Procedura di regolarizzazione dei “meccatronici”

A decorrere dal 5 gennaio 2013, data di entrata in vigore della l. 224/2012 – sono state quindi unificate nella nuova sezione denominata “meccatronica”.

LA PROCEDURA DI REGOLARIZZAZIONE DEI “MECCATRONICI” E LE ALTRE NOVITA’ INTRODOTTE DALLA LEGGE 205/2017

La l. 224/2012 ha apportato importanti modifiche alle norme che classificavano l’attività di autoriparazione, suddividendola non più in 4 sezioni (meccanica motoristica, elettrauto, gommista, carrozzeria) ma in 3 (meccatronica, gommista, carrozzeria), modificando quindi l’art. 1 della l. 122/92.

Di conseguenza, le preesistenti attività di meccanica motoristica e di elettrauto – a decorrere dal 5 gennaio 2013, data di entrata in vigore della l. 224/2012 – sono state quindi unificate nella nuova sezione denominata “meccatronica”.

La Circolare MISE n. 3659/C del 11/03/2013 ha fornito dei chiarimenti in merito all’applicazione della nuova disciplina, con particolare riguardo al possesso dei requisiti per l’abilitazione alla nuova figura di “meccatronico”.

L’art. 3 della l.224/2012 ha previsto uno speciale regime transitorio per le imprese già in attività e regolarmente iscritte nel Registro imprese o all’Albo delle imprese artigiane alla data del 5 gennaio 2013: 1) le imprese abilitate ad entrambe le sezioni (meccanica motoristica ed elettrauto) sono abilitate di diritto alla nuova attività di meccatronica; 2) quelle invece abilitate per la sola attività di meccanica motoristica o per la sola attività di elettrauto, possono continuare a svolgere l’attività per cinque anni (e cioè sino al 4 gennaio 2018), ma, entro tale data i responsabili tecnici dovranno – pena la perdita della qualifica di responsabile tecnico – acquisire un titolo abilitante all’attività di meccatronica, mediante la frequenza di un apposito corso regionale teorico pratico di qualificazione, oppure ancora dimostrare di essere in possesso di un titolo di studio abilitante.

Conseguentemente, il titolare o legale rappresentante dell’impresa che deve dichiarare l’ampliamento dell’attività alla “meccatronica” dovrà inoltrare al Registro delle Imprese una pratica telematica di Comunicazione Unica di variazione dell’attività della sede (e/o nell’eventuale unità locale), indicando quale inizio attività di meccatronica la data di presentazione della domanda/denuncia, allegando la modulistica per l’autocertificazione dei requisiti del soggetto che, precedentemente responsabile tecnico per l’attività di meccanica motoristica o di elettrauto, assumerà ora la qualifica di responsabile tecnico per l’attività di meccatronica, e l’autocertificazione antimafia (N.B.: si invita a verificare con il competente SUAP la necessità di tale variazione di attività svolta).

Riassumendo, la modulistica da presentare, è la seguente:

DITTA INDIVIDUALE: I2/UL, MODULO AUTOCERTIFICAZIONE REQUISITI E MODULO AUTOCERTIFICAZIONE ANTIMAFIA;

DIRITTI DI SEGRETERIA: MOD. I2: IMPOSTA DI BOLLO EURO 17,50; DIRITTI DI SEGRETERIA EURO 18 PIU’ 9;

DIRITTI DI SEGRETERIA: MOD. UL: EURO 18 PIU’ 9.

SOCIETA’: S5/UL, MODULO AUTOCERTIFICAZIONE REQUISITI E MODULO AUTOCERTIFICAZIONE ANTIMAFIA.

DIRITTI DI SEGRETERIA: MOD. S5/UL: EURO 30 PIU’ 15.

N.B.: il termine fissato per la regolarizzazione è stato prorogato al 04/01/2023, a seguito dell’entrata in vigore dal 1° gennaio 2018 della Legge 205 del 27/12/2017.

 

MECCATRONICA: I SOGGETTI ULTRACINQUANTACINQUENNI ALLA DATA DELL’ENTRATA IN VIGORE DELLA LEGGE 224/2012 (NATI ENTRO IL 4 GENNAIO 1958)

La normativa esonerava dalla regolarizzazione solamente coloro che avevano già compiuto i 55 anni di età al momento dell’entrata in vigore delle l. 224/2012 (ovvero i nati entro il 4 gennaio 1958), consentendo a tali soggetti di proseguire l’attività di meccanica-motoristica o di elettrauto sino al raggiungimento dell’età prevista per il conseguimento della pensione di vecchiaia (per il 2018, tale età è fissata a 66 anni e 7 mesi; per il 2019, tale età è fissata a 67 anni): in seguito a nuova interpretazione fornita dal MISE, anche tali soggetti hanno tempo sino al 04/01/2023 per regolarizzare la loro posizione.

 

MECCATRONICA: ALTRE IMPRESE GIA’ ISCRITTE PER LE SEZIONI MECCANICA-MOTORISTICA O ELETTRAUTO

Per tali imprese, gia’ iscritte alla data del 04/01/2013, il termine per la regolarizzazione viene prorogato sino al 04/01/2023.

 

Nelle due casistiche sopra evidenziate, la regolarizzazione dovrà avvenire secondo le modalità precedentemente descritte (corso regionale qualificante o titolo di studio abilitante).

 

MECCATRONICA: NUOVE ISCRIZIONI DI IMPRESE – NUOVE NOMINE DI RESPONSABILI TECNICI

Dal 01/01/2018 le nuove imprese o i nuovi responsabili tecnici possono essere abilitati unicamente ed esclusivamente per la sezione meccatronica, fatti salvi i casi relativi ai soggetti ultra cinquantacinquenni già abilitati “parzialmente” alla data del 05/01/2013.

La circolare MISE 3659/2013, in attesa dell’attivazione dei corsi regionali di qualificazione, consentiva alle nuove imprese o ai nuovi responsabili tecnici di iscriversi per una delle soppresse sezioni (meccanica-motoristica o elettrauto), con impegno a frequentare il corso professionale integrativo di qualificazione: essendo tali corsi stati attivati nella Regione Piemonte nel corso del 2017, non potranno quindi essere accettate iscrizioni per le vecchie sezioni meccanica-motoristica o elettrauto, in quanto sarà necessario conseguire il requisito da meccatronico, frequentando appunto il citato corso integrativo abilitante.

Con circolare n. 3706 del 23/05/2018 il M.I.S.E. ha precisato che la proroga precedentemente citata non trova applicazione per coloro che si sono iscritti in data successiva all’entrata in vigore della L.224/2012 (05/01/2013) che pertanto sono obbligati a conseguire quanto prima la qualificazione professionale richiesta, tramite il corso regionale qualificante o l’eventuale possesso del titolo di studio abilitante.

 

IL CONSEGUIMENTO DI ULTERIORI ABILITAZIONI MEDIANTE IL CORSO PROFESSIONALE ABILITANTE

La nuova normativa prevede inoltre che le imprese iscritte e già abilitate, alla data del 05/01/2013, per le attività di meccatronica, carrozzeria o gommista, possano conseguire l’immediata abilitazione ad una o più nuove sezioni mediante la frequentazione con esito positivo dei corsi regionali qualificanti, senza l’obbligo di svolgere l’attività stessa per almeno un anno, nell’ambito di imprese operanti nel settore nell’arco degli ultimi cinque anni, come era originariamente previsto dalla l. 122/92.

 

MODULO AUTOCERTIFICAZIONE REQUISITI MECCATRONICA

 

Informativa trattamento dati personali "Procedimenti RI/REA/AA e attività verificate; rilascio nullaosta"

Condividi su:
Stampa:

Aggiornato il: 03/12/2021 - 08:45