Modulistica servizio metrico

Modelli da utilizzare, tariffe metriche e modalità di presentazione di istanze e dichiarazioni al Servizio Metrico

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE E DELLE DICHIARAZIONI AL SERVIZIO METRICO

In considerazione degli obblighi previsti dal Nuvo Codice dell'amministrazione digitale CAD (D. Lgs. 82/2005) il richiedente dovrà presentare l’istanza e le dichiarazioni, firmate digitalmente, tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo vigilanza.mercato.metrico@to.legalmail.camcom.it allegando copia digitale del giustificativo di pagamento della tariffa eventualmente dovuta.

Per richiedere la  firma digitale è possibile contattare l'ufficio CNS della Camera di commercio di Torino.

Nel caso in cui la firma digitale non fosse disponibile, è possibile apporre la firma sul modello cartaceo e, dopo averlo scannerizzato, inviarlo all'indirizzo di PEC sopra indicato, corredato di copia del documento di identità in corso di validità.

MODELLI DA UTILIZZARE

La modulistica utilizzabile per le pratiche da presentare al Servizio Metrico è riportata in fondo alla pagina.

Si raccomanda la massima precisione nell’indicazione di tutti i dati richiesti dal modello.

AVVERTENZA:

LA MUDULISTICA È COMPILABILE A VIDEO.

IN QUANTO ALCUNI BROWSER POTREBBERO NON SUPPORTARE TALE FUNZIONE, PER UN CORRETTO UTILIZZO SI CONSIGLIA DI SCARICARE IL MODULO ED APRIRLO SUCCESSIVAMENTE CON APPOSITO APPLICATIVO.

TARIFFE

Se nel modello utilizzato è previsto il pagamento di una tariffa, l’importo corrispondente è riportato nella Tabella Tariffe per Funzioni Metriche .

Il pagamento può essere eseguito tramite:

  • versamento sul conto corrente postale indicato nel modello utilizzato;
  • bonifico bancario seguendo le istruzioni disponibili alla pagina IBAN e pagamenti informatici;
  • pagamento con bancomat o carta di credito presso lo sportello del Servizio Metrico.

Se il richiedente appartiene alla P.A. il pagamento dovrà seguire le disposizioni, in termini di versamento IVA, previste dal c.d. meccanismo Split payment in vigore dal 1° gennaio 2015.

Per la presentazione delle pratiche relative alla richiesta di verifica di strumenti metrici, il richiedente si dovrà attenere alle modalità riportate qui di seguito:

Modalità di presentazione richiesta di verifica di strumenti metrici

ILa richiesta di verifica degli strumenti metrici può essere effettuata:

  • presso i locali del Servizio Metrico

nei seguenti orari: lunedì e mercoledì dalle 9:00 alle 12:15 e dalle 14:30 alle 15:45.

È necessario telefonare preventivamente ai numeri 011 / 57.16.753-4, per poter prenotare il servizio e per ricevere i dettagli in merito all'invio delle pratiche.

Per coloro che lo richiedano, concordando le modalità con l’ufficio al momento della prenotazione, è disponibile un posto auto riservato allo scarico degli strumenti, nel cortile interno di Via Pomba n. 23, contrassegnato con il n. 6.

  • presso i locali dell’esercizio dell’esercizio commerciale 

integrando la tariffa relativa alla verifica con quella prevista per il trasferimento del personale e dei mezzi di prova riportata nella Tabella Tariffe per Funzioni Metriche.

Attenzione: per il settore distribuzione stradale di carburanti non va versato alcun importo ma vanno seguite le procedure definite dalla convenzione quadro.

La sottoscrizione del modello di richiesta ed il pagamento della tariffa metrica e l’intestazione della relativa fattura emessa dal Servizio Metrico, é competenza di:

  • Titolare dello strumento per la verifica periodica,
  • Fabbricante Metrico per la verifica prima ed il collaudo di posa in opera.

La fattura emessa successivamente dal Servizio Metrico riporterà i dati dell’intestatario richiedente.

 

Si riporta qui di seguito l'elenco dei modelli da utilizzare per la presentazione delle pratiche al Servizio Metrico divisi per argomento

COMUNICAZIONI E DELEGHE dei TITOLARI DEGLI STRUMENTI e dei RIPARATORI

Tipologia pratica

Descrizione

Modello da utilizzare

Dimensione file

Delega svolgimeto pratiche presso il Servizio Metrico Delega per la presentazione delle pratiche al Servizio Metrico e ritiro del libretto metrologico Modello DEL_01

1 pagina

16,9 KB

Comunicazione titolari degli strumenti

Comunicazione data inizio/fine utilizzo strumento

(da inviare entro 30 giorni dalla messa in servizio/dismissione)

Modello COM_01

 

2 pagine

74,1 KB

Comunicazione riparatori degli strumenti

Dichiarazione riparazione  strumento con rimozione sigilli legali

(da inviare in caso sia avvenuta antecedemente alla prima verifica periodica e pertanto lo strumento non è corredato da libretto metrologico)

Modello RIP_01

1 pagina

23,6 KB

Modelli per VERIFICAZIONE PERIODICA degli strumenti metrici

VERIFICAZIONE PERIODICA STRUMENTI METRICI

 

Tipologia pratica

Descrizione

Periodicità della verifica

Modello da utilizzare

Dimensione file

Distributori stradali di carburanti

Complessi di misura per carburanti (anche di tipo massico) utilizzati negli impianti stradali

2 anni

Modello A1

 

2 pagine

37,6 KB

Distributori non stradali di carburanti

Complessi di misura per carburanti (anche di tipo massico) utilizzati presso le aziende per la rendicontazione di tipo fiscale (es.: distributori per il rifornimento dei propri automezzi, misuratori compensatori di temperatura presso i depositi, ecc.)

2 anni

Modello A2

2 pagine

42,9 KB

Autobotti volumetriche

Complessi di misura di tipo volumetrico montati su autobotti

2 anni

Modello B1

2 pagine

41,0 KB

Autobotti chilolitriche

Misure di capacità montate su autobotti

4 anni

Modello B2

2 pagine

46,7 KB

Bilance a funzionamento non automatico (NAWI)

Bilance analogiche o digitali che, per il loro funzionamento, richiedono l’intervento dell’operatore (es.: bilance da banco, bilance per farmacopea, ecc.)

Qualora si presentino a verifica più di 8 strumenti, occorrerà integrare il modello C1 con l'Allegato

3 anni

Modello C1

2 pagine

43,7 KB

Modello C1 (Allegato)

2 pagine

41,0 KB

Bilance a funzionamento automatico (AWI)

Selezionatrici ponderali per la determinazione della massa di prodotti preconfezionati ed etichettatrici di peso e di peso/prezzo

Altre tipologie di strumenti

 

1 anno

2 anni

Modello C2

2 pagine

41,7 KB

Pesi

Pesi campione utilizzati per confronto con la merce da pesare (es.: pesiere, ecc.)

4 anni

Modello D

2 pagine

40,1 KB

Convertitori di volume di gas

Elaboratori elettronici che convertono la misura del gas alle condizioni standard di riferimento

Tipo 1: Sensori temperatura e pressione non sostituibili

Tipo 2: Sensori temperatura e pressione sostituibili

 

 

4 anni

2 anni

Modello E

2 pagine

41,9 KB

Misuratori di liquidi alimentari Misuratori dei volumi dei liquidi diversi dall’acqua e dai carburanti (es.: distributori del vino, distributori dell’olio, ecc.) 2 anni Modello G

2 pagine

41,4 KB

Strumenti di misura della dimensione

Strumenti che misurano le dimensioni degli oggetti (es.: strumenti per il calcolo delle dimensioni d’ingombro dei pacchi, ecc.)

3 anni

Modello H

2 pagine

41, 3 KB

         

 

Modelli per pratiche FABBRICANTI METRICI

FABBRICANTI METRICI

 

Tipologia pratica

Descrizione

Modello da utilizzare

Dimensione file

Scelta marca di fabbrica

Il richiedente sottopone al Servizio metrico il logotipo da utilizzare come marca di fabbrica.

Modello FM01

1 pagina

20,7 KB

Dichiarazione di fabbricazione alla CCIAA

Il richiedente comunica al Servizio Metrico l’intenzione di iniziare l’attività di Fabbricante Metrico (costruttore e/o riparatore di strumenti metrici.)

Modello FM04

 

5 pagine

48,3 KB

Dichiarazione di fabbricazione alla Prefettura

Il richiedente comunica alla Prefettura l’intenzione di iniziare l’attività di Fabbricante Metrico (costruttore e/o riparatore di strumenti metrici.)

Modello FM05

 

1 pagina

24,6 KB

Comunicazione variazione dati alla CCIAA

Comunicazione al Servizio Metrico effettuata dal Fabbricante Metrico riguardante variazioni intervenute successivamente al rilascio della presa d’atto prefettizia.

Modello FM06

 

3 pagine

30,3 KB

Comunicazione variazione dati alla Prefettura

Comunicazione alla Prefettura effettuata dal Fabbricante Metrico riguardante variazioni intervenute successivamente al rilascio della presa d’atto prefettizia.

Modello FM07

 

2 pagine

28,2 KB

Modelli per pratiche LABORATORI IDONEI ALLA VERIFICAZIONE PERIODICA

LABORATORI IDONEI ALLA VERIFICAZIONE PERIODICA

 

Tipologia pratica

Descrizione

Modello da utilizzare

Dimensione file

       

Comunicazione variazione dati laboratori idonei alla verificazione periodica di strumenti di misura

Comunicazione delle variazioni intervenute dopo la presentazione della S.C.I.A. nell’attività del laboratorio idoneo alla verificazione periodica di strumenti di misura di tipo legale.

Modello LM02

6 pagine

62,5 KB

       

 

Modelli per pratiche ASSEGNATARI MARCHIO ORAFO

ORAFI

 

Tipologia pratica

Descrizione

Modello da utilizzare

Dimensione file

Domanda di iscrizione nel registro degli assegnatari di marchio

Gli oggetti in metallo prezioso devono essere a titolo legale ed avere impresso il titolo ed il marchio di identificazione dell’orafo che li ha realizzati.

Il marchio viene concesso a chi esercita prevalentemente almeno una di queste attività:

  • Vendita di metalli preziosi;
  • Fabbricazione di prodotti finiti in metallo prezioso;
  • Importazione di metalli preziosi o prodotti finiti;
  • Commercio prodotti finiti con annesso laboratorio.

Per ottenere l’assegnazione del marchio bisogna iscriversi nel Registro assegnatari.

Modello OR01-A

2 pagine

35,4 KB

Dichiarazione sostitutiva su numero dipendenti impresa industriale

Autocertificazione da allegare alla domanda di iscrizione nel Registro assegnatari marchio se il richiedente è un’impresa industriale.

Modello OR01-B

1 pagina

18,6 KB

Richiesta allestimento punzoni

Richiesta di allestimento dei punzoni riportanti il marchio di identificazione assegnato, da realizzare utilizzando le matrici in possesso del Servizio Metrico.

Modello OR04

2 pagine

35,3 KB

Applicazione del marchio con tecnologia laser

Modulo rilascio di numero 1 TOKEN USB

Modulo associazione tra 1 TOKEN USB e 1 MARCATRICE

Modulo dichiarazione smarrimento TOKEN USB

Modulo dichiarazione restituzione TOKEN USB

Modello OR001UM

Modello OR002UM

Modello OR003UM

Modello OR004UM

 

8 pagine     62,7 KB

2 pagine     38,9 KB

1 pagina     34,7 KB

2 pagine     37,3 KB

 

Restituzione punzoni

Elenco dei punzoni restituiti in quanto:

  • Resi inservibili dall’uso;
  • L’orafo ha cessato l’attività;
  • L’orafo è decaduto dalla concessione.

Modello OR09

5 pagine

44,0 KB

Richiesta riattribuzione marchio

L’orafo che decade dalla concessione del marchio può iscriversi nuovamente nel Registro degli assegnatari di marchio e riavere lo stesso marchio che aveva precedentemente, se ne fa richiesta.

Modello OR13

2 pagine

35,6 KB

Domanda di conservazione marchio a seguito trasferimento di proprietà

L’impresa che subentra per trasferimento di proprietà ad un’impresa orafa assegnataria di marchio di identificazione per metalli preziosi può chiedere di conservare quel marchio.

Modello OR16

2 pagine

28,4 KB

Domanda di autorizzazione apposizione marca tradizionale di fabbrica

L’orafo che ne fa richiesta può apporre, oltre al titolo ed al marchio di identificazione, una marca tradizionale di fabbrica di sua scelta a patto che non si confonda con le altre due impronte obbligatorie.

Modello OR19

1 pagina

19,2 KB

 

Modelli per pratiche TACHIGRAFI ANALOGICI (CRONOTACHIGRAFI CEE)

TACHIGRAFI ANALOGICI (CRONOTACHIGRAFI CEE)

 

Tipologia pratica

Descrizione

Modello da utilizzare

Dimensione file

Richiesta di estensione autorizzazione Centro Tecnico Tachigrafi digitali per attività di riparazione su Tachigrafi analogici (Cronotachigrafi CEE)

Richiesta inoltrata da Centro Tecnico Tachigrafi digitali, già in possesso di autorizzazione ministeriale per svolgere l’attività di primo montaggio, attivazione ed intervento tecnico, per effettuare operazioni di riparazione su Tachigrafi analogici (Cronotachigrafi CEE).

Modello CA01

All. II Dichiarazione Antimafia

All. III Dichiarazione Casellario Giudiziale

4 pagine

43,7 KB

Richiesta di volturazione/variazione dati officina autorizzata a svolgere le operazioni di montaggio e riparazione di Tachigrafi analogici (Cronotachigrafi CEE)

Richiesta di volturazione (solo in caso di mantenimento di continuità aziendale) o di variazione dei dati (solo per elementi non essenziali) dell’autorizzazione ministeriale per l’effettuazione delle operazioni di montaggio e riparazione di Tachigrafi analogici (Cronotachigrafi CEE).

Modello CA07

All. II Dichiarazione Antimafia

All. III Dichiarazione Casellario Giudiziale

4 pagine

40,5 KB

Richiesta di ritiro dell’autorizzazione ministeriale per attività di montaggio e riparazione di Tachigrafi analogici (Cronotachigrafi CEE)

Richiesta dell’officina di ritiro dell’autorizzazione ministeriale relativa all’attività di montaggio e riparazione di Tachigrafi analogici (Cronotachigrafi CEE) per cessata attività.

Modello CA13

3 pagine

32,2 KB

Richiesta vidimazione registro Tachigrafi analogici (Cronotachigrafi CEE)

Richiesta dell’officina di vidimazione del registro dove si annotano gli interventi tecnici eseguiti sui Tachigrafi analogici (Cronotachigrafi CEE).

Modello CA16

1 pagina

20,3 KB

 

Modelli per pratiche TACHIGRAFI DIGITALI

TACHIGRAFI DIGITALI

 

Tipologia pratica

Descrizione

Modello da utilizzare

Dimensione file

Richiesta autorizzazione per attività di primo montaggio ed attivazione

Richiesta di autorizzazione ministeriale per svolgere l’attività di primo montaggio ed attivazione (si raccomanda di compilare ed inviare domanda ed allegati relativi) presentata da:

  1. Fabbricanti e rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di veicoli con impianti di produzione in Italia sui cui veicoli vengono montati tachigrafi digitali;
  2. Fabbricanti di carrozzerie per autobus e autocarri, nelle cui carrozzerie vengono montati tachigrafi digitali;
  3. Fabbricanti e rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di tachigrafi digitali nonché le officine concessionarie;
  4. Officine di riparazione di veicoli nel settore meccanico o elettrico.

Modello TD01-A

All. I Dichiarazione Partecipazione attività trasporto

All. II Dichiarazione Antimafia

All. III Dichiarazione Casellario Giudiziale

2 pagine

31,7 KB

Richiesta autorizzazione per attività completa

Richiesta di autorizzazione ministeriale per svolgere l’attività di primo montaggio, attivazione ed intervento tecnico (si raccomanda di compilare ed inviare domanda ed allegati relativi) presentata da:

  1. Fabbricanti e rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di veicoli con impianti di produzione in Italia sui cui veicoli vengono montati tachigrafi digitali;
  2. Fabbricanti di carrozzerie per autobus e autocarri, nelle cui carrozzerie vengono montati tachigrafi digitali;
  3. Fabbricanti e rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di tachigrafi digitali nonché le officine concessionarie;
  4. Officine di riparazione di veicoli nel settore meccanico o elettrico.

Modello TD01-B

All. I Dichiarazione Partecipazione attività trasporto

All. II Dichiarazione Antimafia

All. III Dichiarazione Casellario Giudiziale

4 pagine

51,1 KB

Richiesta rinnovo per attività di primo montaggio ed attivazione

Richiesta del Centro Tecnico di rinnovo dell’autorizzazione ministeriale per svolgere l’attività di primo montaggio ed attivazione (si raccomanda di compilare ed inviare domanda ed allegati relativi).

Modello TD16

All. I Dichiarazione Partecipazione attività trasporto

All. II Dichiarazione Antimafia

All. III Dichiarazione Casellario Giudiziale

2 pagine

23,5 KB

Richiesta rinnovo per attività completa

Richiesta del Centro Tecnico di rinnovo dell’autorizzazione ministeriale per svolgere l’attività primo montaggio, attivazione ed intervento tecnico (si raccomanda di compilare ed inviare domanda ed allegati relativi).

Modello TD17

All. I Dichiarazione Partecipazione attività trasporto

All. II Dichiarazione Antimafia

All. III Dichiarazione Casellario Giudiziale

1 pagina

23,9 KB

Richiesta autorizzazione variazioni dati

Richiesta del Centro Tecnico ad apportare variazioni all’autorizzazione quali:

  • Modifica denominazione sociale;
  • Modifica assetto societario
  • Cessione ramo d’azienda;
  • Modifica sede.

    (si raccomanda di compilare ed inviare domanda ed allegati relativi)

Modello TD24

All. I Dichiarazione Partecipazione attività trasporto

All. II Dichiarazione Antimafia

All. III Dichiarazione Casellario Giudiziale

4 pagine

38,1 KB

Richiesta autorizzazione variazione organigramma

Richiesta del Centro Tecnico ad apportare variazioni all’organigramma (modifica Responsabile e/o Tecnico).

Modello TD31

All. III Dichiarazione Casellario Giudiziale

4 pagine

43,1KB

Richiesta autorizzazione variazione strumentazione

Richiesta del Centro Tecnico ad apportare variazioni alla dotazione di strumentazione adoperata per gli interventi tecnici.

Modello TD38

4 pagine

38,5 KB

Richiesta ritiro autorizzazione per cessazione

Richiesta del Centro Tecnico al ritiro dell’autorizzazione per cessazione di attività.

Modello TD48

2 pagine

33,5 KB

Modelli per CONTROLLI IN CONTRADDITTORIO

CONTROLLI IN CONTRADDITTORIO

Tipologia pratica

Descrizione

Modello da utilizzare

Dimensione file

Richiesta di rimozione dello strumento

Richiesta di rimozione strumento metrico per successivo invio all'Organismo/Laboratorio che effettuerà le prove relative al controllo in contraddittorio

 

Modello CON01

 

2 pagine

35,3 KB

Richiesta di controllo in contraddittorio

Richiesta di controllo in contraddittorio alla Camera di Commercio di Torino

Modello CON5

2 pagine

38,4 KB

 

Informativa ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Si informa che il trattamento dei dati personali forniti dall’interessato o acquisiti d’ufficio dalla Camera di commercio di Torino per lo svolgimento dei procedimenti amministrativi/processi di competenza del Settore Servizio Metrico è finalizzato unicamente all’espletamento delle attività istruttorie e amministrative necessarie in relazione a ciascun procedimento/processo. In relazione a tali finalità il conferimento dei dati è obbligatorio. Il trattamento potrà avvenire sia su supporto cartaceo che con l’utilizzo di procedure informatizzate.

I procedimenti/processi di competenza del settore sono i seguenti:

ISCRIZIONE E TENUTA REGISTRO ASSEGNATARI MARCHI DI IDENTIFICAZIONE PER METALLI PREZIOSI E VIGILANZA:
D.LGS. 22/05/1999 N. 251 – D.P.R. 30/05/2002 N. 150
I dati saranno oggetto di comunicazione a:
Camera di commercio di Alessandria - Laboratori di analisi dei campioni - Ministero dello Sviluppo Economico (DIV XV)

ISCRIZIONE E TENUTA ELENCHI FABBRICANTI METRICI:
REGIO DECRETO 12/06/1902 N. 226
I dati saranno oggetto di comunicazione a:
Prefettura di Torino (Ufficio del Vicario Prefetto) - Ministero dello Sviluppo Economico (DIV XV)

ATTIVITÀ CONNESSE ALLE AUTORIZZAZIONI DEI CENTRI TECNICI PER TACHIGRAFI ANALOGICI E DIGITALI:
L.13/11/1978 N. 727 – D.M. 24/05/1979 – DECRETO 10/08/2007
I dati saranno oggetto di comunicazione a:
Ministero dello Sviluppo Economico (DIV XV) – Unioncamere – Procura della Repubblica presso il Tribunale competente

GESTIONE CONTROLLI CASUALI E IN CONTRADDITTORIO:
DECRETO 21/04/2017 N. 93
I dati saranno oggetto di comunicazione a:
Organismi accreditati o notificati e soggetti interessati

VERIFICHE PRIME E VERIFICHE PERIODICHE SU STRUMENTI NAZIONALI:
DECRETO 21/04/2017 N. 93
I dati saranno oggetto di comunicazione a:
Ministero dello Sviluppo Economico (DIV XV)

VIGILANZA SU STRUMENTI IMMESSI SUL MERCATO, PREIMBALLAGGI E STRUMENTI IN SERVIZIO VERIFICATI DAI LABORATORI:
DECRETO 21/04/2017 N. 93
I dati saranno oggetto di comunicazione a:
Organismi accreditati - Laboratori di taratura accreditati da enti designati - Accredia - Ministero dello Sviluppo Economico (DIV XV)

VIGILANZA SICUREZZA PRODOTTI:
L.580/93
I dati saranno oggetto di comunicazione a:
Laboratori accreditati - Organismi notificati ai sensi delle direttive oggetto della sorveglianza - Ministero dello Sviluppo Economico (DIV. VII) - Unioncamere

ISCRIZIONI MODIFICHE (R.I.) E SORVEGLIANZA MAGAZZINI GENERALI:
L.580/93 – REGIO DECRETO N. 2290 DEL 01/07/1926 E N. 126 DEL 16/01/1927
I dati saranno oggetto di comunicazione a:
Ministero dello Sviluppo Economico (DIV. VI)

FORMAZIONE E TENUTA ELENCO TITOLARI DI STRUMENTI DI MISURA:
DECRETO 21/04/2017 N. 93
I dati non saranno oggetto di comunicazione o diffusione

Periodo di conservazione: i dati saranno trattati dal Settore fino alla conclusione del procedimento amministrativo o al conseguimento delle finalità del processo per le quali i dati sono stati raccolti. Successivamente i dati saranno archiviati secondo la normativa pubblicistica in materia di archiviazione per interesse pubblico o in base alle normative fiscali e contabili.

Titolare del trattamento è la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Torino, via Carlo Alberto 16, Torino.

Responsabile Protezione Dati (RPD) è l’Unione Regionale delle Camere di commercio del Piemonte (URCC) contattabile all’indirizzo rpd1@pie.camcom.it.

All’interessato sono riconosciuti i diritti previsti dagli artt. 15 e ss. del citato Regolamento UE.

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?: 
Average: 2.8 (10 votes)

Aggiornato il: 24/09/2018 - 08:08

A chi rivolgersi