Diritto annuale 2019: differimento al 30 settembre 2019 dei versamenti legati agli ISA

Diritto annuale 2019: differimento al 30 settembre 2019 dei versamenti legati agli ISA

Si comunica che l’articolo 12 quinquies comma 3 della Legge n. 58 del 28 giugno 2019 pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 29/06/2019, ha previsto il differimento del termine dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, da quelle IRAP e dalla dichiarazione annuale unificata.

Tutti i contribuenti che svolgono in forma di impresa le attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale, di cui all’art. 9 bis della Legge 21 giugno 2017 n° 96, e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito per ciascun ISA dal relativo decreto ministeriale di approvazione, a prescindere dalla effettiva applicazione degli ISA, e coloro che partecipano a società, associazioni e imprese per le quali sono state approvati gli indici sintetici di affidabilità, potranno effettuare il versamento del diritto annuale:

  • entro il 30 settembre 2019 senza alcuna maggiorazione

Rientrano quindi nella proroga anche i soggetti che determinano il proprio reddito in modo forfettario, coloro che applicano il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità (Risoluzione 64/E dell’Agenzia delle Entrate).

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina: