Altri progetti del territorio per la formazione e l'orientamento al lavoro e alle professioni

header altri progetti

La Camera di commercio di Torino, oltre alla partecipazione a Protocolli d'Intesa e Accordi, collabora alla realizzazione di progetti promossi da soggetti terzi.

Le parole del fare

Il progetto "Le parole del fare", promosso dal Fablab di Torino, ha avuto come scopo raccogliere, documentare, elaborare e organizzare contenuti inerenti la cultura del fare e del sapere.

Rendersi conto dell'importanza della cultura materiale, identificare i suoi attori, le sue straordinarie potenzialità, soprattutto in quei contesti più rari e particolari che si staccano e distinguono dalla cultura di massa è operazione indispensabile per poter comprendere il mondo in modo adeguato.

L'intelligenza della mano, la polisensorialità e la sinestesia, l'economia e l'efficacia del gesto, la dinamica dell'apprendimento e la pratica sono concetti raffinati e poco comuni nella narrazione del lavoro artigiano e più in generale dei lavori ad alto valore aggiunto.

Nello stesso tempo sono argomenti affascinanti che elevano e rafforzano il concetto di lavoro manuale, spesso considerato inferiore al lavoro intellettuale. Si tratta invece di comprendere che occhio mano e cervello lavorano in una perfetta sintonia in cui tutte le parti sono indispensabili.

Creazione di un Sistema di riconoscimento e validazione delle competenze attraverso Digital Open Badge

Con questo progetto, promosso dal COREP, si è avviata una sperimentazione volta ad analizzare, studiare, disegnare un sistema di riconoscimento a validazione delle competenze attraverso un Digital Open Badge, definendone e testandone le caratteristiche ed il funzionamento, coinvolgendo il territorio e gli attori che hanno a che fare con il tema in oggetto, identificando delle proposte per la messa a regime del Sistema.

Soft skill in azione

Il Progetto, promosso dalla Fondazione Piazza dei Mestieri, si snoda attorno al tema dell’orientamento e delle competenze trasversali con una particolare attenzione alle questioni legate all’identificazione ed alla valutazione delle soft skills. Ha dato rilievo a tutte le capacità ed abilità inerenti alla costruzione del Sé e alle interazioni produttive del Sé con gli altri, attraverso due fasi: la mappatura delle competenze trasversali degli studenti e "soft skill in azione" (osservazione e valutazione delle soft skills di un gruppo selezionato di partecipanti impegnati in situazioni di apprendimento in laboratorio/impresa).

L’innovatività del progetto si è incentrata nella sperimentazione della valutazione delle soft skill, che rappresentano un elemento sempre più centrale nel contesto lavorativo e un fattore spesso decisivo nella selezione del personale.

 

Torna alla pagina principale

 

UTILITÀ

Condividi questa pagina:
Stampa questa pagina:
Ti è stata utile questa pagina?
No votes yet

Aggiornato il: 27/10/2021 - 16:37

A chi rivolgersi