Cybersecurity PMI


immagine progetto cybersecurity PMI

Le attività del PID per aiutare le imprese a difendersi dagli attacchi informatici

La Camera di commercio di Torino, nell'ambito delle attività dei Punti Impresa Digitale del sistema camerale, offre alle imprese della provincia una serie di servizi per rilevare i rischi informatici a cui sono sottoposte e attivare strategie di difesa.

Gli strumenti di valutazione del rischio informatico: Pid Cyber Check e Cyber Exposure Index

 SERVIZIO_PID-cyber-check4x.png Il primo passo è la compilazione del PID Cyber Check , un test molto rapido di circa 30 domande che consente una prima auto-valutazione del livello di rischio di un attacco informatico al quale l’impresa è esposta. Il test è stato elaborato dalla rete camerale dei Punti Impresa Digitale con la collaborazione tecnica dell'Osservatorio di Cyber Security del CNR - Consiglio Nazionale delle Ricerche e del Competence Center START4.0. 
Il test è gratuito e può essere realizzato e ripetuto in qualsiasi momento dall’impresa, in completa autonomia; al termine sarà prodotto un report personalizzato sui rischi e danni economici che l’impresa potrebbe subire da possibili attacchi. 
È possibile visualizzare un'anteprima del report fornito dal test cliccando qui 

Vuoi scoprire quanto sei esposto al rischio di attacco informatico? Compila il PID CYBER CHECK!

INIZIA IL TEST 

  SERVIZIO_Cyber-exposure-index4x.pngIl secondo strumento messo a disposizione delle imprese è il Cyber Exposure Index (CEI)  uno strumento di assessment più evoluto che, attraverso un complesso algoritmo di estrazione ed analisi dei dati sul web, verifica se e come i cybercriminali sono entrati in possesso dei dati di una particolare impresa e quali informazioni hanno a disposizione per poterla attaccare. Il Cyber Exposure Index viene calcolato partendo dal sito web, dalla casella di posta aziendale e scattando una foto esatta dell’impresa attraverso 3 fattori primari:

  • Quantità dei servizi esposti su internet
  • Elenco delle vulnerabilità potenziali sfruttabili dall’esterno (già note ai cybercriminali)
  • Data leakage o “fughe di dati” relative ad utenze e password legate all’azienda

Lo strumento prevede l’elaborazione di due report a distanza di sei mesi l’uno dall’altro, al fine di fornire un monitoraggio dell’andamento del rischio cyber a cui è sottoposta l’azienda nel tempo.  
Il Cyber Exposure Index prevede  il pagamento  Infocamere SCpA, il soggetto che eroga il servizio,  di un contributo alle spese di euro 55 + IVA.

Altri link e risorse utili

Scarica il Vademecum per la cybersecurity per le piccole e medie imprese dal sito del Competence Center Cyber 4.0

Segui il corso gratuito on-line “INTRODUZIONE ALLA SICUREZZA INFORMATICA” , disponibile sulla nuova piattaforma PID Academy , promossa dai Punti Impresa Digitale delle Camere di Commercio.  Durata del corso: 3 ore circa. Il corso è strutturato in 12 moduli, che possono essere seguiti anche in momenti diversi.

Scopri i servizi avanzati sulla cybersecurity del Competence Center nazionale Cyber 4.0 e dell'European Digital Innovation Hub EXPAND (v. in particolare le pagine 20, 29 e 30 del Catalogo dei servizi)

Consulta le ultime notizie sui siti della Polizia Postale e di CERT-AGID

 

Programma formativo 2023

Cybersecurity: dalla consapevolezza all’azione - 22 novembre - Webinar - disponibili le slide dei relatori

Cybersecurity e illicit trade. Come arginare il problema attraverso l’investigazione - 13 novembre - Webinar 

Difendersi dai cyber attacchi: scegliere l'antivirus, prevenire i Ransomware, esercitarsi con i Cyber Range - 11 ottobre - Webinar

Cosa fare e cosa NON fare quando si subisce un attacco - 6 luglio - Webinar - disponibili le slide dei relatori

Quanto la tua impresa è vulnerabile ad attacchi dalla rete? - 6 giugno - Webinar - disponibili le slide dei relatori

 


 

Condividi su:
Stampa:
Ultima modifica
Mercoledì, Giugno 12, 2024 - 12:10

Aggiornato il: Mercoledì, Giugno 12, 2024 - 12:10

A chi rivolgersi