Sei in Aggiornato il: 29 Febbraio 2016

Le Multinazionali in Piemonte (09/05/2014)

Condividi questa pagina

9 maggio 2014, ore 10:00
Centro Congressi Torino Incontra, Sala Einaudi
Via Nino Costa 8, Torino

 

La Camera di commercio di Torino, in collaborazione con Unioncamere Piemonte e il Centro Estero per l'Internazionalizzazione, organizza il quarto incontro di presentazione dei dati sulla presenza multinazionale in Piemonte, nell'ambito del progetto Observer, primo osservatorio in Italia dedicato alle imprese Multinazionali Estere (MNE) presenti sul territorio.

Risorse umane, know-how, presenza di filiere integrate, sistema di R&S costituiscono il motore per l’attrazione degl'investimenti diretti in Piemonte.

Di particolare interesse le dinamiche legate ai processi di acquisizione che si traducono in maggiore solidità finanziaria e nell’inserimento in strategie di internazionalizzazione di gruppo globali.

Per fotografare aspetti positivi e criticità legate alle relazioni con il territorio, le istituzioni, le imprese dell’indotto e il capitale umano, è stato intervistato un campione 31 top manager di 22 MNE presenti in Piemonte, che complessivamente impiegano 5.750 addetti diretti.

Riconoscendo nelle MNE che hanno scelto di investire qui un patrimonio fondamentale di informazioni da utilizzare come stimolo di attrazione per nuovi investimenti, la banca dati, gestita dal Centro Estero per l’Internazionalizzazione, è stata avviata nel 2009 su scala provinciale per volere della Camera di commercio di Torino e ampliata alla dimensione regionale dal 2012 grazie al coinvolgimento di Unioncamere Piemonte.
 
"In Piemonte operano 630 multinazionali, che danno lavoro a oltre 93.500 addetti. Sono concentrate per il 57% a Torino, più della metà opera in ambito manifatturiero e quasi un quarto risponde ad una casa madre statunitense - osserva Alessandro Barberis, presidente della Camera di commercio di Torino -. Observer, nato nel 2009 proprio per descrivere questa ampia realtà, grazie all’analisi qualitativa fornisce oltre ai numeri anche interessanti informazioni sui motivi di insediamento in questo territorio e quindi sui nostri fattori di attrattività: spesso infatti quella piemontese rappresenta l’unica filiale italiana del gruppo straniero”.

Programma

Ore 9:30 - Registrazione partecipanti

Saluti istituzionali
 Alessandro Barberis, Presidente Camera di commercio di Torino
 Piero Fassino, Sindaco Comune di Torino
 Regione Piemonte

Observer: L’Osservatorio sulle Multinazionali in Piemonte
 Giuseppe Donato, Centro Estero per l’Internazionalizzazione

Tavola rotonda: Il capitale estero come leva per lo sviluppo locale. Quali i vantaggi?
 Moderano:
 Marco Bastasin e Elio Milantoni, Deloitte
 Stefano Maria Zappalà, Norton Rose Fulbright
 Intervengono:
 Stefano Carminati, Chang An Europa Srl
 Filippo Sertorio, Farmaceutici Procemsa Spa
 Federico Galliano, General Motors Powertrain Europe Srl
 Enrico Macii, Politecnico di Torino

Tavola rotonda: Il capitale estero come leva per lo sviluppo locale. Quali i fattori attrattivi del Piemonte e delle sue imprese?
 Moderano:
 Massimiliano Di Monaco, KPMG
 Moreno Martini, Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners

 Intervengono:
 Silvio Rossignoli, Aero Sekur Spa
 Enzo Pacella, Italdesign Giugiaro Spa
 Mauro Ferrari, Webasto Spa
 Federico Bussolino, Università degli Studi di Torino

Ore 12:50 - Conclusioni
 Paolo Bertolino, Unioncamere Piemonte

 


Tags: 
Ti è stata utile questa pagina?: