Osservatorio Confidi

Logo del Comitato Torino Finanza

 

L'interesse per i Confidi era nato nell’ambito del progetto Basilea 2, in quel contesto erano state svolte due indagini di grande interesse. È sembrato opportuno continuare la ricerca in modo da avere un monitoraggio continuo sull’evoluzione di questo particolare settore.
Come è noto, infatti, il mondo dei Confidi è alle prese con una duplice sfida:

  1. adempiere alla legge quadro di riforma, che veicolerà i maggiori confidi verso la forma giuridica della società finanziaria vigilata, omogeneizzando il contesto italiano a quello europeo;
  2. essere intermediari di “vantaggi reali” per le imprese associate, il che capita solo se le garanzie dei confidi sono “lette in positivo” dai sistemi di rating interno delle banche e se, in parallelo, la gestione del sistema di garanzia è efficiente (ossia i confidi arrivano, in media, alla taglia minima efficiente, attraverso le operazioni straordinarie appropriate).

Il tutto deve avvenire senza che vada perso quel fondamentale contatto diretto con il territorio (il rapporto impresa-Confidi) che ha permesso ai Confidi in passato di svolgere il ruolo di mitigatore del rischio delle banche, senza perdere quello di “abilitatore” della crescita di imprese con buoni progetti, ancorché finanziariamente fragili.
 

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?: 
Average: 3 (1 vote)

Aggiornato il: 16/01/2018 - 11:47