Deposito statuto sociale aggiornato non contestuale all'atto modificativo

Ufficio competente

Registro delle imprese della provincia nella quale è ubicata la sede legale della società

Riferimenti normativi

Artt. 2436, 2480, 2615 ter c.c.

Regime pubblicitario - Tipo adempimento

  • Regime pubblicitario: pubblicità DICHIARATIVA
     
  • Tipo adempimento: domanda di deposito nel Registro delle imprese

Termini di presentazione della domanda/denuncia - Sanzioni

  • Termine di presentazione della domanda:  nessuno
     
  • Sanzioni: non previste

Soggetti legittimati a presentare la domanda/denuncia in luogo dei soggetti obbligati

  • Procuratore
  • Professionista incaricato: commercialista, ragioniere, perito commerciale regolarmente iscritto nella sezione A o B dell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (ex art. 31, legge n. 340/2000, commi 2-quater e quinquies, ed ex art. 1, D.Lgs. n. 139/2005, comma 3 lettera q) e comma 4, lettera f))
  • Notaio1

 1In qualità di Notaio rogante l’atto modificativo contenente lo statuto depositato per estratto.

Firme: chi deve firmare la domanda/denuncia

Firma digitale del soggetto che presenta la domanda (amministratore, procuratore, professionista incaricato o  Notaio).
 

Nel caso in cui l'amministratore sia privo del dispositivo di firma digitale, lo stesso può: 

  • conferire procura ad altro soggetto ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. n. 445/2000. In tal caso deve essere allegata la procura portante il numero identificativo della pratica, firmata autografamente dall'amministratore; a perfezionamento di questa modalità di firma occorre allegare, in un file separato, codificato con il codice E20, copia semplice del documento di identità dell'amministratore;

oppure

  • conferire l’incarico alla presentazione della domanda ad un professionista incaricato, commercialista, ragioniere, perito commerciale regolarmente iscritto nella sezione A o B dell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (ex art. 31, legge n. 340/2000, commi 2-quater e quinquies ed ex art. 1, D.Lgs. n. 139/2005, comma 3, lettera q), e comma 4, lettera f)), mentre il professionista deve indicare, nel Modello Note della domanda, di essere stato incaricato alla presentazione dall'amministratore.
    La dichiarazione d’incarico da rendere nel Modello Note, nel caso di professionista che firma con dispositivo contenente il “certificato di ruolo”, è la seguente: “Il sottoscritto…dottore commercialista/ragioniere, consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000, dichiara di presentare la domanda su incarico di…(nome e cognome dell'amministratore)”.
    La dichiarazione d’incarico da rendere nel Modello Note, nel caso di dispositivo di firma privo del “certificato di ruolo”, è la seguente: “Il sottoscritto…dottore commercialista/ragioniere, consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000, dichiara di essere iscritto nella sezione … (A o B) dell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di …, al n. .... Dichiara, inoltre, di non avere a proprio carico provvedimenti disciplinari ostativi all’esercizio della professione e di presentare la domanda su incarico di… (nome e cognome dell'amministratore)”. 

Modulistica obbligatoria ed eventuale

Modello S2 deve risultare compilato nel riquadro relativo ad ALTRI ATTI E FATTI SOGGETTI A ISCRIZIONE E A DEPOSITO in cui, in corrispondenza del codice 002 (Deposito statuto aggiornato), deve risultare l’indicazione “Deposito statuto aggiornato al ... (data di presentazione della domanda)” con codice atto A99

Esempio Distinta R.I. risultante dalla compilazione della modulistica

Allegati della domanda/denuncia

  • Copia informatica1, in formato .pdf/A, dello statuto aggiornato, riportante la data di redazione, sottoscritta digitalmente dagli amministratori che lo hanno redatto e sottoscritto in originale

Oppure

  • Copia conforme informatica, in formato .pdf/A, dello statuto aggiornato, riportante la data di redazione, con apposizione della relativa dichiarazione resa in calce dal Notaio ai sensi dell’art. 22 comma 1 o 2 del D.lgs. n. 82/2005 e della firma digitale dello stesso

Oppure

  • Copia conforme informatica2, in formato .pdf/A, dello statuto aggiornato, riportante la data di redazione, con apposizione della relativa dichiarazione resa in calce dal soggetto che presenta la domanda ai sensi dell’art. 22 comma 3 del D.lgs. n. 82/2005 e della firma digitale dello stesso

Oppure

  • Copia conforme informatica, in formato .pdf/A, dello statuto aggiornato  con apposizione della relativa dichiarazione resa in calce, per estratto, dal Notaio ai sensi dell’art. 22 comma 1 o 2 del D.lgs n. 82/2005 e della firma digitale dello stesso (qualora lo statuto, riportante gli estremi dell’atto notarile, non sia stato depositato unitamente all’atto modificativo3)

 


 

1Copia per immagine su supporto informatico (acquisita tramite scansione ottica) dell’atto originale cartaceo riportante le firme autografe degli amministratori che hanno sottoscritto lo statuto; oppure copia del documento informatico che riproduce il contenuto dell’atto cartaceo riportante in calce l’indicazione, sotto la voce “firmato in originale da…”, del cognome e nome degli amministratori che risultano aver firmato lo statuto; oppure copia dell’originale informatico riportante in calce l’indicazione, sotto la voce “firmato in originale da…”, del cognome e nome degli amministratori che risultano aver firmato lo statuto.

2Solo se copia per immagine su supporto informatico (acquisita tramite scansione ottica) dell’atto originale cartaceo riportante le firme autografe degli amministratori che hanno sottoscritto lo statuto.

3E’ il caso, ad esempio, dell’atto modificativo soggetto a termine futuro in quanto solo successivamente al verificarsi del termine è possibile depositare lo statuto aggiornato.

Importi

  • Diritti di segreteria: euro 60,001
  • Imposta di bollo: euro 65,001 se assolta tramite la Camera di Commercio di Torino – autorizzazione Ministero delle Finanze – Direzione Generale delle Entrate in Piemonte – n. 9/2000 del 26/09/20002

1Esente se start-up innovativa o incubatore certificato, per i primi cinque anni dall'iscrizione nella sezione speciale del registro delle imprese.
2L’imposta di bollo non può essere assolta tramite il Modello Unico Informatico (M.U.I.).
 

 

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
Average: 3 (1 vote)

Aggiornato il: 16/01/2018 - 11:53

A chi rivolgersi