Registro Gas Fluorurati

testata gas fluorurati

Gas fluorurati ad effetto serra: normativa di riferimento e soggetti tenuti all’iscrizione al Registro

 

Registro gas fluorurati

Il 24 gennaio 2019 è entrato in vigore il D.P.R. n. 146 del 16 novembre 2018, che attua il Regolamento (UE) 517/2014 sui gas fluorati ad effetto serra, introduce importanti modifiche al Registro Telematico Nazionale ed istituisce la Banca Dati gas fluorurati a effetto serra e apparecchiature contenenti gas fluorurati.

Normativa

Con il D.P.R. n. 146 del 16/11/2018 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 7 del 09/012019 ) viene abrogato il precedente D.P.R n.43 del 27/01/2012 e vengono introdotte alcune importanti novità; in particolare:

  • estensione dell'ambito di applicazione anche ad altre tipologie di apparecchiature (p.es. commutatori elettrici, celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero);
  • estensione dell'ambito di applicazione anche ad altre attività: per esempio lo smantellamento;
  • obbligo, a decorrere dal 25 luglio 2019, di iscrizione al registro e di comunicazione dei dati di vendita per imprese che forniscono gas fluorurati e apparecchiature precaricate non ermeticamente sigillate contenenti gas fluorurati;
  • obbligo, a decorrere dal 25 settembre 2019, di comunicazione degli interventi di installazione, controllo, manutenzione, riparazione e smantellamento di apparecchiature contenenti gas fluorurati;
  • abrogazione (a decorrere dalle date sopra indicate) del registro d'impianto e del registro cartaceo dei rivenditori;
  • abrogazione dell’obbligo di comunicazione annuale

Soggetti tenuti all’iscrizione al Registro gas fluorurati (Registro nazionale delle persone e delle imprese certificate)

Persone e imprese

  • che svolgono attività di controllo delle perdite, recupero gas, installazione, manutenzione, riparazione, assistenza e smantellamento di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore, celle frigorifere di autocarri e rimorchi frigorifero, che contengono gas fluorurati ad effetto serra [Regolamento (UE) 2015/2067 ex (CE) 303/2008]  SCHEDA INFORMATIVA
  • che svolgono attività di controllo delle perdite, recupero gas, installazione, manutenzione o riparazione su impianti fissi di protezione antincendio che contengono gas fluorurati a effetto serra [Regolamento (CE) 304/2008] SCHEDA INFORMATIVA 
  • che svolgono attività di installazione, riparazione manutenzione o assistenza, smantellamento o recupero su commutatori elettrici contenenti gas fluorurati a effetto serra ai sensi del Regolamento (UE) 2066/2015, ex (CE) 305/2008] SCHEDA INFORMATIVA
  • addette al recupero di solventi a base di gas fluorurati a effetto serra dalle apparecchiature che li contengono [Regolamento CE 306/2008] SCHEDA INFORMATIVA
  • addette al recupero di gas fluorurati a effetto serra dagli impianti di condizionamento d’aria dei veicoli a motore, che rientrano nel campo d’applicazione della direttiva 2006/40/CE SCHEDA INFORMATIVA 

L'iscrizione al Registro è prevista per tutte le persone e le imprese che operano con i gas fluorurati previsti dalla norma in questione.
Nel caso di imprese individuali l’iscrizione è dovuta per l'impresa e per tutte le persone, che operano con i gas fluorurati, compreso il titolare.

Modalità d'iscrizione

La domanda di iscrizione deve essere presentata telematicamente, attraverso il sito www.fgas.it.
L’accesso al portale avviene con firma digitale della persona interessata o del legale rappresentante dell’impresa oppure con SPID (sistema di identità digitale). Nel caso di soggetto terzo è necessaria idonea delega, il modulo viene generato all’atto dell’iscrizione in automatico dal sistema o, in alternativa, può essere scaricato dal sito www.fgas.it (informazioni utili > modulistica ed istruzioni).

L'iscrizione al Registro viene gestita dalla Camera di commercio competente, ossia quella del capoluogo di regione o di provincia autonoma dove risiede la persona fisica oppure dove è iscritta la sede legale dell'impresa.

Sul sito fgas sono disponibili una guida e alcuni video per facilitare la compilazione della richiesta di iscrizione.

Certificato e attestato

Per le attività disciplinate dai Regolamenti 2015/2067, 304/2008, 2066/2015 e 306/2008, le persone iscritte al Registro devono ottenere un certificato, rilasciato da un organismo di certificazione, a seguito del superamento di un esame teorico e pratico.
Per le attività di cui al Regolamento 307/2008, invece, è necessario un attestato, rilasciato da un organismo di attestazione, a seguito della partecipazione ad un corso di formazione.

Gli organismi accreditati, selezionati da Accredia, sono disponibili sul sito www.fgas.it\ricerca

Per le attività disciplinate dai Regolamenti 2015/2067 e 304/2008 le imprese iscritte al Registro devono ottenere un certificato, rilasciato da un organismo di certificazione, a seguito della verifica del possesso dei requisiti previsti dall’Allegato B al DPR 146/2018.

Tutte le persone e le imprese che, alla data di entrata in vigore del decreto, 24 gennaio 2019, risultano iscritte al Registro telematico nazionale, devono conseguire i pertinenti certificati entro il termine di 8 mesi a partire da tale data. Per i nuovi iscritti la scadenza di 8 mesi decorre dalla data di iscrizione. Il mancato rispetto di tale termine comporta la decadenza dell’iscrizione della persona fisica e dell’impresa dal Registro, previa notifica.

Costi

Per ogni pratica di iscrizione/variazione è previsto il pagamento di:

  1. imposta di bollo di euro 16,00
  2. diritti di segreteria, per gli importi di seguito indicati:

Persone

  • iscrizioni: euro 13,00
  • variazioni: euro 9,00
  • riconoscimento certificati rilasciati da stato estero: euro 15,00
  • dichiarazione di possesso dei requisiti per l’esenzione o per la deroga: euro 13,00

la cancellazione non è soggetta a diritto di segreteria

Imprese

  • iscrizioni: euro 21,00
  • variazioni: euro 9,00
  • riconoscimento certificati rilasciati da stato estero: euro 25,00

la cancellazione non è soggetta a diritto di segreteria.

Organismi di certificazione e di valutazione della conformità

  • iscrizioni, modificazioni e cancellazioni: euro 25,00
  • inserimento informazioni relative ai certificati rilasciati, confermati, sospesi o rinnovati: euro 10,00

Modalità di pagamento

  • Telemaco Pay
  • Carta di credito

Causale da indicare: codice fiscale persona/impresa, diritti di segreteria e imposta bollo Registro FGas

A partire dal 15 maggio 2019 non saranno più accettati pagamenti tramite conto corrente postale (sul conto n. 311100).

Le sanzioni

La disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra è stata prevista con il D. Lgs. 5 marzo 2013 n. 26,  entrato in vigore il 12 aprile 2013.
Per maggiori informazioni: www.fgas.it/Faq#1508-sanzioni

 

Banca Dati gas fluorurati a effetto serra e apparecchiature contenenti gas fluorurati

La Banca Dati, istituita presso il Ministero dell’Ambiente con il D.P.R. 146/2018, raccoglie le informazioni contenute nei registri di cui all’articolo 6 del Regolamento (UE) n. 517/2014 relative a:

  • vendite di gas fluorurati a effetto serra ai fini delle attività di installazione, riparazione, manutenzione e assistenza nonchè controllo delle perdite e recupero svolte su apparecchiature contenenti FGAS;
  • vendite agli utilizzatori finali di apparecchiature non sigillate ermeticamente contenenti tali gas;
  • attività di installazione assistenza, manutenzione, riparazione e smantellamento svolte su apparecchiature, contenenti FGAS, di refrigerazione, condizionamento, pompe di calore, celle frigorifero di rimorchi e camion frigorifero, apparecchiature di protezione antincendio, commutatori elettrici.

Rivenditori di gas e apparecchiature

Le imprese interessate  dovranno preventivamente Iscriversi al Registro gas fluorurati.
I rivenditori di gas, all’atto della vendita, dovranno trasmettere telematicamente alla Banca Dati gestita dalla Camera di commercio competente, a partire da 6 mesi dall’entrata in vigore del DPR 146/2018 (24/01/2019), le seguenti informazioni:

  • i numeri dei certificati delle imprese acquirenti o, laddove le imprese non siano soggette ad obbligo di certificazione, i numeri dei certificati o degli attestati delle persone fisiche;
  • le quantità e la tipologia di gas fluorurati a effetto serra e di apparecchiature contenenti tali gas venduti.

Attività di installazione, manutenzione, riparazione, smantellamento

L’obbligo è in capo ad imprese e persone già iscritte al Registro FGAS, nello specifico imprese e persone in possesso di certificato per lo svolgimento di attività di installazione, manutenzione, riparazione di apparecchiature di refrigerazione, condizionamento e antincendio (vedi elenco sopra riportato) contenenti gas fluorurati.
Queste dovranno trasmettere telematicamente i dati sugli interventi svolti e sulle apparecchiature entro 30 giorni dalla data dell’intervento.
La Banca Dati verrà avviata entro 8 mesi dall’entrata in vigore del Decreto.

Costi

Per l’iscrizione alla Banca Dati, le imprese sono tenute a versare annualmente, entro il mese di novembre, alle Camere di commercio competenti, secondo le procedure e le modalità stabilite dalle stesse, i diritti di segreteria dell’importo di 21,00 €

Informazioni e assistenza

Per informazioni sul Registro: info@fgas.it
Per assistenza tecnica e problemi di accesso al sistema: assistenza@fgas.it
Per risposte a domande ricorrenti: www.fgas.it/Faq

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
Average: 2.5 (4 votes)

Aggiornato il: 21/05/2019 - 11:42

A chi rivolgersi