Pubbliche amministrazioni

Il sistema camerale ha predisposto il sito internet verifichepa.infocamere.it per consentire alle pubbliche amministrazioni un accesso diretto alla banca dati del Registro Imprese.

A seguito dell’entrata in vigore della legge 183/2011, relativa alla c.d. “decertificazione”, al fine di consentire alle pubbliche amministrazioni un accesso diretto alla banca dati del Registro delle imprese, in modo da effettuare controlli sulle autocertificazioni presentate loro dai soggetti privati, il sistema camerale ha predisposto un apposito sito internet all’indirizzo:

https://verifichepa.infocamere.it
Verifiche PA

Nel medesimo portale, inoltre, le pubbliche amministrazioni possono richiedere anche elenchi degli indirizzi di posta elettronica certificata (PEC) delle imprese che li abbiano regolarmente denunciati al Registro delle imprese.
Per accedere al sito è necessario che la Pubblica amministrazione interessata sia iscritta nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA): www.indicepa.gov.it.

Le pubbliche amministrazioni, in possesso del requisito suindicato, possono quindi collegarsi al sito verifichepa.infocamere.it, effettuare l’apposita registrazione iniziale, e di conseguenza avere accesso diretto e gratuito alle informazioni presenti nel Registro delle imprese.

Ai sensi dell’art. 72 del D.P.R. 445/2000, così come modificato dall’art. 15 della legge 183/2011, la Camera di commercio di Torino con Disposizione Generale n.3/2012, ha individuato quale ufficio preposto a tutte le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l'accesso diretto agli stessi da parte delle amministrazioni procedenti, il settore “Prodotti R.I. e certificazioni”, responsabile dott. Giuseppe Galliano, indirizzo mail: prodotti.ri@to.legalmail.camcom.it.

A tale indirizzo occorre fare riferimento per tutte le richieste non gestibili attraverso il portale verifichepa.infocamere.it, ad esempio nel caso in cui il soggetto che deve effettuare la verifica delle autocertificazioni sia un soggetto privato gestore di pubblico servizio.

Le pubbliche amministrazioni, per ottenere elenchi di imprese diversi da quelli contenenti gli indirizzi PEC, possono inviare apposita richiesta all'indirizzo prodotti.ri@to.legalmail.camcom.it.  

 

 

Informativa ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Si informa che il trattamento dei dati personali forniti dall’interessato per l’avvio e lo svolgimento dei procedimenti e dei processi dell'Area Anagrafe economica e connessi alla tenuta del Registro imprese è finalizzato unicamente all’espletamento delle attività istruttorie e amministrative necessarie a provvedere all’istanza.

In relazione a tali finalità il conferimento dei dati è necessario.

Il trattamento potrà avvenire con l'utilizzo di procedure informatizzate o su supporto cartaceo.

Periodo di conservazione: i dati raccolti saranno oggetto di trattamento fino alla conclusione del procedimento/processo. Successivamente gli stessi saranno archiviati secondo la normativa pubblicistica in materia di archiviazione per interesse pubblico.

Titolare del trattamento è la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Torino, via Carlo Alberto 16, Torino.

Responsabile Protezione Dati (RPD) è l’Unione Regionale delle Camere di commercio del Piemonte (URCC) contattabile al seguente indirizzo e-mail: rpd1@pie.camcom.it.

All’interessato sono riconosciuti i diritti previsti dagli artt. 15 e ss. del Regolamento UE.

I procedimenti/processi di competenza dell'Area Anagrafe economica sono i seguenti:

  • Iscrizioni, Depositi, Registro Imprese, Denunce REA, Annotazione Qualifica Artigiana ed Eccellenza Artigiana e conseguente attività sanzionatoria e gestione dei pagamenti per diritti di segreteria (L. 580/1993; Codice Civile; DPR 581/95; L.R. 5/2003; D.P.R. 247/2004; R.D. 267/1942)
  • Rilascio visure, certificati e documenti (DPR 581/1995) e conseguente attività di gestione dei pagamenti dei diritti di segreteria
  • Gestione SUAP (art. 38 del D.L. 112/2008 e  D.P.R. 160/2010)
  • Verifica requisiti per attività verificate dalla Camera di commercio D.M. 37/2008; L. 122/92; D.M. 274/97; D.M. 221/2003; D.Lgs. 114/98; L. 39/1989; L. 204/1985; L. 1442/1941; L. 21/1992) e conseguente attività sanzionatoria e gestione dei pagamenti per diritti di segreteria
  • Dichiarazione di insussistenza di motivi ostativi per l’esercizio dell’attività da parte di soggetti extra-comunitari (art. 39 del D.P.R. n. 394/1999)
  • Assistenza start-up innovative costituzione e modifiche  (Art. 4, comma 10-bis D.L. 3/2015 e Decreti Attuativi).

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?: 
Average: 3 (1 vote)

Aggiornato il: 20/06/2018 - 09:52

A chi rivolgersi