Obbligo comunicazione indirizzo PEC entro il 1° ottobre

Obbligo comunicazione indirizzo PEC entro il 1° ottobre

Imprese già iscritte

Entro il 1° ottobre tutte le imprese individuali attive e non soggette a procedura concorsuale e tutte le imprese costituite in forma societaria, già iscritte al registro delle imprese, per le quali non risulta iscritto un indirizzo PEC (ora domicilio digitale) devono provvedere alla relativa comunicazione (Art. 37 del D.L. 76/2020 Decreto Semplificazione).

La mancata regolarizzazione entro il 1° ottobre comporta l’irrogazione di una sanzione amministrativa: 

  • per le società la sanzione disposta dall’art. 2630 c.c., in misura raddoppiata, per ciascun amministratore in carica alla data del 2 ottobre, cioè da 206,00 a 2.064,00 euro
  • per le imprese individuali la sanzione disposta dall’art. 2194 c.c., in misura triplicata, cioè da 30,00 a 1.548,00 euro

Per maggiori informazioni: https://www.to.camcom.it/tabella-sanzioni-ri-obbligo-di-comunicazione-della-pec

 

Come verificare l’iscrizione del proprio domicilio digitale al Registro delle imprese

  • Consultare una visura aggiornata scaricabile dal cassetto digitale dell’imprenditore a cui si accede tramite Spid o Cns. Per maggiori informazioni https://impresa.italia.it/cadi/app/login
  • Ricercare l'impresa sul sito www.registroimprese.it (ricercare con nome impresa) e flaggare "non sono un robot" in corrispondenza del campo PEC

 

Come presentare la pratica di comunicazione dell’indirizzo PEC al Registro delle imprese

Dopo aver richiesto ad un gestore autorizzato il domicilio digitale, comunicarlo al Registro delle imprese tramite la procedura semplificata “Pratica semplice” accessibile attraverso il seguente link http://www.registroimprese.it/pratiche-semplici o gli altri canali disponibili alla seguente pagina http://www.registroimprese.it/strumenti

 

Imprese di nuova costituzione

Sempre l’art. 37 del Decreto Semplificazione stabilisce che l’Ufficio del Registro delle imprese che riceve la domanda di prima iscrizione di un soggetto collettivo costituito in forma societaria e di una impresa individuale priva del domicilio digitale sospende la domanda in attesa di regolarizzazione con l’integrazione del dato mancante.

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina: