Marchi

Vuoi depositare un marchio d'impresa e hai bisogno d'aiuto per compilare la domanda di deposito? Scopri il nuovo servizio "Mettici il marchio!"

NOVITÀ

Riparte METTICI IL MARCHIO! , il ciclo di incontri online gratuiti per aiutare gli imprenditori nelle pratiche di deposito. Leggi qui di seguito tutti i dettagli.

Il marchio è un segno distintivo che serve a contraddistinguere prodotti o servizi in commercio, vietandone l'uso da parte di terzi per prodotti o servizi identici o affini.
Per tutte le informazioni consultare il Codice della Proprietà Industriale

Procedura di deposito

Presso la Camera di commercio si effettua il deposito in formato cartaceo delle domande per marchi.
L’orario di deposito allo sportello è nei seguenti giorni: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9:00 alle 12:00 esclusivamente su appuntamento da prenotarsi sulla seguente pagina.
Per procedere al deposito è necessario presentare compilato il "modulo per richiedente" reperibile direttamente alla pagina dell’UIBM.
È prevista anche la possibilità di effettuare il deposito telematico. La procedura è avviabile sul sito dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM).

Costi

Per il deposito della domanda in formato cartaceo sono dovuti:

  • l’imposta di bollo,
  • le tasse sulle concessioni governative,
  • i diritti di segreteria a favore della Camera di commercio di Torino.

1. IMPOSTA DI BOLLO (DPR 26 ottobre 1972, n. 642)

16,00 euro 

 una marca da bollo ogni 4 pagine della domanda e dei fogli aggiuntivi, esclusa la   rappresentazione del marchio in formato A4

16,00 euro 

 una marca da bollo ogni 4 pagine della domanda e dei fogli aggiuntivi, esclusa la   rappresentazione del marchio in formato A4

 nel caso in cui il richiedente desideri una copia autentica del modulo

Sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo in modo assoluto, gli atti, documenti, istanze, contratti nonché copie anche se dichiarate conformi, estratti, certificazioni, dichiarazioni e attestazioni poste in essere o richieste da:

  • organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS), come definite all’art. 10 del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460, purché iscritte all’anagrafe unica istituita presso il Ministero delle Finanze - Agenzia Regionale delle Entrate;
  • federazioni sportive, enti di promozione sportiva e dalle associazioni e società sportive dilettantistiche senza fine di lucro riconosciuti dal CONI

2. TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE (D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 641)

Le tasse sulle concessioni governative sono corrisposte all’Agenzia delle Entrate esclusivamente attraverso l’utilizzo del modello F24.

L'Ufficio ricevente, all’atto del deposito, fornirà all'utente il modello F24 precompilato con gli elementi identificativi corrispondenti al numero della domanda e ai codici del pagamento.

Qualora sia un mandatario a presentare la domanda, andrà allegata la lettera di incarico in bollo (16,00 euro), corredata dalla ricevuta di versamento di 34,00 euro da effettuarsi esclusivamente attraverso l'utilizzo del modello F24.

MARCHIO INDIVIDUALE

101,00 euro 

 per i prodotti e servizi compresi in una classe di Nizza

34,00 euro 

 per ciascuna classe aggiuntiva alla prima

MARCHIO COLLETTIVO/MARCHIO DI CERTIFICAZIONE

337,00 euro 

 per una o più classi

Sono esenti dal pagamento delle tasse di concessione governativa, gli atti e i provvedimenti concernenti:

  • organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS), come definite all’art. 10 del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460, purché iscritte all’anagrafe unica istituita presso il Ministero delle Finanze - Agenzia Regionale delle Entrate;
  • società ed associazioni sportive dilettantistiche.

3. DIRITTI DI SEGRETERIA IN FAVORE DELLA CAMERA DI COMMERCIO (DM 16 giugno 2008)

40,00 euro 

 per il deposito della domanda

3,00 euro 

 Se si desidera ricevere copia del verbale di deposito con certificazione di autenticità   (richiesta marca da bollo da 16,00 euro)

MODALITÀ DI PAGAMENTO DIRITTI DI SEGRETERIA

A seguito dell’introduzione di pagoPA come canale di pagamento dei privati a favore delle Pubbliche Amministrazioni, il Settore Innovazione e Bandi ha adottato il Sistema Mopa per i pagamenti relativi ai diritti di segreteria in favore della Camera di commercio per la ricezione della domanda di deposito.

Prima della presentazione della pratica, l’ufficio invierà all’utente una comunicazione via e-mail contenente l'importo dovuto e il relativo avviso di pagamento, grazie al quale sarà possibile procedere con il pagamento tramite PagoPA.

RINNOVO MARCHIO D’IMPRESA

La registrazione per marchio d’impresa dura dieci anni a partire dalla data ufficiale di deposito.

Per mantenere il diritto nel successivo decennio, occorre depositare una domanda di rinnovo per registrazione di marchio d’impresa, e pagare i relativi diritti, entro i dodici mesi precedenti l'ultimo giorno del mese di scadenza del decennio in corso.

Decorso il termine sopra indicato, è possibile provvedere nei sei mesi successivi con l'applicazione di un diritto di mora.

Il ritardo nel pagamento che sia superiore a sei mesi comporta la decadenza del diritto di proprietà industriale.

Gli importi sono i seguenti:

RINNOVO MARCHIO INDIVIDUALE

67,00 euro 

 per i prodotti e servizi compresi in una classe di Nizza

34,00 euro 

 per ciascuna classe aggiuntiva alla prima

INDENNITÀ DI MORA

34,00 euro 

 per ritardato rinnovo

RINNOVO MARCHIO COLLETTIVO/MARCHIO DI CERTIFICAZIONE

202,00 euro 

 per una o più classi

INDENNITÀ DI MORA

34,00 euro 

 per ritardato rinnovo

             

Classi di prodotti e servizi

I marchi tutelano dei prodotti e/o servizi, occorre individuarli attraverso la:

XI° edizione della Classificazione internazionale di Nizza


PRODOTTI

Classe 1: Prodotti chimici destinati all'industria, alle scienze, alla fotografia, come anche all'agricoltura, all'orticoltura e alla silvicoltura; resine artificiali allo stato grezzo, materie plastiche allo stato grezzo; concimi per i terreni; composizioni per estinguere il fuoco; preparati per la tempera e la saldatura dei metalli; prodotti chimici destinati a conservare gli alimenti; materie concianti; adesivi [materie collanti] destinati all'industria.

Classe 2: Pitture, vernici, lacche; prodotti preservanti dalla ruggine e dal deterioramento del legno; materie tintorie; mordenti; resine naturali allo stato grezzo; metalli in fogli e in polvere per pittori, decoratori, tipografi e artisti.

Classe 3: Preparati per la sbianca e altre sostanze per il bucato; preparati per pulire, lucidare, sgrassare e abradere; saponi non medicinali; prodotti di profumeria, oli essenziali, cosmetici non medicamentosi, lozioni non medicamentose per capelli; dentifrici non medicinali.

Classe 4: Oli e grassi industriali; lubrificanti; prodotti per assorbire, bagnare e legare la polvere; combustibili (comprese le benzine per motori) e materie illuminanti; candele e stoppini per l'illuminazione.

Classe 5: Prodotti farmaceutici, preparati medici e veterinari; prodotti igienici per scopi medici; alimenti e sostanze dietetiche per uso medico o veterinario, alimenti per neonati; complementi alimentari per umani ed animali; impiastri, materiale per fasciature; materiali per otturare i denti e per impronte dentarie; disinfettanti; prodotti per la distruzione degli animali nocivi; fungicidi, erbicidi.

Classe 6: Metalli comuni e loro leghe, minerali; materiali da costruzione metallici; costruzioni trasportabili metalliche; cavi e fili metallici non elettrici; piccoli articoli di chincaglieria metallica; contenitori metallici per immagazzinamento o di trasporto; casseforti.

Classe 7: Macchine e macchine-utensili; motori (eccetto quelli per veicoli terrestri); giunti e organi di trasmissione (eccetto quelli per veicoli terrestri); strumenti agricoli tranne quelli azionati manualmente; incubatrici per uova; distributori automatici.

Classe 8: Utensili e strumenti azionati manualmente; articoli di coltelleria, forchette e cucchiai; armi bianche; rasoi.

Classe 9: Apparecchi e strumenti scientifici, nautici, geodetici, fotografici, cinematografici, ottici, di pesata, di misura, di segnalazione, di controllo (ispezione), di soccorso (salvataggio) e d'insegnamento; apparecchi e strumenti per la conduzione, distribuzione, trasformazione, accumulazione, regolazione o controllo dell'elettricità; apparecchi per la registrazione, la trasmissione, la riproduzione del suono o delle immagini; supporti di registrazione magnetica, dischi acustici; compact disk, dvd e altri supporti di registrazione digitale; meccanismi per apparecchi di prepagamento; registratori di cassa, macchine calcolatrici, corredo per il trattamento dell'informazione, computer; software; estintori.

Classe 10: Apparecchi e strumenti chirurgici, medici, dentari e veterinari; membra, occhi e denti artificiali; articoli ortopedici; materiali di sutura; dispositivi terapeutici e di assistenza adattati per persone disabili; apparecchi per il massaggio; apparecchi, dispositivi ed articoli di puericultura; apparecchi, dispositivi e articoli per le attività sessuali.

Classe 11: Apparecchi di illuminazione, di riscaldamento, di produzione di vapore, di cottura, di refrigerazione, di essiccamento, di ventilazione, di distribuzione d'acqua e impianti sanitari.

Classe 12: Veicoli; apparecchi di locomozione terrestri, aerei o nautici.

Classe 13: Armi da fuoco; munizioni e proiettili; esplosivi; fuochi d'artificio.

Classe 14: Metalli preziosi e loro leghe; gioielleria, bigiotteria, pietre preziose e semipreziose; orologeria e strumenti cronometrici.

Classe 15: Strumenti musicali.

Classe 16: Carta e cartone; stampati; articoli per legatoria; fotografie; cartoleria e articoli per ufficio, tranne i mobili; adesivi (materie collanti) per la cartoleria o per uso domestico; materiale per artisti e per il disegno; pennelli; materiale per l'istruzione o l'insegnamento; fogli, pellicole e buste in materie plastiche per l'imballaggio e la confezione; caratteri tipografici, clichés.

Classe 17: Caucciù, guttaperca, gomma, amianto, mica grezzi e semi-lavorati e succedanei di tutte queste materie; materie plastiche e resine semilavorate utilizzate nella produzione; materie per turare, stoppare e isolare; tubi flessibili non metallici.

Classe 18: Cuoio e sue imitazioni; pelli di animali; bagagli e borse per il trasporto; ombrelli e ombrelloni; bastoni da passeggio; fruste, finimenti e selleria; collari, guinzagli e indumenti per animali.

Classe 19: Materiali da costruzione non metallici; tubi rigidi non metallici per la costruzione; asfalto, pece e bitume; costruzioni trasportabili non metalliche; monumenti non metallici.

Classe 20: Mobili, specchi, cornici; contenitori, non di metallo, per lo stoccaggio o per il trasporto ; osso, corno, balena o madreperla, allo stato grezzo o semilavorato; conchiglie; spuma di mare; ambra gialla.

Classe 21: Utensili e recipienti per il governo della casa o la cucina; pettini e spugne; spazzole eccetto i pennelli; materiali per la fabbricazione di spazzole; materiale per pulizia; vetro grezzo o semilavorato tranne il vetro da costruzione; vetreria, porcellana e maiolica.

Classe 22: Corde e stringhe; reti; tende, tende da sole,; pensiline in materie tessili o sintetiche; vele; sacchi per il trasporto o l'immagazzinaggio di merci alla rinfusa; materiale per imbottitura tranne la carta, il cartone, il caucciù o le materie plastiche; materie tessili fibrose grezze e i loro succedanei.

Classe 23: Fili per uso tessile.

Classe 24: Tessuti e loro succedanei; biancheria da casa; tende in materia tessile o in materia plastica.

Classe 25: Articoli di abbigliamento, scarpe, cappelleria.

Classe 26: Merletti, pizzi e ricami, nastri e lacci; bottoni, ganci e occhielli, spille e aghi; fiori artificiali; decorazioni per capelli; capelli finti.

Classe 27: Tappeti, zerbini, stuoie, linoleum e altri rivestimenti per pavimenti; tappezzerie in materie non tessili.

Classe 28: Giochi, giocattoli; apparecchi di videogiochi; articoli per la ginnastica e lo sport; decorazioni per alberi di natale.

Classe 29: Carne, pesce, pollame e selvaggina; estratti di carne; frutta e ortaggi conservati, congelati, essiccati e cotti; gelatine, marmellate, composte; uova; latte e prodotti derivati dal latte; olii e grassi commestibili.

Classe 30: Caffè, tè, cacao e succedanei del caffè; riso; tapioca e sago; farine e preparati fatti di cereali; pane, pasticceria e confetteria; gelati; zucchero, miele, sciroppo di melassa; lievito, polvere per fare lievitare; sale; senape; aceto, salse [condimenti]; spezie; ghiaccio.

Classe 31: Prodotti dell'agricoltura, dell'acquacoltura, orticoli e forestali allo stato grezzo e non trasformati; granaglie e sementi allo stato grezzo e non trasformati; frutta e ortaggi freschi, erbe aromatiche fresche; piante e fiori naturali; bulbi di piante, semi e sementi; animali vivi; prodotti alimentari e bevande per animali; malto.

Classe 32: Birre; acque minerali e gassose e altre bevande analcoliche; bevande a base di frutta e succhi di frutta; sciroppi e altri preparati per fare bevande.

Classe 33: Bevande alcoliche [escluse le birre].

Classe 34: Tabacco; articoli per fumatori; fiammiferi.


SERVIZI

Classe 35: Pubblicità; gestione di affari commerciali; amministrazione commerciale; lavori di ufficio.

Classe 36: Assicurazioni; affari finanziari; affari monetari; affari immobiliari.

Classe 37: Costruzione; riparazione; servizi d'installazione.

Classe 38: Telecomunicazioni.

Classe 39: Trasporto; imballaggio e deposito di merci; organizzazione di viaggi.

Classe 40: Trattamento di materiali.

Classe 41: Educazione; formazione; divertimento; attività sportive e culturali.

Classe 42: Servizi scientifici e tecnologici e servizi di ricerca e progettazione ad essi relativi; servizi di analisi e di ricerche industriali; progettazione e sviluppo di computer e di programmi per computer.

Classe 43: Servizi di ristorazione [alimentazione]; alloggi temporanei.

Classe 44: Servizi medici; servizi veterinari; cure d'igiene e di bellezza per l'uomo o per gli animali; servizi di agricoltura, di orticultura e di silvicoltura.

Classe 45: Servizi giuridici; servizi di sicurezza per la protezione fisica di beni e di individui; servizi personali e sociali resi da terzi destinati a soddisfare necessità individuali.

È consigliabile effettuare una ricerca dettagliata dei prodotti o servizi attraverso gli strumenti messi a disposizione rispettivamente nei siti dell’UAMI con TM Class e dell'OMPI/WIPO con G&S Manager

METTICI IL MARCHIO!

Vuoi depositare un marchio e non sai da dove iniziare? Le pratiche di deposito sono complicate?
Ti aiutiamo noi: riprende dopo la pausa estiva il servizio informativo che prevede incontri gratuiti rivolti a gruppi di imprenditori e ad altri potenziali interessati per guidare alla compilazione dei relativi moduli.
Gli incontri si svolgeranno in modalità webinar dalle h. 9.30 alle h 11.00 su piattaforma Microsoft Teams.
Trova tutti gli appuntamenti "Mettici il marchio!" sul nostro calendario eventi
Per partecipare agli eventi è sufficiente iscriversi al sito, accedere con le proprie credenziali ed aprire la pagina dell'appuntamento.

Il servizio informativo prevede anche quest’anno anche incontri individuali che potranno essere richiesti mandando una mail all’indirizzo brevetti.marchi@to.camcom.it e verranno calendarizzati in base alle richieste pervenute.

Date webinar fino a fine anno:

 

Modalità applicative per l'iscrizione al registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale

Sulla Gazzetta ufficiale n. 92 del 07 aprile 2020 è stato pubblicato il DECRETO 27 febbraio 2020 del MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO, riguardante le Modalità applicative per l'iscrizione al registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale. Il testo integrale è consultabile alla pagina https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/07/20A01963/sg

Condividi su:
Stampa:

Aggiornato il: 29/09/2022 - 14:31

A chi rivolgersi

Innovazione e bandi

Via San Francesco da Paola, 24 -10123 Torino - Terzo piano
 

Innovazione/Sportello APRE: 011 571 6321 / 6322 / 6323 / 6325 / 6326
PID Punto Impresa Digitale: 011 571 6320 / 6340 / 6321
Brevetti e marchi: 011 571 6397 / 6939/ 6996
Sportello Tutela Proprietà Industriale: 011 571 6930
Centro Patlib e lotta alla contraffazione: 011 571 6996 / 6930

Innovazione/Sportello APRE: innovazione@to.camcom.it
PID Punto Impresa Digitale: pid.torino@to.camcom.it
Brevetti e marchi: brevetti.marchi@to.camcom.it
Centro Patlib: patlib@to.camcom.it
Sportello Tutela Proprietà Industriale: sportello.tpi@to.camcom.it