Il 4 e il 5 giugno l’innovazione torna protagonista a Torino con l’8ª edizione della Torino Maker Faire

Comunicato stampa del 1 giugno 2022

Tutto pronto per la fiera dell’innovazione, un’edizione ricca di moltissime novità che celebra la cultura dei maker, gli artigiani digitali del terzo millennio

Manca ormai poco all’inizio della Torino Maker Faire, un evento che innova e si rinnova ogni anno. Prima novità di quest’anno la location, che sarà il Padiglione 3 di Torino Esposizioni, circa 4.000 metri quadri di spazio sormontati da una meravigliosa volta a vela nervata, una meraviglia dell’architettura moderna a firma di Pier Luigi Nervi. In questa sede esclusiva sabato 4 e domenica 5 giugno il pubblico avrà la possibilità di fare un viaggio nel futuro scoprendo progetti, prototipi, innovazioni e invenzioni che raccontano l’ingegno e l’inventiva umana, per scoprire in che modo la tecnologia possa cambiare e migliorare la vita delle persone. Contemporaneamente si terrà anche lo Share Festival, che da sedici anni porta a Torino le nuove tendenze della tech art con mostre, conferenze e performance.

Quest’anno l’ente camerale è intervenuto direttamente nell’organizzazione della Maker Faire, vera e propria piazza dove si racconta l’innovazione che nasce dal basso e che si sviluppa in tutti i settori, non solo l’artigianato – dichiara Dario Gallina, Presidente della Camera di commercio di Torino. – Questo è lo spazio dove si mette in mostra l’inventiva dei singoli e la realizzazione dei progetti collettivi che uniscono competenze e saper fare, con un’attenzione costante anche al mondo giovanile e della formazione”.

Sono 4 i fili conduttori della Maker Faire: STEM, Economia Circolare, Intelligenza Artificiale, IoT. Non solo. Sarà presente anche un’area Talk, con un ricco programma di incontri per approfondire e conoscere più da vicino alcuni protagonisti del mondo dell’innovazione. Infine, come tutti gli anni, sarà presente un’area Kids dove ci saranno dei laboratori dedicati ai ragazzi e uno spettacolare dronodromo.

Come di consueto, i progetti che saranno presenti al Padigione 3 sono stati individuati attraverso una Call aperta a cui hanno risposto oltre 50 maker.
Dagli esoscheletri ai macchinari per la raccolta della plastica, fino ai dispositivi innovativi che aiutano i Paesi in Via di Sviluppo: di seguito alcuni tra i progetti scelti per l’edizione di quest’anno.

Re.Te – Sermig
Re.Te, ossia Restituzione Tecnologica, è un progetto del Sermig che progetta dispositivi innovativi secondo i principi dell’economia circolare, che vengono utilizzati per migliorare le condizioni di vita dei Paesi in Via di Sviluppo.

La Bottega delle Idee - May "Leonerd"
Un’esperienza educativa per conoscere il funzionamento delle macchine semplici (Leva, Carrucola e Piano inclinato) e dimostrare come queste siano alla base della realizzazione del "Flipper i 4 Cavalieri", un flipper gigantesco costruito con circa 7000 pezzi e 5000 viti.

Team H2politO
Il Team H2politO è un Team studentesco del Politecnico di Torino che si occupa di progettare, sviluppare, costruire e portare in pista veicoli efficienti dal punto di vista energetico, per partecipare a competizioni universitarie a livello europeo e mondiale. Fine principale: ottenere il minor consumo di carburante possibile.

PreciousPlasticTorino
Progetto torinese nato grazie al lavoro del designer Dave Hakkens che ha creato una community di migliaia di sostenitori attivi nella progettazione e autocostruzione di macchinari per il riciclo della plastica a livello domestico/artigianale. PreciousPlasticTorino mostrerà il funzionamento di 4 macchinari con cui poter riciclare la plastica ottenendo nuovi oggetti preziosi.

Focus - Ultra-powerful high-beam light for bicycles
Relio Labs e BYB Tech presentano "Focus", un prodotto innovativo dedicato al mondo dell'illuminazione di sicurezza per biciclette. Dal peso piuma di 49 grammi, la sua potenza luminosa è pari a quella dei fari di un'automobile.

3X0 - 3D printed exoskeleton concept
3X0 è il progetto di un esoscheletro passivo modulare interamente stampato in 3D. Modulare perché composto da diversi moduli che possono essere utilizzati separatamente (come esoscheletri superiore/inferiore) o assemblati in un unico prodotto. L'obiettivo dell'esoscheletro è quello supportare l'utente in diversi movimenti con e senza sovraccarico.

Inoltre, ci saranno decine di talk conference a cui poter partecipare. I contenuti proposti sono tanti e di altissima qualità: ci sarà il creatore di Arduino, Massimo Banzi, Bruce Sterling che si confronta con Don Luca Peyron su Etica e Tecnologia, il Crowd Funder seriale Marco Bozzola, senza dimenticare i numerosi appuntamenti talk di Share Festival.

Informazioni Torino Maker Faire - Ottava Edizione

Sabato 4 e domenica 5 giugno dalle 10.00 alle 19.00 - Via Francesco Petrarca, 39b Torino.
Ingresso 3 euro (+prevendita) in “early bird” fino ad oggi; 5 euro (+prevendita) dal 2 giugno. Ingresso gratuito per i minori di 16 anni.

Un evento organizzato da Camera di commercio di Torino e dalla sua azienda speciale Torino Incontra. In collaborazione con: Fondazione Torino Wireless, Officine Innesto.
Con il patrocinio di: Comune di Torino
Sponsor: FuturMakers, ITS – Tecnologie dell’informazione e della comunicazione; ITS – Biotecnologie; Fondazione ITS Aerospazio/Meccatronica; Fondazione ITS energia Piemonte.


Per informazioni:

torino.makerfaire.com
info@makerfairetorino.com

Condividi su:
Stampa:

Aggiornato il: 01/06/2022 - 10:06