Domande di iscrizione e deposito: novità sull’imposta di bollo

Domande di iscrizione e deposito: novità sull’imposta di bollo

Coerentemente ai numerosi pareri resi in materia dall’Agenzia delle Entrate, per le pratiche presentate a decorrere dal 10 gennaio 2022 l’Ufficio del Registro delle imprese applicherà nuove disposizioni operative relative all’assolvimento dell’imposta di bollo dovuta per l’esecuzione di alcuni adempimenti pubblicitari presso il Registro delle imprese.

Si riportano di seguito le principali novità:

  • Atto di fusione o scissione delle società: l’assolvimento tramite M.U.I. – Modello unico informatico - comprende l’imposta di bollo della sola domanda di iscrizione dell’atto di fusione o scissione presentata dalla società risultante dalla fusione (neocostituita o incorporante) o beneficiaria della scissione (neocostituita o già esistente).
  • Atto di trasferimento di proprietà o godimento di azienda: l’imposta, che non può essere assolta tramite M.U.I. – Modello unico informatico –, deve essere corrisposta secondo l’importo più alto in relazione ai soggetti che hanno stipulato l’atto e non secondo l’importo dovuto in ragione della natura giuridica dell’impresa che presenta la domanda (non è rilevante la natura giuridica dell’impresa che presentata la domanda).
  • Modifica contratto di rete senza personalità giuridica: l’imposta, che non può essere assolta tramite M.U.I. – Modello unico informatico –, deve essere corrisposta secondo l’importo più alto in relazione alle imprese che partecipano alla rete e non secondo l’importo dovuto in ragione della natura giuridica dell’impresa che presenta la domanda (non è rilevante la natura giuridica dell’impresa di riferimento che presenta la domanda).
  • Variazione domicilio soggetti iscritti nel Registro imprese: il domicilio della persona fisica o giuridica è un dato da iscrivere nel Registro Imprese e pertanto la domanda di iscrizione della sua variazione sconta l’imposta di bollo.
  • Modifica all’Albo delle Società Cooperative: essendo l’istanza rivolta al Ministero dello Sviluppo Economico, come la domanda di iscrizione, sconta un’autonoma imposta di bollo (nella misura di 16,00 euro).
  • Domande delle Cooperative sociali: sono esenti dall’imposta di bollo solo se le società risultano iscritte all’Albo delle Società Cooperative, nella sezione “Cooperative a mutualità prevalente”, categoria delle “Cooperative sociali” (l’esenzione si applica anche in caso di presentazione contestuale della richiesta di iscrizione all’Albo).
  • Bilancio consolidato: sconta un’autonoma imposta di bollo se non è depositato lo stesso giorno del deposito del bilancio di esercizio.
  • Domanda di iscrizione atto notarile con ulteriori istanze: l’assolvimento tramite M.U.I. – Modello unico informatico – comprende l’imposta di bollo dovuta per le ulteriori istanze solo se la data atto sia la medesima per tutte le istanze e la circolare del MSE n. 3689/C del 6 maggio 2016 ne preveda la presentazione congiunta (restano ferme le eccezioni espressamente consentite dall’Agenzia delle Entrate).
    Di seguito alcuni esempi:
    • può essere assolta tramite M.U.I. l’imposta di bollo per la domanda di iscrizione dell’atto costitutivo di società di capitali e della nomina degli amministratori, non può essere assolta tramite M.U.I. se con la medesima domanda è richiesta anche l’iscrizione della nomina dell’organo di controllo;
    • l’imposta di bollo per la domanda di iscrizione dell’atto costitutivo di società e contestuale iscrizione nella sezione delle imprese sociali o nella sezione delle società tra professionisti può essere assolta tramite M.U.I.;
    • non può essere assolta tramite M.U.I. l’imposta di bollo per: la domanda di iscrizione dell’atto costitutivo di società di capitali e del socio unico;  la domanda di iscrizione dell’atto modificativo dell’atto costitutivo di società di capitali, della nomina degli amministratori e della cessazione degli amministratori uscenti; la domanda di iscrizione dell’atto costitutivo di società e della dichiarazione della soggezione all’altrui attività di direzione e coordinamento ai sensi dell’art. 2497 bis c.c.; la domanda di iscrizione dell’atto modificativo dell’atto costitutivo di società e della variazione del domicilio di un amministratore della società di capitali o di un socio della società di persone.

Per ulteriori informazioni: https://www.to.camcom.it/imposta-di-bollo

 

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina: