Oggi a Torino il summit delle Camere di commercio metropolitane europee

Comunicato del 22/06/2018

Atene, Barcellona, Berlino, Budapest, Bruxelles, Dublino, Francoforte, Istanbul, Londra, Lussemburgo, Manchester, Madrid, Parigi e Torino, unica città italiana: è questa la famiglia delle Camere di commercio metropolitane europee, per la prima volta riunita a Torino in occasione del suo incontro semestrale.

All’appuntamento, che si sta svolgendo oggi a porte chiuse a Torino Incontra, partecipano Presidenti e Segretari Generali delle 15 Camere europee (assente solo la Camera di Marsiglia), che insieme rappresentano complessivamente una popolazione di 68 milioni di cittadini, 40 milioni di lavoratori e un valore aggiunto pari 2.400 miliardi di euro.

Torino è l’unica città italiana a far parte della rete delle 15 Camere metropolitane europee e oggi per noi è un grande onore poter ospitare qui questa assemblea di altissimo livello – ha spiegato Vincenzo Ilotte, Presidente della Camera di commercio torinese. – La nostra città ha molti argomenti di discussione in comune con le grandi aree metropolitane europee (mobilità urbana, infrastrutture, sostenibilità, smart cities) e ugualmente le altre Camere di commercio in Europa condividono con noi gli stessi obiettivi: sviluppo, lavoro, innovazione, crescita. In questo senso la nostra partecipazione a questo tavolo è per noi strategica per condividere best practise e partecipare a progetti comuni finalizzati all’implementazione dei servizi per le pmi”.

Obiettivo della rete AEMC (Alliance of European Metropolitan CCI), che rappresenta una grande diversità di aziende, PMI e grandi imprese di diversi settori, è quello di sostenere gli attori economici attivi nelle aree metropolitane, in un’ottica di sistema, favorendo anche il dialogo tra il mondo produttivo e le istituzioni europee. La rete AEMC si riunisce ogni semestre per scambiare know-how e presentare studi sui principali temi delle aree metropolitane, elaborando anche proposte per lo sviluppo economico delle città coinvolte.

Durante l’incontro torinese di questa mattina si partirà dall’analisi del quadro economico delle aree metropolitane presentato dal Centro Einaudi di Torino e dal commento dei risultati semestrali dell’Economic Barometer, strumento di monitoraggio comparato dei trend economici delle città rappresentate in AEMC. A seguire verrà presentata a tutti i partecipanti europei la case history di Lavazza, che con la sua Nuvola ha portato a termine un ambizioso e avveniristico progetto architettonico-urbanistico. Una dimostrazione di come le grandi imprese possono intervenire a cambiare la storia di interi quartieri delle aree metropolitane, restituendoli alla comunità e ai cittadini.

Tra gli altri temi trattati, lo stato dell’arte della riforma legislativa italiana sulle città metropolitane, i progetti di innovazione e internazionalizzazione messi in campo anche congiuntamente dalle varie Camere di commercio e le nuove competenze in termini di digitalizzazione delle pmi, interpretati dalla Camera di commercio di Torino attraverso il recente avvio del PID – Punto Impresa Digitale.

Galleria fotografica

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?: 
No votes yet

Aggiornato il: 22/06/2018 - 10:28

A chi rivolgersi