PEC (Posta Elettronica Certificata)

La PEC (Posta Elettronica Certificata) è lo strumento che consente di inviare e ricevere messaggi in modo sicuro e con lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento.

Cos'è la PEC?

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di posta elettronica che consente di inviare e ricevere messaggi (e documenti allegati) con sicurezza e con lo stesso valore legale della raccomandata con avviso di ricevimento.

E' un sistema di comunicazione che alle comuni funzioni di posta elettronica somma funzionalità in grado di certificare l'invio, l'integrità e l'avvenuta consegna del messaggio inviato.

Certificazione dell'invio

Al momento dell'invio di un messaggio PEC il gestore di posta elettronica certificata fornisce al mittente la ricevuta di accettazione che attesta il momento della spedizione ed i destinatari.

Integrità del messaggio PEC

Il gestore di posta certificata del mittente crea un nuovo messaggio, detto busta di trasporto, che contiene il messaggio originale e i principali dati di spedizione; la busta viene firmata dal gestore, in modo che il gestore del destinatario possa verificare che il messaggio non sia stato manomesso nella trasmissione.

Certificazione della consegna

ll messaggio di posta certificata viene consegnato nella casella del destinatario inserito nella sua "busta di trasmissione". Una volta effettuata la consegna, il gestore del destinatario invia al mittente la ricevuta di consegna che attesta la consegna, la data e ora di consegna e il contenuto consegnato.

La trasmissione può essere considerata di Posta Certificata solo se le caselle del mittente e del destinatario sono entrambe caselle di posta elettronica certificata.

 

Imprese obbligate a comunicare la PEC  al Registro delle imprese

Sono obbligate a munirsi di una casella di Posta Elettronica Certificata ed iscrivere il relativo indirizzo nel Registro delle imprese:

  • tutte le imprese costituite in forma societaria, e quindi
     
    • società di persone
    • società di capitali
    • società cooperative
    • società consortili
    • società in liquidazione
    • società estere con sede secondaria in Italia
       
  • le imprese individuali attive e non soggette a procedure concorsuali

 

Soggetti che non devono comunicare la PEC al Registro delle imprese

Non devono iscrivere l'indirizzo di Posta Elettronica Certificata i seguenti soggetti:

  • i consorzi fra imprese con attività esterna
  • i G.E.I.E.
  • le aziende speciali di enti locali
  • le reti di imprese con soggettività giuridica
  • le associazioni iscritte nella sezione ordinaria del Registro Imprese
  • le associazioni, fondazioni e altri enti non societari - iscritti solo nel Repertorio Economico Amministrativo
  • le persone fisiche iscritte solo nel Repertorio Economico Amministrativo

Non sono obbligati, ma hanno facoltà di comunicare la PEC, i seguenti soggetti:

  • le società soggette a procedure concorsuali
  • le imprese individuali soggette a procedure concorsuali
  • le imprese individuali inattive

 

Come richiedere una casella di Posta Elettronica Certificata

Per richiedere una casella di Posta Elettronica Certificata consulta la pagina www.to.camcom.it/richiestapec.

Quali caratteristiche deve avere la PEC per l'iscrizione al Registro delle imprese

Titolarità esclusiva

La casella PEC deve “appartenere in via esclusiva” all’impresa che ne richiede l’iscrizione pertanto la stessa deve essere intestata al titolare dell’impresa individuale o alla società.

Per titolare della casella PEC s'intende il soggetto cui è assegnata una casella di Posta Elettronica Certificata dal Gestore PEC (ovvero il soggetto che ha stipulato il contratto con il Gestore PEC).

Univocità

La casella PEC “non deve essere condivisa” con altre imprese/società/soggetti, la stessa casella PEC non può essere iscritta sulla posizione di due o più imprese.

Per ogni impresa è necessario che l'indirizzo PEC  di cui si chiede l'iscrizione sia univocamente ed esclusivamente riconducibile all'impresa stessa.

Stato Attiva

La casella PEC deve essere “attiva” quindi idonea a ricevere comunicazioni da altri indirizzi PEC pertanto non deve essere inesistente, revocata o scaduta.

Come iscrivere o modificare la PEC al Registro Imprese

La comunicazione della PEC al Registro Imprese avviene attraverso una pratica telematica di Comunicazione Unica.

La pratica può essere predisposta tramite:

Consulta la pagina della sezione Adempimenti pubblicitari relativa alla natura giuridica dell'impresa.

 

 

La tua PEC è in regola?

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Si informa che il trattamento dei dati personali forniti dall’interessato per l’avvio e lo svolgimento dei procedimenti e dei processi dell'Area Anagrafe economica e connessi alla tenuta del Registro imprese è finalizzato unicamente all’espletamento delle attività istruttorie e amministrative necessarie a provvedere all’istanza.

In relazione a tali finalità il conferimento dei dati è necessario.

Il trattamento potrà avvenire con l'utilizzo di procedure informatizzate o su supporto cartaceo.

Periodo di conservazione: i dati raccolti saranno oggetto di trattamento fino alla conclusione del procedimento/processo. Successivamente gli stessi saranno archiviati secondo la normativa pubblicistica in materia di archiviazione per interesse pubblico.

Titolare del trattamento è la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Torino, via Carlo Alberto 16, Torino.

Responsabile Protezione Dati (RPD) è l’Unione Regionale delle Camere di commercio del Piemonte (URCC) contattabile al seguente indirizzo e-mail: rpd1@pie.camcom.it.

All’interessato sono riconosciuti i diritti previsti dagli artt. 15 e ss. del Regolamento UE.

I procedimenti/processi di competenza dell'Area Anagrafe economica sono i seguenti:

  • Iscrizioni, Depositi, Registro Imprese, Denunce REA, Annotazione Qualifica Artigiana ed Eccellenza Artigiana e conseguente attività sanzionatoria e gestione dei pagamenti per diritti di segreteria (L. 580/1993; Codice Civile; DPR 581/95; L.R. 5/2003; D.P.R. 247/2004; R.D. 267/1942)
  • Rilascio visure, certificati e documenti (DPR 581/1995) e conseguente attività di gestione dei pagamenti dei diritti di segreteria
  • Gestione SUAP (art. 38 del D.L. 112/2008 e  D.P.R. 160/2010)
  • Verifica requisiti per attività verificate dalla Camera di commercio D.M. 37/2008; L. 122/92; D.M. 274/97; D.M. 221/2003; D.Lgs. 114/98; L. 39/1989; L. 204/1985; L. 1442/1941; L. 21/1992) e conseguente attività sanzionatoria e gestione dei pagamenti per diritti di segreteria
  • Dichiarazione di insussistenza di motivi ostativi per l’esercizio dell’attività da parte di soggetti extra-comunitari (art. 39 del D.P.R. n. 394/1999)
  • Assistenza start-up innovative costituzione e modifiche  (Art. 4, comma 10-bis D.L. 3/2015 e Decreti Attuativi).
     

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?: 
Average: 1 (1 vote)

Aggiornato il: 19/06/2018 - 12:12

A chi rivolgersi