Carnet ATA

testata carnet ata

Il Carnet A.T.A. è un documento doganale internazionale che consente l'esportazione temporanea di merci nei Paesi convenzionati.

Attenzione: a seguito alle disposizione ministeriali per il contenimento della diffusione del contagio COVID-19, dal 18 marzo 2020 e fino a data da destinarsi, l'ufficio Documenti Estero è aperto al pubblico solo il lunedì, il mercoledì e il venerdì mattina con orario 9:00 - 12:15.

Avviso

A causa delle misure preventive adottate dai singoli Paesi per il contenimento della pandemia (chiusura delle frontiere, cancellazione dei voli, accesso limitato alle regioni gravemente colpite e stato di quarantena), alcuni titolari di Carnet ATA non saranno in grado di completare le formalità di riesportazione prima della scadenza dei documenti e saranno quindi costretti, ove consentito, a utilizzare Carnet ATA sostitutivi per prolungare la permanenza delle merci nel Paese interessato.

Per la richiesta di carnet sostitutivi seguire la procedura riportata a fondo pagina, nella sezione Richiesta di un carnet sostitutivo.

Il Carnet A.T.A. è un documento doganale internazionale che consente l'esportazione temporanea nei Paesi convenzionati, per un massimo di 12 mesi, di merci destinate a fiere e mostre, materiale professionale o campioni commerciali, senza dover prestare alle dogane alcuna garanzia per l'ammontare dei diritti relativi alle merci stesse. Dopo la scadenza del carnet, il documento deve essere restituito alla Camera di commercio. In caso contrario la Camera di commercio non potrà dimostrare il regolare rientro delle merci alle dogane estere in fase di eventuale contestazione doganale e la ditta sarà tenuta al pagamento dei dazi richiesti.

Per informazioni dettagliate sul carnet ATA, le modalità di rilascio, le istruzioni per la compilazione e l'elenco dei Paesi convenzionati:

Sono disponibili due tipi di carnet ATA:

  • Il Modello base contenente una dotazione minima di fogli, necessari per effettuare due viaggi all’estero (2 volet esportazione, 2 volet reimportazione, 2 volet esportazione, 2 volet riesportazione, 4 volet di transito). Questo nuovo modello di carnet ATA non consente in nessun caso l’integrazione di fogli interni aggiuntivi e non potrà più essere utilizzato una volta esauriti i fogli in dotazione, indipendentemente dalla data di scadenza. Il costo di questo tipo di carnet è di 50,00 € + IVA 22% (lordi 61,00 €).
  • Il Modello con dotazione superiore che permette di effettuare più di due viaggi (dotazione fogli iniziale per 4 viaggi con possibilità di acquistare fogli aggiuntivi). Il costo di questo tipo di carnet è di 76,00 € + IVA 22% (lordi 92,72 €), quello dei fogli aggiuntivi di 1,00 € + IVA 22% (lordi 1,22 €)

Per comprendere meglio la composizione dei nuovi carnet è disponibile la brochure a cura di Unioncamere (scarica il file 7 pagine, 1,2 Mb).

In breve, per richiedere un carnet ATA occorre entrare nella pagina Modulistica - Estero e:

  1. compilare il modulo di domanda carnet ATA Modello base oppure il modulo di domanda carnet ATA Modello con dotazione superiore, stamparlo, firmarlo e scannerizzarlo
  2. aprire il file excel Modello per compilazione lista merci e compilare la lista senza modificare la larghezza delle colonne
  3. richiedere la polizza:
  1. nel caso di merci di valore superiore a 150.000 € (anche per cumulo dei carnet emessi nell’anno) oppure (per qualunque importo) per prodotti orafi, richieste provenienti da privati o da ditta plurilocalizzata: scaricare e compilare il modulo di richiesta polizza, firmarlo, scannerizzarlo.

    oppure
     
  2. nei casi diversi da quelli elencati al punto precedente si può ottenere la polizza in via automatica. Per ottenerla, prima di ritirare il carnet si dovrà effettuare un bonifico bancario a favore di una delle Agenzie Generali Italia Spa abilitate (l'elenco è disponibili più sotto). Il premio di assicurazione è pari allo 0,5625% del valore totale della merce da arrotondare come indicato a pagina 3 delle istruzioni (premio minimo 56,00 € per merci di valore inferiore o uguale a 10.000,00 €). Si dovrà scegliere l’Agenzia Generali Italia Spa a cui rivolgersi in futuro in caso di superamento del plafond di 150.000,00 €.

Qualche giorno prima di procedere al ritiro del carnet, ai fini della protocollazione, da gennaio 2019 è necessario inviare all'indirizzo PEC documenti.estero@to.legalmail.camcom.it e, per conoscenza, anche a documenti.estero@to.camcom.it:

  • la domanda compilata e scannerizzata
  • il file excel con la lista merci
  • l’eventuale modulo di richiesta polizza, che l’ufficio provvederà a vistare e rispedire, in modo che possa essere presentato all’Agenzia Generali Italia Spa (i tempi di attesa per ottenere la polizza sono di circa 3 giorni). In caso di emissione polizza in via automatica, non effettuare il bonifico alla Generali Italia Spa prima di avere ricevuto una mail di conferma da parte della Camera di commercio  (vedere i tempi di rilascio a pag. 4 delle "Istruzioni Carnet ATA")
  • il proprio Codice Sistema di Interscambio (SDI), oppure l'indirizzo PEC necessari ai fini della fatturazione elettronica alle imprese richiedenti
  • confermare nella mail se richiedete un carnet modello "base" o "con dotazione superiore".

Si prega di inoltrare l'e-mail di richiesta solo quando si è sicuri dell'effettiva necessità del carnet e che la lista merci non sia soggetta a variazioni. Nel caso di mancato ritiro del carnet, il costo dello stesso sarà comunque addebitato al richiedente.

I carnet ATA vengono rilasciati entro 3 giorni lavorativi dal momento della ricezione via mail della documentazione completa.

In caso di richiesta contemporanea di più di 3 Carnet, possono rendersi necessari termini superiori, da concordare con l’ufficio.

In caso di particolare urgenza, la ditta può acquistare e ritirare i carnet in bianco, procedere direttamente alla loro compilazione e presentarli per il visto di emissione.

Presentarsi allo sportello per il ritiro il giorno concordato muniti di:

  • "Modulo di domanda carnet ATA" compilato e firmato nelle tre copie dal legale rappresentante (scegliendo il modulo di domanda relativo al tipo di carnet base o con dotazione superiore)
  • la scheda anagrafica (solo per soggetti per i quali non sussiste obbligo di iscrizione alla CCIAA e solo per il primo carnet)
  • fotocopia del documento di identità del legale rappresentante
  • la polizza in originale oppure (in caso di polizza in via automatica) copia dell’ordine di bonifico bancario contenente codice CRO o TRN o versamento c/c postale
  • eventuali liste merci da pinzare alle pagine del carnet, se concordato con l’ufficio
  • eventuale delega al trasportatore
  • importi pari a 61,00 € oppure 92,72 € in base al modello di carnet, da pagare allo sportello (è anche possibile effettuare il  pagamento on-line  previa comunicazione telefonica con gli uffici ai numeri indicati in calce)

Tutti i moduli sono scaricabili on-line nella pagina Modulistica - Estero.

Agenzie Generali Italia abilitate

Agenzia Torino Centro
Via Bogino, 9
10123 Torino
Banca: UNICREDIT - c/c intestato a GEXTA SRL (Attenzione: nuova denominazione dal 2/11/2019)
IBAN: IT 88 G 02008 20600 000105397613 (Attenzione: nuovo IBAN dal 28/09/2018)

Agenzia Mirafiori
Piazza Massaua, 4
10146 Torino
Banca: INTESA SAN PAOLO - c/c intestato a NATALE ESPOSITO
IBAN: IT 69 D 03069 09210 100000065578

Agenzia Dora
Lungo Dora Colletta, 75
10153 Torino
Banca: CARIPARMA FIL. 120 - c/c intestato a GIULIO CESARE SRL AG. GEN. INA ASSITALIA
IBAN: IT 15 P 06230 01001 000040642433

Richiesta di un carnet sostitutivo

Quando il carnet sta per scadere e la merce oggetto del documento non può essere riesportata dal Paese estero entro i termini previsti l'operatore deve verificare che la Dogana locale accetti un carnet sostitutivo.

In caso affermativo, prima della scadenza del vecchio carnet, può richiedere con l'apposito modulo un carnet che sostituisca quello in scadenza.

Esso avrà la validità di un anno dalla nuova emissione (scarica il "Modulo di richiesta di carnet sostitutivo" nella pagina Modulistica - Estero).

L'operatore otterrà il carnet sostitutivo presentando la stessa documentazione e pagando le stesse somme richieste per il rilascio di un carnet nuovo (compresa la polizza assicurativa).

Si precisa che i due carnets (il carnet in scadenza ed il carnet sostitutivo) dovranno essere presentati per i visti, rigorosamente prima della scadenza del primo carnet, sia alla dogana comunitaria di uscita, che a quella straniera che aveva effettuato l'operazione di importazione.

Dopo l'apposizione dei visti, il carnet sostituito dovrà essere restituito alla Camera di commercio, mentre il nuovo carnet sostituitivo seguirà la merce fino al rientro definitivo nella Comunità Europea.

Nel caso in cui la dogana locale non accetti il carnet sostitutivo, la merce dovrà essere assolutamente riesportata entro i termini concessi. In caso contrario diventa inevitabile il pagamento dei diritti doganali.

Smarrimento di un carnet

In caso di smarrimento di un carnet ATA, il titolare dovrà presentare alla Camera di commercio di Torino la relativa denuncia di smarrimento, vistata dall'Autorità di Pubblica Sicurezza.

Se la merce oggetto del carnet è all'estero oppure se non è ancora stata effettuata l'operazione di reimportazione nell'Unione Europea, il titolare richiederà il duplicato del carnet.

Per richiedere il duplicato va presentata:

  • richiesta di duplicato su carta intestata della ditta, firmata dal legale rappresentante
  • denuncia di smarrimento vistata dall'Autorità di Pubblica Sicurezza

Si precisa che in caso di smarrimento del carnet dopo la presa in carico da parte della dogana comunitaria, prima di procedere con l'importazione temporanea all'estero, il titolare dovrà far vistare la nuova copertina dalla dogana che aveva effettuato l'operazione di esportazione.

Il titolare del carnet è responsabile delle conseguenze che potrebbero derivare dall'utilizzo, da parte di terzi, del carnet smarrito o sottratto.

Videocorso sui Carnet ATA

 

 

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
Average: 2 (2 votes)

Aggiornato il: 07/05/2020 - 10:51

A chi rivolgersi