Premio Chiave a Stella 2019

Undicesima edizione del Premio Chiave a Stella, attribuito ad aziende del Piemonte con capacità di coniugare innovazione e tradizione, nonché per l’eccellenza del proprio prodotto

Il Premio viene attribuito a tre aziende piemontesi che si distinguono per la capacità di esprimere e coniugare innovazione e tradizione, nonché per l’eccellenza del proprio prodotto e la valorizzazione del territorio in Italia e all’estero.  Menzioni d’onore verranno anche attribuite ad aziende di particolari settori d’attività.

A tutte le imprese che partecipano all’iniziativa, viene data la possibilità di usufruire di un plafond di 40 milioni di euro messo a disposizione da Unicredit per investimenti legati allo sviluppo della produzione e dell’innovazione. 

Sono previste tre classi di premio: la prima per le aziende con un fatturato fino a due milioni, la seconda per quelle con un fatturato fino a 10 milioni di euro e la terza per le imprese fino ai 50 milioni di euro.

La partecipazione è gratuita. Le imprese saranno valutate da una Commissione Tecnica Esaminatrice composta da rappresentanti dei promotori e dei collaboratori del Premio, insieme ai docenti del Politecnico e della Scuola di Management e Economia dell’Università degli Studi di Torino.

“Chiave a Stella”, è ormai diventato un appuntamento di riferimento nel panorama economico locale. E’ il Premio promosso da API Torino, Fondazione Magnetto e il quotidiano la Repubblica, in collaborazione con UniCredit, la Camera di commercio di Torino, Unioncamere Piemonte e Confapi Piemonte e con il supporto scientifico del Politecnico di Torino e della Scuola di Management e Economia dell’Università degli Studi di Torino.

Le imprese vincitrici potranno usufruire gratuitamente per il 2019 di un “pacchetto di servizi” messo a disposizione dai partner del Premio. Il “pacchetto” è stato pensato per sostenere l’innovazione dell’impresa - con uno sguardo sempre più attento alla progettualità europea –, mettendo a disposizione delle imprese vincitrici l’esperienza maturata dai partner del Premio nel campo dell’innovazione tecnologica.

Scopri il nuovo sito dedicato al Premio.

I vincitori dell'edizione 2019

L’edizione 2019 di “Chiave a stella”  si è conclusa il 4 novembre con il conferimento dei premi alle imprese vincitrici:

NIMBUS SRL (Categoria “Micro impresa”)
Si tratta di una realtà che è stata molto apprezzata dalla Commissione di Valutazione per la sua capacità di innovare costantemente sul prodotto, anche in collaborazione con i più importanti big player del settore di riferimento nell’ambito di attività di ricerca industriale. Un’innovazione a 360 gradi nel campo della progettazione e produzione di APR (Aeromobili a Pilotaggio Remoto), che permette il loro impiego in condizioni ambientali anche estreme, evitando l’esposizione al rischio da parte degli operatori di soccorso.

ALBASOLAR S.R.L. (Categoria “Piccola impresa”)
L’azienda che quest’anno si aggiudica il Premio Chiave a Stella nella categoria “Piccola Impresa” è una realtà della provincia di Cuneo, che opera nel campo della progettazione e costruzione di sistemi energetici integrati per la produzione e la gestione dell’energia. Si tratta di un’azienda che, dopo un attento percorso di riconversione, si è affermata sul mercato di riferimento puntando sulla brevettazione delle proprie soluzioni e sulla verticalizzazione dell’offerta: dalla realizzazione di un software capace di gestire l’integrazione di più fonti energetiche, fino alla produzione di cogeneratori.

MOBILITY VILLAGE SPA (Categoria “Media impresa”)
L’azienda che quest'anno si aggiudica il Premio “Chiave a Stella” nella categoria "Media Impresa" è un’azienda che lavora in un settore tradizionale, ma con un approccio al business assolutamente innovativo, che si sta dimostrando dirompente nel mercato di vendita dei veicoli usati. L’azienda ha creato il primo grande villaggio interamente dedicato alla mobilità: una realtà nuova, nata per racchiudere in un unico grande centro tutti i servizi e le attività dedicati alla mobilità su ruota. Più recentemente l’azienda ha sviluppato, in collaborazione con il Politecnico di Torino, un algoritmo che consente di calcolare sulla base di parametri oggettivi la percentuale di durata residua di un veicolo usato.

BOELLA & SORRISI SRL (“Miglior esempio di continuità aziendale”)
L'azienda si riassume in due parole: tradizione e qualità. Si tratta di un’eccellenza nel mondo del cioccolato e dei prodotti da forno, frutto di un “matrimonio” tra gli eredi di due marchi, che seguono l'antica tradizione che ha origine nel lontano 1885.

ALLEGRO NATURA (“Miglior esempio di sostenibilità ambientale”)
La Menzione speciale “Miglior esempio di sostenibilità ambientale” va a una piccola realtà della provincia di Torino, che lavora nel campo della produzione di cosmetici e detergenti biologici. I suoi prodotti sono tutti ecologici e non sono mai stati testati su animali, ben prima che lo stabilisse la normativa europea. Accanto agli obiettivi di profitto economico, l’azienda persegue un costante impegno a rispettare la natura e gli ecosistemi, migliorando l’efficacia e la sicurezza dei nostri prodotti.

PARATISSIMA PRODUZIONI E SERVIZI SRL (“Miglior esempio di impresa per la creazione di nuove professioni”)
L’azienda è una nota realtà torinese che dal 2005 si occupa di valorizzare le opere di artisti indipendenti emergenti. L’azienda viene premiata per il suo impegno nel formare nuove figure professionali che non hanno ancora una precisa collocazione nel mercato del lavoro: ossia esperti nella valorizzazione territoriale e immobiliare attraverso progetti temporanei in campo artistico culturale, nonché promoter di artisti e creativi emergenti e indipendenti.

PIAN DELLA MUSSA SRL (“Miglior esempio di valorizzazione di un territorio svantaggiato”)
Questa realtà testimonia un brillante caso di imprenditoria assolutamente integrata e in armonia con il territorio nel quale è collocata, fino a diventare protagonista e promotore del suo sviluppo, favorendo l’occupazione locale e investendo risorse per incoraggiare l’attrazione turistica del territorio.

I vincitori dell'edizione 2018

L’edizione 2018 di “Chiave a stella”  si è conclusa il 19 novembre con il conferimento dei premi alle imprese che sono risultate vincitrici:

DESMOTEC S.R.L. per la categoria “micro imprese”
L'azienda è una realtà innovativa, dinamica, giovane e che deve il suo successo anche a collaborazioni di alto livello con professionisti riconosciuti a livello mondiale. Inserita saldamente nel territorio di origine, da cui provengono la maggioranza dei sui fornitori, è però proiettata verso l'estero dove realizza il grosso del suo fatturato.Il successo dell'azienda è da ricercare nel connubio tra innovazione e solide basi scientifiche che le permettono di offrire macchinari e soluzioni ad alto rendimento per un settore competitivo per definizione, quello dello sport, dal calcio allo sci passando per il basket. L'azienda è leader italiano nelle tecnologie per l'allenamento, la preparazione atletica e la riabilitazione.

  
CFT RIZZARDI S.R.L. per la sezione “piccole imprese”
Realtà familiare che opera nel settore Metalmeccanico, rivolgendosi essenzialmente alla componentistica per macchine, in Italia come nel resto dell’Europa, negli Stati Uniti e in America Latina.Il suo posizionamento oggi sui mercati è il frutto di un mix equilibrato di ingredienti, dove le capacità tecniche si sposano perfettamente con le capacità imprenditoriali e manageriali, a cui si aggiungono una buona dose di coraggio, ambizione e capacità di visione.Attualmente l’azienda è in piena espansione, con lo sguardo sempre molto attento agli investimenti, allo sviluppo di innovazioni e soluzioni tecnologiche, e allo sviluppo del business nei mercati esteri, con la consapevolezza che per vincere bisogna “giocare in squadra”.

TOSA S.p.A. per la categoria “medie imprese”
L’azienda a conduzione familiare opera nel settore dell'automazione industriale. I suoi sistemi di automazione sono venduti in tutto il mondo e si adattano alle linee produttive di svariati beni di consumo. Tra i leader nel proprio mercato di riferimento, devono il loro successo al costante impegno profuso nell'offrire macchine longeve ed affidabili. Risultato ottenuto grazie ad un forte investimento in ricerca e sviluppo, formazione del personale interno, inserimento in azienda di risorse specializzate ed un'unità produttiva e logistica di riguardo. L'azienda in continua espansione si sta strutturando per avere una presenza ancora più forte all'estero, grazie alla creazione di nuove filiali fuori dall'Italia. Molti sono anche i progetti di innovazione in cantiere, figli di una ricerca della qualità che accompagna l'azienda fin dalle sue origini nel lontano 1974, quando era specializzata nella produzione di macchinari per l'enologia.

Tre le Menzioni speciali:

TOSA S.p.A.Miglior esempio di Responsabilità Sociale d’Impresa,
L'azienda opera a livello mondiale nel settore dell'automazione industriale, mantenendo però forti legami con il territorio dove è nata e si è sviluppata. L'azienda è guidata saldamente da una famiglia che si impegna nella realizzazione di numerose iniziative volte a contribuire al benessere della popolazione locale, nel campo della salute e della cura dei più piccoli. Molte sono anche le iniziative realizzate all'interno della "fabbrica", per il benessere dei dipendenti. Per citarne alcune: formazione costante del personale interno, attività di team building, ampi spazi dedicati alla socializzazione del personale, corsi di ginnastica e yoga organizzati durante la pausa pranzo.

MeC srl Miglior esempio di valorizzazione di giovani talenti in azienda
MeC srl  è una piccola e vivacissima realtà di Torino, che opera nel campo della progettazione industriale, con una spiccata vocazione alla collaborazione, in particolare con gli Atenei e le scuole. L’elemento chiave del loro successo è il mix tra la curiosità e la voglia di imparare delle risorse più giovani e l’esperienza garantita dai senior. Il dinamismo e la flessibilità del team hanno permesso a questa realtà di crescere non solo in termini di fatturato,ma anche in competenze, abbracciando innovazione e cambiamento.

MO.VI. S.p.A. Miglior esempio di imprenditorialità e modello di business innovativo.
MO.VI SpA opera in un settore tradizionale, ma con un approccio al business assolutamente innovativo, puntando su nuove tecnologie per offrirle direttamente ai propri clienti.I corposi investimenti realizzati recentemente dall’azienda per una nuova sede in un sito industriale dismesso, e lo sviluppo di idee e intuizioni trasformate in soluzioni innovative con la stretta collaborazione con il mondo della Ricerca (oggi protette da un brevetto), testimoniano un autentico talento nella capacità di visione e nel saper fare impresa.

I vincitori dell'edizione 2017

L’edizione 2017 di “Chiave a stella”  si è conclusa il 6 novembre con il conferimento dei premi alle imprese che sono risultate vincitrici:

MGM ROBOTICS Srl :

L’azienda che quest’anno si aggiudica il Premio Chiave a Stella nella categoria “Piccola Impresa” opera nell’ambito dell’automazione industriale. Nata appena tre anni fa, l’azienda unisce l’esperienza di un padre all’energia di un figlio che, insieme ai suoi collaboratori, già esportano oltre il 70% del fatturato. È una realtà in forte espansione, che riconosce nel “network” con partner strategici un elevato valore a vantaggio dei propri clienti. A ciò si aggiunge un’attenta politica di formazione dell’intero e “giovanissimo” personale d’azienda.

BISIACH & CARRÙ Spa  

L’azienda che ritira il Premio Chiave a stella 2017 per la categoria Grandi Imprese, è da molti decenni leader nella robotica. Le sue soluzioni sono presenti ovunque nel mondo. Grazie all’elevata tecnologia, alla rapidità di esecuzione e alla competitività economica, tiene testa con successo i colossi della robotica mondiale. La sua storia è anche la storia di un’amicizia, la storia di due amiglie, che sempre insieme hanno saputo affrontare le tante sfide che si sono presentate nel corso di oltre 60 anni di attività d’impresa. Oggi stanno pianificando il passaggio alla terza generazione.

Due le Menzioni speciali. AZIENDA AGRICOLA LUCA FERRARIS ( “Miglior esempio di impiego di nuove tecnologie ai settori della tradizione locale”), MGM ROBOTICS Srl (“Miglior esempio di imprenditoria straniera”).
 
Le aziende che hanno vinto sono state selezionate da un primo gruppo di 50 imprese risultate idonee a partecipare, da queste successivamente sono state individuate 32 aziende che hanno preso parte alla selezione finale.

Fotogallery cerimonia 2017

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
No votes yet

Aggiornato il: 06/11/2019 - 10:38

A chi rivolgersi

Innovazione e bandi

Via San Francesco da Paola 24, 10123 Torino - Terzo piano
Sportello deposito Brevetti e Marchi: dal lunedì al venerdì 9.00 - 12.00
Tutti gli altri servizi ricevono solo su appuntamento

Brevetti e marchi: 011 571 6934 / 6938 / 6939
Innovazione/Sportello APRE: 011 571 6321 / 6322 / 6323 / 6325 / 6326
Centro Patlib e lotta alla contraffazione: 011 571 6996 / 6930
Sportello Tutela Proprietà Industriale: 011 571 6930 / 6934
PID Punto Impresa Digitale: 011 571 6323 / 6326 / 6340 / 6930

innovazione@to.camcom.it
Brevetti e marchi: brevetti.marchi@to.camcom.it
Centro Patlib: patlib@to.camcom.it
Sportello Tutela Proprietà Industriale: sportello.tpi@to.camcom.it
Sportello APRE: innovazione@to.camcom.it
PID Punto Impresa Digitale: pid.torino@to.camcom.it