Concessione di benefici finanziari - Regolamento

Scarica il regolamento (3 pagine, 451 Kb)

Con deliberazione del Consiglio n. 7 del 26 luglio 2022 la Camera di commercio di Torino ha approvato una nuova versione del “Regolamento per la concessione di benefici finanziari in conformità all’art. 12 Legge 7 agosto 1990, n. 241”, denominato “Regolamento benefici finanziari”, divenuta esecutiva in data 17 agosto 2022.

Il Regolamento stabilisce i criteri, i limiti e le modalità cui la Camera di commercio di Torino deve attenersi per la concessione di sovvenzioni, sussidi, indennizzi, aiuti finanziari e, più in generale, per l’attribuzione di vantaggi economici consistenti in erogazioni di denaro.

In particolare, a seguito delle modifiche apportate con la deliberazione sopra citata, il Regolamento opera una distinzione fra benefici a favore di enti ed organismi partecipati e benefici a favore di soggetti diversi.

Con riferimento alla prima categoria di benefici, la Camera di commercio può disporre a favore di organismi ed enti pubblici e privati senza scopo di lucro da essa partecipati in conformità all’art. 36 dello Statuto dell’Ente:

  • contributi a favore delle attività o di determinate porzioni delle attività dei predetti organismi ed enti partecipati aventi obiettivi di sviluppo socio-economico rispondenti alle finalità istituzionali della Camera di commercio di Torino;
  • contributi a specifici progetti o tipologie di progetti condivisi con i medesimi organismi ed enti partecipati e preordinati al conseguimento dei medesimi obiettivi di cui al punto precedente, regolati da appositi atti di programmazione.

Con riferimento, invece, ai benefici a favore di soggetti diversi, la nuova versione del Regolamento prevede che la Camera di commercio di Torino può disporre le seguenti forme di intervento:

  • contributi ad organismi ed enti pubblici o privati senza scopo di lucro finalizzati al sostegno di progetti la cui attuazione sia riconosciuta quale fattore di sviluppo e attrattività per il sistema socio-economico locale, secondo quanto specificato in apposito Disciplinare Tecnico regolante l’erogazione di contributi a iniziative di terzi, salvo erogazioni a seguito di procedure ad evidenza pubblica disciplinate dallo stesso Regolamento;
  • finanziamento, sulla base di specifici provvedimenti camerali, di organismi ed enti pubblici e privati senza scopo di lucro la cui attività rappresenti, a livello locale, nazionale e internazionale, fattore di prestigio e attrattività per il territorio e per il suo tessuto produttivo ovvero la cui attività contribuisca significativamente, anche mediante ricerche, studi o analisi di settore, a sostenere la competitività delle imprese;
  • cofinanziamenti, ossia erogazioni ad organismi ed enti pubblici e privati senza scopo di lucro, disciplinate mediante convenzioni, protocolli o accordi e finalizzate a sostenere iniziative ideate nell’interesse generale del sistema socio-economico locale, funzionali alla realizzazione di obiettivi condivisi e definite di comune accordo;
  • finanziamento, anche di tipo pluriennale, di borse di studio, assegni di ricerca, corsi di laurea, master e similari che si contraddistinguano per la rilevanza scientifica, economica e culturale dell’argomento trattato, a condizione che sia garantita la trasparenza delle modalità di selezione dei soggetti beneficiari;
  • altre forme consentite dalla normativa vigente.

Infine, la Camera di commercio di Torino può disporre interventi di carattere finanziario rivolti direttamente alle imprese o altri operatori, finalizzati a sostenere lo sviluppo e la competitività del sistema socio-economico locale, tramite l’emanazione di specifici bandi.

Per maggiori informazioni sui contributi visita la pagina www.to.camcom.it/Contributi-iniziative-di-terzi

 

Condividi su:
Stampa:

Aggiornato il: 03/10/2022 - 16:43

A chi rivolgersi

Sviluppo e valorizzazione filiere

Via San Francesco da Paola 24, 10123 Torino - Terzo piano
dal lunedì al giovedì 9.00 - 12.15; 14.30 - 15.45
venerdì 9.00 - 12.15
Si riceve su appuntamento

Erogazione contributi a iniziative di enti no-profit: 011 571 6389 / 6383 / 6396 / 6398
Agroalimentare: 011 571 6384 / 6388 / 6394
Vini a D.O.: 011 571 6388
Turismo: 011 571 6386