Sei in Aggiornato il: 4 Aprile 2017

Torino Congiuntura 66 - Marzo 2017

Condividi questa pagina
testata Torino congiuntura

 

Lo scenario economico globale evidenzia dei segnali di miglioramento a seguito di una significativa accelerazione delle attività produttive, sia nel manifatturiero, sia nei servizi. Al conseguimento di questo risultato contribuiscono insieme i mercati avanzati e alcuni dei maggiori Paesi emergenti (in primis la Cina); tuttavia su questo buon andamento continua a pesare la spada di Damocle dell’instabilità, legata sia all’elevata volatilità dei mercati finanziari (azioni, tassi, valute, materie prime), sia al quadro geopolitico (avvio del negoziato per la Brexit, scadenze elettorali europee, terrorismo internazionale, misure protezionistiche). L’Italia è in ripresa, ma stenta ad agganciare i passo delle maggiori economie: anche l’OCSE nel suo ultimo Economic Outlook punta il dito contro la debolezza della crescita italiana che dovrebbe rimanere stabile nei prossimi due anni (+1% nel 2017 e 2018, stesso tasso del 2016), il livello più basso fra i maggiori Paesi membri dell’organizzazione parigina.

Sommario

  • L'ECONOMIA INTERNAZIONALE IN BREVE
  • L'ECONOMIA NAZIONALE IN BREVE
  • LA CONGIUNTURA INDUSTRIALE
    Nel 2016 la produzione industriale torinese migliora rispetto al 2015
  • FOCUS DELLA CONGIUNTURA INDUSTRIALE
    Gli investimenti crescono anche nel 2016
  • IL COMMERCIO ESTERO
    Le esportazioni torinesi diminuiscono nel 2016
  • LA DINAMICA DELLE IMPRESE    
    Il tessuto imprenditoriale rimane stabile nel 2016
  • IL CREDITO      
    Crescono gli impieghi nell’area torinese nel 2016
  • L’APPROFONDIMENTO
    Il lavoro: nel 2016 crescono gli occupati torinesi

Scarica il n. 66 (10 pagine – 184 Kb)


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: