Sei in Aggiornato il: 27 Luglio 2017

Servizio di emissione con intermediario

Condividi questa pagina

La Camera di commercio, in qualità di ente emettitore della Carta Nazionale dei Servizi, ai sensi del D.P.R. 117/2004, si avvale della collaborazione di intermediari (Incaricati della Registrazione - IR), professionisti o società disbrigo pratiche amministrative e certificati, in possesso di idonei requisiti di moralità e competenza, che, appositamente incaricati e sotto la diretta responsabilità dell’ente, svolgono le attività di identificazione e registrazione utente previste dal processo di rilascio dei certificati digitali di autenticazione e di sottoscrizione.
Tuttavia la crescente dematerializzazione dei processi  produttivi (e non solo) e l'uso ormai diffuso della CNS anche al di fuori dell'ambito Registro imprese, e che in molti casi, di fatto, sostituisce la Carta d'identità elettronica (CIE), richiedono che l'ente, per il suo ruolo istituzionale di garante della trasparenza e della legalità dei rapporti socio-economici delle imprese del territorio, vigili con attenzione sul processo di rilascio dei dispositivi digitali per prevenirne utilizzi anomali (ad esempio i furti d'identità).  In tal senso, le procedure e le modalità operative definite per ottenere l'incarico di IR sono finalizzate al perseguimento dell'obiettivo prioritario del miglior livello di sicurezza di tutte le fasi del processo di rilascio della CNS, dal riconoscimento dell'utente e fino alla consegna del dispositivo.
 

Requisiti per la nomina a IR

Possono svolgere l'attività di Incaricato della Registrazione (IR) i seguenti soggetti:

  • i professionisti iscritti nell’albo/elenco/registro professionale di uno dei seguenti Ordini afferenti la provincia di Torino: Consiglio Nazionale del Notariato, Ordine Nazionale Forense, Ordine Nazionale dei Consulenti del Lavoro, Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, Albo Revisori Legali, e che svolgono l’attività professionale sia in forma individuale che aggregata (studi professionali, associazioni e società tra professionisti);
  • le società di servizi iscritte nel Registro imprese della Camera di commercio di Torino le cui attività dichiarate sono riconducibili alla codifica ATECO 82.99.4 e similari ovvero che svolgono regolarmente l’attività di disbrigo pratiche amministrative e certificati. Nel caso di richiesta di nomina a IR da parte di società con codice ATECO diverso da 82.99.4, a fronte dell'invio del Modulo di adesione, l'ente, anche sulla base delle attività dichiarate in visura, si riserva di valutare se la società soddisfa o meno ai requisiti contrattuali.

Presupposto per l’assunzione dell’incarico di IR è l'assenza di condanne penali, carichi pendenti e di non essere destinatari di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione di cui al Codice delle leggi antimafia (D.Lgs. 159/2011), incidenti sulla moralità professionale, con specifico riferimento alle attività oggetto dell’incarico.

Condizioni contrattuali

L’IR deve operare personalmente: nel caso di professionisti non è ammessa alcun tipo di sub-delega a collaboratori; nel caso di nomina a IR a società iscritta nel registro imprese, attraverso i soli addetti incaricati dal legale rappresentante e indicati nella Scheda di adesione.

Le condizioni contrattuali e le istruzioni tecniche per ottenere il mandato a IR sono riportate nei seguenti documenti:

Per comodità di consultazione si riportano anche i link ai seguenti documenti, richiamati nel contratto:

 

L'Ente può in qualsiasi momento integrare e/o modificare le istruzioni tecniche contenute nel disciplinare IR: chiarimenti e precisazioni sulle procedure possono essere fornite anche con brevi note via PEC.

Qualsiasi comunicazione, a partire dalla domanda di adesione, fra IR e Camera di commercio avviene esclusivamente via PEC. S'invitano i soggetti interessati a verificare preventivamente il regolare funzionamento della propria casella PEC per evitare ritardi o disguidi nelle comunicazioni.
 

Procedura per la nomina a IR

La procedura per la nomina a Incaricato della Registrazione è la seguente:

  1. Il soggetto (professionista o legale rappresentante di società) interessato a ottenere l’incarico di IR prende visione delle condizioni contrattuali;
  2. Se il richiedente è un professionista (caso A), compila elettronicamente il solo Modulo di adesione, lo produce nel formato pdf/A, lo firma digitalmente e dalla propria casella PEC lo invia a protocollo.generale@to.legalmail.camcom.it.
  3. Se il richiedente è il legale rappresentante di una società (caso B), compila, oltre al Modulo di adesione, anche la Scheda elenco incaricati, li produce nel formato pdf/A e li firma digitalmente. La Scheda incaricati  deve essere firmata digitalmente da tutti i nominativi in essa riportati; tali incaricati firmano anche autografamente (a mano, leggibile) una copia cartacea della Scheda. Il legale rappresentante, infine, invia i tre documenti via PEC a protocollo.generale@to.legalmail.camcom.it.
  4. La Camera di commercio, ricevuto il Modulo di adesione (con l'eventuale Scheda elenco incaricati, nel caso B) redige il contratto di mandato definitivo e la Nomina al trattamento dati, firma digitalmente tali documenti (compresa la controfirma della Scheda incaricati, nel caso B) e li invia alla PEC dell'interessato.
  5. L'interessato firma digitalmente il contratto e, per accettazione, la Nomina al trattamento dei dati personali e li restituisce via PEC all’indirizzo  protocollo.generale@to.legalmail.camcom.it unitamente alla ricevuta di versamento oneri imposta di bollo (copia MOD.F23 codice tributo 458T - codice ente TTK - descrizione "Imposta di bollo per contratto IR"). Il contratto è efficace dalla data/ora dell'emissione della ricevuta di consegna PEC da parte del server PEC dell’Ente.
  6. A seguito della notifica di avvenuta consegna alla Camera di commercio del contratto controfirmato, l'IR ovvero gli incaricati designati dal legale rappresentante potranno prendere appuntamento con l’Ufficio CNS per il primo ritiro di materiale (ID Scratch/cartelline) necessario per l'avvio dell'attività.

Controlli

L’Ente, oltre ai controlli sull’operato dell’IR, come previsto nel contratto e nella nomina al trattamento dati personali, potrà svolgere ulteriori controlli, in particolare, ai sensi degli articoli 71 e 76 del DPR 445/2000, sulle autocertificazioni relative al possesso dei requisiti richiesti per l'attribuzione dell'incarico di IR.
Nel caso di dichiarazioni mendaci verrà effettuata sia la revoca immediata del mandato sia la segnalazione alla Procura della Repubblica.

Intermediari accreditati 

Contenuto in aggiornamento.


 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: 

Ufficio CNS

Via San Francesco da Paola 24
Palazzo Affari - 10123 Torino    

Tel: 
011 5716250 (lu-ve 8.30-10.30, rispond. aut. in altri orari)