Sei in Aggiornato il: 19 Ottobre 2017

Registri di carico e scarico e formulari di identificazione dei rifiuti

Condividi questa pagina

La normativa di riferimento

Si rende disponibile l'elenco delle principali disposizioni inerenti al Registro di carico e scarico e al Formulario di identificazione dei rifiuti, con l'indicazione di quelle vigenti

Registro di carico e scarico rifiuti

È il documento ambientale sul quale devono essere registrati tutti i carichi e gli scarichi di rifiuti. Lo schema di registro attualmente in vigore è quello previsto dal D. M. Ambiente 1° aprile 1998 n. 148. Il D. M. Ambiente 2 maggio 2006 di attuazione del D. Lgs. 152/2006 in materia di registri di carico e scarico rifiuti è stato sospeso in data 26 giugno 2006 e successivamente revocato con Decreto M. Ambiente in data 26 luglio 2006.

La vidimazione dei registri di carico e scarico rifiuti deve essere effettuata dalla Camera di commercio territorialmente competente. Scarica la scheda informativa (1 pagina, 20 Kbyte)

Formulario di identificazione dei rifiuti

È il documento di accompagnamento per il trasporto di rifiuti, definito dal D.M. Ambiente n. 145 del 1 aprile 1998. Deve anch’esso essere bollato e la bollatura, in questo caso, può venire effettuata in Camera di commercio o all’Agenzia delle entrate. Informazioni in merito possono essere rilevate anche su Torino Ambiente di giugno 2007 alle pagine 5 e 6 (www.to.camcom.it/torinoambiente).

La vidimazione del formulario d'identificazione dei rifiuti deve essere effettuata dalla Camera di commercio o dall'Ufficio del Registro territorialmente competente. Scarica la scheda informativa (1 pagina, 20 Kbyte)

Annotazioni

Equipollenza formulario / scheda di trasporto

Il 24 settembre 2009 è stata inviata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti una lettera al Ministero dell'Ambiente e al Ministero dell'Interno, con la quale il formulario di identificazione del rifiuto è stato dichiarato equipollente alla scheda di trasporto prevista dal D.M. Trasporti del 30.6.2009. Conseguentemente, una corretta compilazione del formulario, senza ulteriori integrazioni, esonera dall'obbligo di redigere la scheda di trasporto.

Variazione dati dell'impresa

È necessario sostituire il registro di carico e scarico e il formulario d'identificazione del rifiuto nelle seguenti casistiche:

  • se varia il codice fiscale dell'impresa;
  • se varia l'indirizzo dell'unità locale in cui vengono prodotti/gestiti i rifiuti (a meno che si tratti di variazione toponomastica).

La bollatura del nuovo registro/formulario deve avvenire successivamente alla comunicazione al Registro Imprese della variazione, comunque prima di qualsiasi operazione o movimentazione effettuata sul rifiuto.

Se, invece, varia solo la ragione sociale, ma il luogo in cui vengono prodotti/gestiti i rifiuti e il codice fiscale restano uguali, il registro e il formulario non vanno cambiati. In questo caso basta scrivere i nuovi riferimenti sul frontespizio di entrambi i documenti (registro / formulario), indicando altresì gli estremi dell'atto di modifica (per le società) e la data in cui è stata effettuata la variazione al Registro Imprese.

Per ulteriori informazioni consultare la Guida alla gestione amministrativa dei rifiuti

 

ARCHIVIO

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: