Sei in Aggiornato il: 8 Marzo 2017

Piani di controllo vini

Un nuovo sistema di controllo per garantire ancora di più il rispetto dei disciplinari dei vini doc e la tracciabilità del prodotto.

Condividi questa pagina

Dal 1 agosto 2013 per l'imbottigliamento della DOC Canavese non vengono più rilasciati i contrassegni di Stato, quale sistema di rintracciabilità della partita certificata, occorre pertanto comunicare il solo l'imbottigliamento con il numero di lotto.

Dal primo agosto 2009, come previsto dal regolamento comunitario 479/08, sono partite nuove regole per viticoltori, vinificatori e imbottigliatori dei vini a D.O., che si affiancano a quelle già esistenti. Si tratta di verifiche documentali e di vere e proprie visite ispettive che verranno effettuate sui terreni e nelle cantine: le prime su tutte le aziende che richiedono la certificazione e/o l’imbottigliamento; le seconde a campione sulle aziende che hanno certificato e/o imbottigliato l’anno precedente.

La Camera di commercio di Torino con DM del 25 luglio 2012 è stata autorizzata dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali a svolgere, per il prossimo triennio, tali funzioni di controllo per le seguenti D.O.

DOCG – ERBALUCE DI CALUSO per le provincie di TORINO, BIELLA e VERCELLI
DOC - CANAVESE per le provincie di TORINO, BIELLA e VERCELLI
DOC - CAREMA per la provincia di TORINO
DOC - COLLINA TORINESE per la provincia di TORINO
DOC - FREISA DI CHIERI per la provincia di TORINO
DOC - PINEROLESE per le provincie di TORINO e CUNEO
DOC - VALSUSA per la provincia di TORINO

Nell’ambito di questa attività sono previsti dei costi a carico degli operatori che la Camera di commercio di Torino, ha fissato nei minimi tariffari previsti dalla normativa vigente.

L’immissione nel sistema dei controlli dei soggetti della filiera (viticoltori, vinificatori, imbottigliatori) avviene all’atto delle rispettive rivendicazioni delle uve e/o le richieste di certificazione e/o le comunicazioni di imbottigliamento.

Salvo comunicazione di disdetta degli interessati l’iscrizione negli elenchi dei soggetti partecipanti alla filiera si intende tacitamente rinnovata di anno in anno.

Si riassumono qui di seguito gli obblighi e i costi per le aziende del settore:

Viticoltori

La rivendicazione delle produzioni vinicole a D.O. deve essere effettuata con la Dichiarazione di Produzione entro il 15 dicembre di ogni anno.

Il costo previsto è di euro 0,21 più IVA per ogni quintale o frazione di quintale di cui viene richiesta la rivendicazione.

Sono previste verifiche ispettive sui terreni per il controllo delle prescrizioni agronomiche e di resa delle uve previste dai disciplinari di produzione.

Vinificatori

Per quanto riguarda la richiesta di prelievo campioni al fine della certificazione a D.O., la stessa deve avvenire secondo le modalità descritte nella pagina “Commissione di degustazione“.

Il costo previsto è di euro 0,30 più IVA per ogni ettolitro o frazione di ettolitro di cui è richiesta la certificazione, a questo va aggiunto il costo della Commissione.

Si ricorda l’obbligo per tutte le aziende di inviare alla Struttura di controllo, per via telematica (controllo.vini@to.camcom.it), nei tempi previsti dal regolamento (CE) n. 436/09 per le relative annotazioni sui registri, le comunicazioni di:

  • Acquisto di partite di vino od uva (mod. 5)
  • taglio d’annata (mod. 8)
  • assemblaggi (mod. 7)
  • perdite e cali di lavorazione (mod. 9)
  • minor resa uva/vino (mod. 9)
  • autoconsumo (mod. 9)
  • riclassificazioni (mod 6)
  • declassamenti (mod 6)
  • trasferimento in conto lavorazione (mod. 12)
  • vendita vino sfuso (mod. 9).

Secondo il piano dei controlli saranno effettuate verifiche ispettive presso le aziende vinificatrici per accertare la corrispondenza del prodotto detenuto con i documenti di cantina e la conformità delle operazioni di vinificazione alle disposizioni del disciplinare compreso il rispetto del titolo alcolometrico previsto.

Imbottigliatori

Al fine di rendicontare i quantitativi di vino a D.O. imbottigliato occorre, non oltre 7 giorni lavorativi dalla data di conclusione delle operazioni di imbottigliamento e comunque almeno 3 giorni lavorativi prima della data di trasferimento o di vendita dei prodotti imbottigliati, comunicare con l’apposito modulo (mod. 4) il numero delle bottiglie ottenute, la relativa capacità, il numero di lotto, la data di imbottigliamento, le eventuali perdite e le eventuali operazioni enologiche eseguite successivamente alla certificazione.

Limitatamente ai casi di urgenza, relativi al trasferimento o alla vendita immediata di partite di vino, è necessario fare una comunicazione preventiva di imbottigliamento alla quale seguirà, entro le successive 24 ore lavorative e previa verifica della sussistenza dei requisiti quantitativi della partita in oggetto, parere di conformità. La partita diviene trasferibile e/o vendibile allo scadere del predetto termine.

Il costo previsto è di euro 0,30 più IVA per ogni ettolitro o frazione di ettolitro di cui si è richiesto l’imbottigliamento.

Anche in caso di imbottigliamento di vino atto a divenire D.O. è comunque necessario inviare un’apposita comunicazione alla Camera di commercio (mod. 3).

La richiesta di fascette è contestuale alla comunicazione di imbottigliamento, sia nel caso di imbottigliamento già effettuato (punti 1 e 3 del mod. 4), sia nel caso di imbottigliamento da effettuarsi (punti 2 e 3 mod. 4).

Il costo delle fascette è di euro 0,01 più IVA per quelle in carta e 0,016 più IVA per quelle autoadesive.

Secondo il piano dei controlli saranno effettuate:

  • verifiche ispettive presso le aziende imbottigliatrici per accertare la corrispondenza quantitativa del prodotto detenuto con riscontro ai relativi documenti e registri di cantina;
  • verifica del corretto uso della D.O. nei sistemi di chiusura e di etichettatura,
  • verifica dell’utilizzo di recipienti ammessi dal disciplinare di produzione e della normativa nazionale e comunitaria;
  • prelievi a campione da effettuarsi sul vino a D.O. imbottigliato per verificare la rispondenza del prodotto confezionato destinato al consumo con il prodotto precedentemente certificato.

Intermediari delle uve destinate alla vinificazione a D.O.

Rientrano in questa categoria le aziende che acquistano uve dai viticoltori e le rivendono ad aziende vinificatrici.

Tali aziende devono comunicare l’acquisto (mod. 14) e la vendita (mod. 15) allegando copia dei documenti di trasporto.

Il costo previsto è di euro 0,21 più IVA per ogni quintale o frazione di quintale di uva acquistata.

Secondo il piano dei controlli saranno effettuati controlli documentali e verifiche ispettive per accertare la corrispondenza quantitativa del prodotto movimentato e/o detenuto con riscontro ai relativi documenti e registri di cantina.

Intermediari di vinio sfusi destinati alla D.O. o certificati a D.O.

Rientrano in questa categoria le aziende che acquistano vino atto a divenire, o già certificato da vinificatori, e lo rivendono ad altre aziende vinificatrici o imbottigliatrici.

Tali aziende devono comunicare l’acquisto (mod. 14) e la vendita (mod. 15) allegando copia dei documenti di trasporto.

Il costo previsto è di euro 0,30 più IVA per ogni ettolityro o frazione di ettolitro di vino acquistato.

Secondo il piano dei controlli saranno effettuati controlli documentali e verifiche ispettive per accertare la corrispondenza quantitativa del prodotto movimentato e/o detenuto con riscontro ai relativi documenti e registri di cantina.

Modalità di pagamento

Le tariffe per i piani di controllo possono essere pagate in uno dei seguenti modi:

  • versamento su c/c postale n° 186106 intestato C.C.I.A.A. di Torino
  • bonifico bancario da effettuarsi su IBAN IT 73D 02008 01033 000040473150
  • in contanti presso la sede della camera di commercio di Torino in via San Francesco da Paola 24. 

Piano dei controlli e prospetto tariffario

DOCG – ERBALUCE DI CALUSO (12 pagine, 4.09 Mb)
DOC - CANAVESE (12 pagine, 4.08 Mb)
DOC - CAREMA (12 pagine, 4.05 Mb)
DOC - COLLINA TORINESE (12 pagine, 4.05 Mb)
DOC - FREISA DI CHIERI (12 pagine, 4.05 Mb)
DOC - PINEROLESE (12 pagine, 4.05 Mb)
DOC - VALSUSA (12 pagine, 4.07 Mb)


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: