando, volto a fronteggiare le difficoltà per le imprese innescate dall’emergenza COVID, sono ammissibili le spese effettivamente sostenute a partire dal 23/02/2020 fino alla data di presentazione della domanda, a fronte di fatture o altri giustificativi di spesa, esclusivamente intestati all’impresa richiedente il voucher, con data successiva al 22/02/2020.

NB: non saranno ammissibili le spese per le quali i richiedenti abbiano già ottenuto dalla Camera di commercio di Torino, per gli stessi costi ammissibili, la liquidazione di sostegno economico ai sensi del Bando Voucher SPRINT – Anno 2020 o del Bando per la concessione di voucher alle imprese per la formazione di competenze per gestire l'emergenza e il rilancio produttivo - Anno 2020.

Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA, il cui computo non rientra nelle spese ammesse, ad eccezione del caso in cui il soggetto beneficiario sostenga realmente ed effettivamente il costo dell’IVA senza possibilità di recupero. In tal caso, il soggetto beneficiario dovrà obbligatoriamente dichiarare nel Mod S.01/21 che l’IVA riguardante le spese per le quali si richiede il contributo costituisce un costo, specificandone il motivo.

Fornitori (art. 5)

Un fornitore di beni e/o di servizi non può essere fornitore dell’impresa beneficiaria con la quale è in rapporto di controllo/collegamento – ai sensi dell’art. 2359 del Codice civile – e abbia assetti proprietari sostanzialmente coincidenti.

Cumulo (art. 7)

Gli aiuti di cui al presente Bando sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili:

a)   con altri aiuti di cui al “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”;

b)   con aiuti di cui ai regolamenti de minimis o concessi ai sensi di un regolamento di esenzione a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme relative al cumulo previste da tali regolamenti.

Si precisa che tali aiuti non sono cumulabili con gli aiuti ricevuti ai sensi dei due Bandi camerali specificati all’art. 4 (v. sopra).

Presentazione della domanda (art. 8)

Le richieste di voucher devono essere trasmesse, a pena di esclusione, esclusivamente in modalità telematica, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, presente sul sito http://webtelemaco.infocamere.it, dalle ore 9.00 del 22/03/2021 alle ore 17.00 del 07/04/2021 (la chiusura è stata anticipata , rispetto a quella prevista dal bando per il 30/04/2021, per esaurimento dei fondi disponibili).  Non saranno considerate ammissibili altre modalità di trasmissione delle domande di ammissione al voucher. La data di chiusura del Bando potrà essere anticipata a fronte dell’esaurimento delle risorse finanziarie disponibili: l’eventuale chiusura anticipata verrà resa nota attraverso la pubblicazione di un apposito avviso su questa stessa pagina del sito

L’invio della domanda può essere delegato ad un intermediario abilitato all’invio delle pratiche telematiche, indicandolo nel modulo di procura Mod. S.03/21, sottoscritto con:

• firma autografa del titolare/legale rappresentante dell’impresa richiedente, corredato da documento d’identità valido e, una volta acquisito tramite scansione, allegato con firma digitale valida dell’intermediario;

• oppure con firma digitale.

NB: Si informa che, per completare la registrazione al sistema Webtelemaco, la società InfoCamere S.c.p.a impiega fino a 2 giorni lavorativi.

moduli da allegare alla domanda sono pubblicati nella sezione "Allegati" al fondo di questa pagina .

 Le istruzioni dettagliate relative alla modalità di presentazione della domanda tramite Webtelemaco sono disponibili per il download a fondo pagina nella sezione "Allegati"..

Alla pratica telematica relativa alla richiesta di voucher, dovrà essere allegata la seguente documentazione, firmata digitalmente (estensione .p7m) dal legale rappresentante dell’impresa. Nel caso di pratiche inviate tramite intermediario (v. sopra), la documentazione potrà essere firmata digitalmente dall’intermediario abilitato all’invio della pratica; in questo caso però i Moduli S.01/21, S.03/21 e S.04/21 dovranno essere sottoscritti con firma autografa dal titolare/legale rappresentante dell’impresa, allegando copia del documento di identità valido del soggetto sottoscrittore:

  • MODELLO BASE generato dal sistema;

  • ALLEGATI OBBLIGATORI AL MODELLO BASE (NB: la mancanza di uno degli allegati obbligatori comporta l’esclusione della domanda):

I. Mod. S.01/21: Modulo di domanda compilato in ogni sua parte

II. Mod. S.02/21: Prospetto descrittivo dell’intervento e delle spese (foglio di calcolo compilabile);

III. Documentazione comprovante la spesa effettuata, da allegare per ogni singola spesa:

a) fatture e altri documenti fiscali, univocamente riferibili al soggetto richiedente, relativi all’acquisto di beni e servizi per cui si richiede il contributo, dai quali si evincano con chiarezza le singole voci di costo;

b) evidenze di pagamenti effettuati dal beneficiario ai fornitori con bonifico bancario o postale o altra tipologia che consenta la piena tracciabilità delle operazioni. Si specifica che non saranno ammessi mandati di pagamento, ordini di bonifico e pagamenti in contanti. In caso di pagamento con carta di credito o debito, è necessario allegare l’estratto conto della carta di credito o bancario intestato all’impresa o al legale rappresentante.

  • ULTERIORI ALLEGATI EVENTUALI AL MODELLO BASE:

              IV. Mod S03/21 (da allegare solo in caso di delega a intermediario per la presentazione e/o firma della domanda): Modulo di procura
              
    V. Mod S04/21 - Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà per soggetti che non hanno posizione inps/inail

I moduli S01/21, S02/21, S03/21, S04/21 sono disponibili su questa stessa pagina internet (v. sotto, sezione "Moduli")

È ammissibile al contributo una sola richiesta di voucher per ciascuna impresa.

 

Valutazione delle domande, formazione delle graduatorie, concessione del contributo (art. 9)

È prevista una procedura a sportello valutativo (di cui all’art. 5 comma 3 del D.lgs. 31 marzo 1998, n. 123) secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

Una volta completata l’istruttoria, entro 90 giorni dalla presentazione di ciascuna istanza (in caso di richiesta di integrazioni, farà fede la data di presentazione delle integrazioni da parte del beneficiario), con Determinazione dirigenziale, ed in base all’ordine temporale di arrivo di ogni istanza, la stessa verrà inserita nei seguenti elenchi alternativi:

1. Elenco delle domande ammesse a contributo e liquidabili;
2. Elenco delle domande non ammesse (per mancato superamento dell’istruttoria);
3. Elenco delle domande ammesse a contributo  non finanziabili per esaurimento delle risorse disponibili.

Si precisa che l’assegnazione delle agevolazioni rimane subordinata alla corretta registrazione dell’aiuto individuale nel Registro Nazionale degli Aiuti di Stato (RNA) o SIAN (Sistema informativo agricolo nazionale) a cura della Camera di commercio di Torino.

I MODULI

*Attenzione! Il formato .ods potrebbe non evidenziare il risultato del calcolo della colonna I59-Totale contributo. Questo dato, peraltro facilmente calcolabile -50% spese ammissibili fino a max contributo € 3.000, non è tuttavia indispensabile e non compromette la validità dei dati riportati nella tabella ai fini dell'istruttoria. Si consiglia di compilare il modulo non aprendolo direttamente dal web, ma dopo averlo scaricato sul proprio dispositivo, in questo modo il problema sopra descritto potrebbe essere ovviato.

 

LE FAQ (aggiornamento: 19/03/2021)

SOGGETTI AMMISSIBILI 

DOMANDA: Sono un professionista con partita IVA, posso partecipare al bando SPRINT 2021? 

 Ai sensi dell'art. 2 del Bando SPRINT, non possono partecipare i professionisti possessori della sola Partita IVA. Possono partecipare solo imprese micro e piccole regolarmente iscritte al registro imprese della Camera di commercio di Torino o altri soggetti che esercitano un’attività economica iscritti al REA, aventi sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Torino.  

DOMANDA: Sono una media impresa, posso partecipare al bando? 

RISPOSTA: NO, ai sensi dell'art. 2 del Bando SPRINT 2021, sono ammesse solo le microimprese e le piccole imprese; sono pertanto escluse le medie imprese. La definizione è quella contenuta nel Regolamento UE nr. 651/2014 , allegato I.

Per ulteriori informazioni segnaliamo anche la  “Guida dell’utente alla definizione di PMI” della Commissione Europea. 

DOMANDA: Buongiorno, dalla lettura del bando in oggetto, si evince che oltre alle micro e piccole imprese possano partecipare anche “gli altri soggetti che esercitano un’attività economica iscritti al REA” quindi anche le grandi imprese. Il modulo S.01/21 invece prevede unicamente le micro e piccole imprese. Potete fornire ulteriori chiarimenti in merito?

RISPOSTA: Le grandi imprese (così come le medie) sono escluse dal bando SPRINT.

DOMANDA: In merito al Bando “Voucher SPRINT 2021” volevo chiedere gentilmente se possono partecipare le aziende agricole con attività principale di coltivazione o allevamento

RISPOSTA: Sì, possono partecipare

DOMANDA: Ho già ottenuto il voucher per il bando SPRINT 2020, posso presentare domanda anche sul bando SPRINT 2021?

RISPOSTA: Sì, ma non per le stesse spese per le quali un contributo sia già stato erogato in base a uno dei seguenti bandi della Camera di commercio di Torino:

  • Bando SPRINT 2020

  • Bando per la concessione di voucher alle imprese per la formazione di competenze per gestire l'emergenza e il rilancio produttivo - Anno 2020

    Quindi ad esempio se l’impresa ha acquistato un notebook per il quale ha ricevuto il contributo SPRINT 2020, lo stesso prodotto non potrà più essere ammesso al contributo di SPRINT 2021. In caso di dubbio, la verifica verrà effettuata sulla fattura allegata alla domanda.

CONTRIBUTO CONCESSO

DOMANDA: qual è la modalità di erogazione/fruizione del voucher? 

RISPOSTA: si tratta di un contributo a fondo perduto, che verrà liquidato, in caso di esito favorevole dell’istruttoria, sull'IBAN indicato dal richiedente in fase di compilazione della pratica su webtelemaco. 

SPESE AMMISSIBILI 

DOMANDA: Ho già ottenuto il voucher per il bando SPRINT 2020, posso presentare domanda anche sul bando SPRINT 2021?

RISPOSTA: Sì, ma non per le stesse spese per le quali un contributo sia già stato erogato in base a uno dei seguenti bandi della Camera di commercio di Torino:

  • Bando SPRINT 2020

  • Bando per la concessione di voucher alle imprese per la formazione di competenze per gestire l'emergenza e il rilancio produttivo - Anno 2020

    Quindi ad esempio se l’impresa ha acquistato un notebook per il quale ha ricevuto il contributo SPRINT 2020, lo stesso prodotto non potrà più essere ammesso al contributo di SPRINT 2021. In caso di dubbio, la verifica verrà effettuata sulla fattura allegata alla domanda.

DOMANDA: Vorrei chiedere se le spese per SPRINT 2021 sono cumulabili con i contributi ricevuti con il bando di Unioncamere Piemonte "BANDO Contributi per lo sviluppo di un approccio ambientale nelle MPMI - Smart working"

RISPOSTA: Sì, le spese sono cumulabili con il citato bando di Unioncamere Piemonte, nei limiti posti dall’articolo 7 del bando

DOMANDA: Vorrei sapere se i sistemi di purificazione e sanificazione dell'aria rientrano negli strumenti rimborsabili dal bando SPRINT 2021 

RISPOSTA: no, questo tipo di spese non sono ammesse 

DOMANDA: Leggendo il bando ho notato che le operazioni sono al netto IVA, “a eccezione del caso in cui il soggetto beneficiario sostenga realmente ed effettivamente il costo dell’IVA senza possibilità di recupero”. Se si rientrasse in questo caso, cosa occorre fare? 

RISPOSTA: In questi casi si potrà inserire l’importo al lordo dell’IVA, ma nel Modulo di domanda S.01/21 occorrerà barrare la casella “l’imposta sul valore aggiunto (IVA) riguardante le spese per le quali si richiede il contributo COSTITUISCE UN COSTO”, specificandone i motivi

DOMANDA: le ritenute d'acconto vengono accettate come documenti di acquisto del bene / servizio 

RISPOSTA: sì, purché accompagnate dalla prova del pagamento 

DOMANDA: è ammissibile l’acquisto di beni usati? 

RISPOSTA: Sì (v. art. 4 del Bando)  

DOMANDA: è possibile includere tra le spese canoni per l'acquisto di tecnologie e servizi?  

RISPOSTA: Sì 

DOMANDA: E' possibile presentare domanda per spese ancora da effettuare, allegando i relativi preventivi? 

RISPOSTA: No, il bando SPRINT 2021 (art. 4) ammette solo la possibilità di presentare spese già sostenute a partire dal 23/02/2020 fino alla data di presentazione della domanda. Tali spese dovranno pertanto essere comprovate con fatture (o altri documenti fiscali) e le relative evidenze di pagamento, così come previsto dall’art. 8.

DOMANDA: è ammissibile un acquisto in leasing? 

RISPOSTA: è ammissibile un acquisto in leasing, ma potranno essere rendicontati solo i canoni compresi nel periodo di ammissibilità delle spese (dal 23/02/2020 fino alla data di presentazione della domanda) 

DOMANDA: Sono ammissibili tra le spese i materiali di consumo (esempio: il toner)?

RISPOSTA: non sono ammissibili

DOMANDA: Sono ammissibili sono ammesse le spese di gestione di pagine facebook, instagram, mailinglist etc?

RISPOSTA: le spese da lei indicate possono essere considerate nella categoria 8 dell’art. 4, è importante che nel Mod S.02/21 , campo testuale "DESCRIZIONE DEL PROGETTO", venga spiegata bene la corrispondenza delle spese con le finalità descritte nell'art. 1 del bando

DOMANDA: Vorrei prendere un pc per la società di fascia molto elevata, e il venditore mi dà la possibilità di poterlo pagare a rate. Il voucher del 50% vale lo stesso per l'intero importo, anche se lo pago a rate? Oppure vale solo per le spese sostenute fino al momento della presentazione domanda (quindi in pratica solo l'acconto o la prima rata)?

RISPOSTA: le spese accettate saranno solo quelle sostenute fino alla data di presentazione della domanda, quindi nel caso in questione solo le rate già pagate

FORNITORI 

DOMANDA: ho letto il testo del bando in oggetto e non ho trovato vincoli geografici per l’acquisto di beni e/o consulenza. Vi chiedo quindi di confermarci se sono accettate anche spese documentate con fatture estere 

RISPOSTA: Non ci sono limiti geografici, quindi vanno bene fornitori esteri, fermo restando quanto indicato all'art. 5 del bando. 

MODULISTICA 

DOMANDA: Devo trasformare in formato PDF il file Mod S.02/21 prima di firmarlo digitalmente?

RISPOSTA: NO, bisogna firmare digitalmente il foglio di calcolo senza prima trasformarlo in PDF

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 

DOMANDA: Come invio la richiesta di voucher? 

RISPOSTA: La richiesta va inviata esclusivamente on line tramite lo sportello telematico “Contributi alle imprese” della piattaforma Webtelemaco (http://webtelemaco.infocamere.it) – con user id e password dell’impresa. Per completare la registrazione al sistema Webtelemaco, la società InfoCamere S.c.p.a impiega fino a 2 giorni lavorativi. 

DOMANDA: E’ ammessa la delega a un soggetto terzo per l’invio della domanda tramite webtelemaco? 

RISPOSTA: Sì, è ammessa. In questo caso sarà però indispensabile allegare alla domanda il Mod di procura Mod S.03/21.

DOMANDA: la nostra Impresa è già registrata in WebTelemaco, ma entrando con le credenziali non capisco quale è il percorso per la presentazione delle domande . Sulla pagina https://webtelemaco.infocamere.it/newt/redirectNuovoTelemaco.action  trovo una voce CONTRIBUTI ALLE IMPRESE, che mi pare la più probabile, ma mi risponde ‘’utente  non abilitato alla risorsa’’ 

RISPOSTA: può darsi che la vostra impresa sia abilitata a Webtelemaco, ma per servizi diversi da quello dell'invio pratiche contributo.  Segnaliamo, per aspetti tecnici legati al  sistema Webtelemaco, il Contact Center Infocamere 049 2015215 .

DOMANDA: per l’invio della domande è richiesto il versamento dell’imposta di bollo? 

RISPOSTA: No 

DOMANDA: ho le credenziali SPID, le posso usare per firmare digitalmente i documenti? 

RISPOSTA: no, in quanto SPID garantisce l'accesso ai servizi digitali della PA,.  A differenza della firma digitale non consente la sottoscrizione di documenti/contratti, etc.. 

DOMANDA: posso accorpare in un unico file tutte le fatture e le prove di pagamento alla pratica telematica? 

RISPOSTA: sì, anzi, è richiesto dall’art. 8 del Bando. I moduli S.01/21, S.02/21 e S.03/21 e S.04/21 devono invece essere firmati e allegati separatamente. 

DOMANDA: cosa devo allegare alla domanda inviata tramite Webtelemaco?

RISPOSTA: L’elenco degli allegati è specificato all’art. 8 del Bando, che invitiamo a leggere attentamente. Ricordiamo comunque che dovranno SEMPRE essere allegati, pena la non ammissibilità della domanda:

  • MODELLO BASE generato dal sistema webtelemaco

  • Mod. S.01/21: Modulo di domanda

  • Mod. S.02/21: Prospetto descrittivo dell’intervento e delle spese

  • Documentazione comprovante la spesa effettuata, da allegare per ogni singola spesa: fatture e altri documenti fiscali + evidenze dei relativi pagamenti

Possono inoltre essere allegati, in base alla situazione:

  • Mod S.03/21 - Modulo di procura

  • Mod S.04/21 - Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà per soggetti che non hanno posizione Inps/Inail

  • Documento di identità valido del soggetto titolare/legale rappresentante dell’impresa richiedente, qualora deleghi un intermediario alla firma della domanda

DOMANDA: i documenti da allegare alla domanda devono essere firmati digitalmente?

RISPOSTA: SI, tutti i documenti devono essere firmati digitalmente (estensione .p7m) dal legale rappresentante dell’impresa. Il bando (art. 8) prevede la possibilità di delegare un intermediario sia alla presentazione della domanda, sia alla firma digitale dei documenti: in questo caso però i moduli S.01/21, S.03/21 e S.04/21 dovranno essere sottoscritti con firma autografa dal titolare/legale rappresentante dell’impresa, allegando copia del documento di identità valido del soggetto sottoscrittore.

DOMANDA: Ho dimenticato di inviare, con la pratica telematica, uno o più degli allegati obbligatori. Posso regolarizzare la domanda inviando via PEC gli allegati mancanti? 

RISPOSTA: No, non è possibile. L’art. 8 del bando prevede infatti espressamente che tutti gli allegati previsti dal medesimo articolo debbano essere allegati alla pratica telematica a pena di esclusione.

L’impresa che si rende conto di aver inviato una domanda incompleta potrà però inviarne una nuova (completa), fino a chiusura dello sportello telematico, ma in questo caso ai fini dell’ordine cronologico di valutazione della domanda varrà la data del secondo invio (cioè della domanda completa).

DOMANDA: Ho visto su webtelemaco che la pratica ha avuto esito positivo dalla istruttoria.

L'esito positivo comporta la conferma del finanziamento totale indicato nel file excel?

RISPOSTA: in questa fase l'unica cosa che vale per l'impresa è che al termine della spedizione riceva il numero di protocollo. L'indicazione dell'esito positivo si riferisce solo al corretto invio della pratica e non dell'istruttoria, che non è ancora stata effettuata. La valutazione delle domande e la relativa comunicazione sulla concessione o meno del voucher verrà effettuata conformemente all'art. 9 del bando.

DOMANDA: Ho inviato la domanda di voucher, ma su webtelemaco la pratica risulta “con esito negativo”, significa che è stata respinta?

RISPOSTA: No, in questa fase l'unica cosa che vale per l'impresa è che al termine della spedizione riceva il numero di protocollo. L’esito negativo si riferisce ad alcuni controlli automatici effettuati dal sistema, ma non comporta automaticamente il rigetto della domanda. La valutazione delle domande e la relativa comunicazione sulla concessione o meno del voucher verrà effettuata conformemente all'art. 9 del bando.

DOMANDA: ho ricevuto tramite webtelemaco l’esito di pratica “sospesa ”, cosa vuol dire ?

RISPOSTA: In questa fase l'unica cosa che vale per l'impresa è che al termine della spedizione riceva il numero di protocollo.  Le verifiche effettuate in automatico da Webtelemaco sulla regolarità del pagamento del Diritto Annuale non comportano automaticamente il rigetto della domanda, in quanto saranno oggetto di ulteriori verifiche da parte della Camera di commercio di Torino.

 

Contatti e informazioni

Le richieste di informazioni relative al contenuto del bando devono essere inviate via mail a sprint@to.camcom.it .  A causa delle numerose richieste di assistenza, si prega, ove possibile, di non utilizzare il canale telefonico.
Le risposte relative a domande di interesse generale saranno pubblicate nella presente pagina sotto forma di FAQ.

Eventuali comunicazioni ufficiali inerenti alla domanda di agevolazione si possono inviare tramite PEC a innovazione@to.legalmail.camcom.it

Per  problemi tecnici legati al sistema Webtelemaco è invece possibile contattare: Contact Center Infocamere tel. 049 2015215.

Per rilascio dispositivi firma digitale

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
Average: 2.8 (8 votes)

Aggiornato il: 19/07/2021 - 09:51