Start Up e PMI innovative

Ti forniamo le informazioni e gli strumenti on line che ti servono per godere di tutti i vantaggi fiscali legati a start-up, PMI innovative e incubatori.

 

Le start-up innovative sono società di capitali costituite anche in forma cooperativa che:

  • hanno la sede principale in Italia o in uno Stato UE o EEA (spazio economico europeo) con sede produttiva o filiale in Italia;
  • sono costituite da non più di 60 mesi;
  • a partire dal secondo anno di attività, hanno il totale del valore della produzione annua, risultante dall'ultimo bilancio, non superiore a 5 milioni di euro
  • non distribuiscono e non hanno distribuito utili;
  • hanno quale oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico;
  • non sono costituite a seguito di fusione, scissione o di cessione di azienda o di ramo di azienda

e che possiedono almeno uno dei seguenti requisiti:

  • spese in ricerca e sviluppo maggiori o uguali al 15 per cento del maggiore valore tra costo e valore totale della produzione
  • almeno i 2/3  dei dipendenti o collaboratori con laurea magistrale oppure 1/3 di dottorati, dottorandi o laureati con almeno tre anni di attività di ricerca certificata
  • almeno una privativa industriale o un programma per elaboratore originario registrato presso il Registro pubblico speciale per i programmi per elaboratore.
     

La costituzione di una start-up innovativa può avvenire alternativamente mediante la redazione di:

  • un atto pubblico
  • un atto informatico sottoscritto digitalmente dai soci contraenti ai sensi degli artt. 24 o 25 del codice dell’amministrazione digitale (D.lgs. n. 82/2005), secondo il modello standard tipizzato approvato con il D.M. 17/02/2016, attualmente previsto esclusivamente per le società a responsabilità limitata.
     

Come previsto dalla legge, le start-up innovative hanno diritto ad una serie di vantaggi: agevolazioni fiscali per le pratiche del Registro delle Imprese, gestione societaria flessibile, disciplina particolare nei rapporti di lavoro, non assoggettamento alla procedura di fallimento ecc..

Condizione fondamentale per beneficiare di tali vantaggi è che le start-up siano iscritte nell'apposita sezione speciale del Registro delle Imprese.

Iscrizione di start-up innovativa costituita con atto notarile

E’ possibile richiedere l’iscrizione nell’apposita sezione speciale solo se la società possiede tutti i requisiti prescritti dalla legge. La domanda di iscrizione nell'apposita sezione deve essere presentata al Registro delle imprese competente unitamente alla dichiarazione di possesso dei requisiti sottoscritta dal legale rappresentante.

Tale domanda può essere presentata:

Per supportare le società nella predisposizione della domanda di iscrizione nella sezione speciale, con particolare riguardo ai contenuti più critici e complessi della stessa, si forniscono le seguenti indicazioni relative alla formulazione dell’oggetto sociale.

Prima della redazione dell’atto (costitutivo o modificativo) della società e prima dell'invio della domanda, al fine del buon esito della stessa, si consiglia di prestare attenzione a tutte le indicazioni date.
 

Considerata la complessità della domanda, l’Ufficio del Registro delle imprese di Torino fornisce anche un servizio di assistenza preventiva tramite la casella start-up@to.camcom.it alla quale è possibile inviare esclusivamente:

  • la bozza dell’oggetto sociale
  • la bozza della domanda compilata (solo per il riquadro 32/START-UP, INCUBATORI, PMI INNOVATIVE del modello S1/S2).

Conseguentemente l’Ufficio provvederà, in via preliminare, a verificarne la correttezza formale e a trasmettere la risposta alle seguenti condizioni:

  • la costituenda/costituita società che presenta la richiesta di assistenza deve avere la sede nella provincia di Torino;
  • l’oggetto della e-mail deve riportare obbligatoriamente quanto segue: “Richiesta di assistenza start-up innovativa … (indicare la denominazione della società) costituita con atto notarile”;
  • nella e-mail deve essere riportato il nome e numero di telefono del contatto di riferimento;
  • la richiesta deve riguardare esclusivamente la verifica della bozza dell’oggetto sociale e della domanda precompilata per la sola parte relativa al riquadro 32;
  • la richiesta di assistenza deve essere inviata con un congruo anticipo poiché l’Ufficio, considerata la complessità della stessa, in questa fase meramente interlocutoria non è tenuto a rispettare alcun termine di legge, non essendo la stessa integrata in un procedimento amministrativo disciplinato dalla legge.
    I tempi di risposta dipenderanno unicamente dalla complessità e soprattutto dal numero delle richieste presentate.

Non saranno prese in considerazione le richieste di sollecito che perverrano allo sportello o tramite e-mail.

In caso di regolarità formale delle bozze sottoposte alla richiesta di assistenza preliminare, l'Ufficio risponderà invitando la società a presentare la domanda, riservandosi tuttavia, in sede di istruttoria della domanda successivamente inviata, di eseguire un controllo di coerenza con le bozze oggetto di richiesta e tutti gli altri ulteriori controlli inerenti il procedimento che non possono essere eseguiti in sede di assistenza preliminare.

In caso di irregolarità delle bozze, l'Ufficio inviterà la società a riformulare l'oggetto sociale o la domanda secondo le indicazioni fornite dall'Ufficio.

Qualora la risposta dell’Ufficio non dovesse pervenire nei trenta giorni dall’invio della richiesta di assistenza, e la società non potesse attendere ulteriormente, si suggerisce di presentare comunque al Registro delle imprese la domanda di iscrizione della società nella sezione speciale. In tal caso, l'Ufficio procederà all’istruttoria della domanda nei termini prescritti dalla legge.

Iscrizione di srl start-up innovativa costituita con modello standard

In seguito alle novità introdotte dall’articolo 4, comma 10-bis del decreto legge 24 gennaio 2015, n. 3 è possibile redigere l’atto costitutivo e lo statuto delle società a responsabilità limitata start-up innovative tramite l’'utilizzo di un modello standard tipizzato.

Il sistema camerale ha realizzato tramite Infocamere una applicazione web per la predisposizione guidata di atto costitutivo e statuto accessibile dalla piattaforma disponibile su startup.registroimprese.it.

Considerata la complessità della domanda, l’Ufficio del Registro delle imprese di Torino fornisce un servizio di assistenza preventiva tramite la casella start-up@to.camcom.it alla quale è possibile inviare:

  • la bozza dell'atto costitutivo e statuto compilati tramite la piattaforma
  • la bozza della domanda compilata (modello S1, modello S5, modello S, int. P per gli amministratori).

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Si informa che il trattamento dei dati personali forniti dall’interessato per l’avvio e lo svolgimento dei procedimenti e dei processi dell'Area Anagrafe economica e connessi alla tenuta del Registro imprese è finalizzato unicamente all’espletamento delle attività istruttorie e amministrative necessarie a provvedere all’istanza.

In relazione a tali finalità il conferimento dei dati è necessario.

Il trattamento potrà avvenire con l'utilizzo di procedure informatizzate o su supporto cartaceo.

Periodo di conservazione: i dati raccolti saranno oggetto di trattamento fino alla conclusione del procedimento/processo. Successivamente gli stessi saranno archiviati secondo la normativa pubblicistica in materia di archiviazione per interesse pubblico.

Titolare del trattamento è la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Torino, via Carlo Alberto 16, Torino.

Responsabile Protezione Dati (RPD) è l’Unione Regionale delle Camere di commercio del Piemonte (URCC) contattabile al seguente indirizzo e-mail: rpd1@pie.camcom.it.

All’interessato sono riconosciuti i diritti previsti dagli artt. 15 e ss. del Regolamento UE.

I procedimenti/processi di competenza dell'Area Anagrafe economica sono i seguenti:

  • Iscrizioni, Depositi, Registro Imprese, Denunce REA, Annotazione Qualifica Artigiana ed Eccellenza Artigiana e conseguente attività sanzionatoria e gestione dei pagamenti per diritti di segreteria (L. 580/1993; Codice Civile; DPR 581/95; L.R. 5/2003; D.P.R. 247/2004; R.D. 267/1942)
  • Rilascio visure, certificati e documenti (DPR 581/1995) e conseguente attività di gestione dei pagamenti dei diritti di segreteria
  • Gestione SUAP (art. 38 del D.L. 112/2008 e  D.P.R. 160/2010)
  • Verifica requisiti per attività verificate dalla Camera di commercio D.M. 37/2008; L. 122/92; D.M. 274/97; D.M. 221/2003; D.Lgs. 114/98; L. 39/1989; L. 204/1985; L. 1442/1941; L. 21/1992) e conseguente attività sanzionatoria e gestione dei pagamenti per diritti di segreteria
  • Dichiarazione di insussistenza di motivi ostativi per l’esercizio dell’attività da parte di soggetti extra-comunitari (art. 39 del D.P.R. n. 394/1999)
  • Assistenza start-up innovative costituzione e modifiche  (Art. 4, comma 10-bis D.L. 3/2015 e Decreti Attuativi).
     

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?: 
Average: 2.8 (9 votes)

Aggiornato il: 29/06/2018 - 14:30

A chi rivolgersi

Ti potrebbe interessare anche