Premio Nazionale GiovedìScienza - 11° edizione

Il Premio GiovedìScienza ha come finalità dare visibilità al lavoro di giovani ricercatori che contribuiscono allo sviluppo e all’innovazione del Paese

Il riconoscimento è rivolto alle ricercatrici e ai ricercatori under 35 che abbiano ottenuto risultati rilevanti dal punto di vista scientifico-tecnologico operando in un Ente di Ricerca italiano e che parallelamente abbiano dimostrato competenza nella diffusione di queste conoscenze presso il grande pubblico

La valutazione avviene attraverso l’elaborato divulgativo presentato dai candidati e, solo per i 10 finalisti, una prova sul campo davanti a una Giuria Tecnica composta da esperti della comunicazione scientifica e da una Giuria Popolare composta da studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Gli studenti sono protagonisti di un percorso formativo dedicato alla comunicazione scientifica che si concluderà con la loro partecipazione, in qualità di giurati, alla competizione finale. In questo modo, il Premio diventa un’opportunità per favorire le vocazioni scientifiche tra i più giovani.

Dall’anno 2017 è istituito il Premio Speciale Elena Benaduce, dedicato a lavori di ricerca che si distinguano per avere ricadute dirette o importanti sul benessere delle persone e sulla qualità della vita. Il premio sarà assegnato a quello che, tra i dieci finalisti e a giudizio della giuria popolare, ha presentato il lavoro di ricerca che mostra più attenzione al benessere della persona o più direttamente può avere un impatto sul miglioramento della qualità della vita.

I candidati che presenteranno anche lo studio di fattibilità del loro progetto parteciperanno al Premio GiovedìScienza Futuro.

Dall’anno 2018 è stato introdotto il Premio GiovedìScienza Industria 4.0 rivolto ai candidati che svilupperanno la loro proposta progettuale partendo dal concetto di Industria 4.0, ora Transizione 4.0, che raggruppa un insieme anche eterogeneo di fenomeni accomunati dal fatto che le imprese con sempre maggior frequenza stanno implementando tecnologie digitali e di connettività all’interno dei loro processi industriali. Ai candidati è richiesta la presentazione di uno studio del progetto che sarà valutato da un comitato di selezione composto da esperti e rappresentanti dell’ecosistema dell’innovazione.

I 10 finalisti e i vincitori dei Premi GiovedìScienza Futuro e Industria 4.0 avranno l’opportunità di partecipare a un percorso di formazione dedicato alla comunicazione della scienza e tenuto da professionisti del settore. Il corso si svolgerà successivamente alla finale con l’obiettivo di fornire strumenti e approfondimenti per la crescita delle ricercatrici e dei ricercatori in tale ambito, anche in virtù dell’esperienza vissuta, e per consentire una attenta lettura e analisi della presentazione utilizzata durante la competizione. 

Il/la vincitore/vincitrice del Premio GiovedìScienza riceverà un premio in denaro pari a € 5.000,00. Sarà inoltre inserito/a nella programmazione della prossima edizione di GiovedìScienza (2022/2023), con una conferenza dedicata.
ll/la vincitore/vincitrice del Premio Speciale Elena Benaduce riceverà un premio in denaro pari a € 3.000,00.
ll/la vincitore/vincitrice del Premio GiovedìScienza Futuro riceverà un premio in denaro pari a € 3.000,00 e un percorso di accompagnamento finalizzato allo sviluppo del progetto.
Il/la vincitore/vincitrice del Premio GiovedìScienza Industria 4.0 riceverà un premio in denaro pari a € 3.000,00 e un percorso di accompagnamento finalizzato allo sviluppo del progetto.

Le candidature potranno essere inviate dal 20 gennaio al 28 febbraio 2022.
Info alla pagina GiovedìScienza | Premio

Condividi su:
Stampa:

Aggiornato il: 21/01/2022 - 17:36

A chi rivolgersi