Sei in Aggiornato il: 12 Novembre 2015

Torino Social Innovation - FaciliTO Giovani

Condividi questa pagina
Testata FaciliTO

La Camera di commercio di Torino, attraverso l'Osservatorio sull'economia civile-Comitato per l'imprenditorialità sociale, è partner del progetto Torino Social Innovation, il progetto della città di Torino dedicato all''innovazione sociale.

Nell'ambito di tale progetto, si inserisce FaciliTO Giovani,  l’azione del programma Torino Social Innovation pensata per sostenere l’avvio di progetti imprenditoriali di giovani nel campo dell’innovazione sociale.

FaciliTo Giovani e Innovazione Sociale si rivolge a potenziali imprenditori o a neo imprenditori che intendono realizzare progetti nel campo dell’innovazione sociale.

Per accedere al servizio è attivo uno sportello dedicato a cui si accede tramite il numero verde 800.300.194.
L'avviso pubblico è disponibile sul sito www.torinosocialinnovation.it.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Servizio Fondi Europei Innovazione e Sviluppo Economico della Città di Torino: 0114425895/ 4425983 - torinosocialinnovation@comune.torino.it.

A chi si rivolge FaciliTO Giovani?

FaciliTo Giovani e Innovazione Sociale si rivolge ad aspiranti imprenditori, lavoratori autonomi, imprenditori individuali; possono accedervi anche imprese già attive, composte prevalentemente da giovani, costituite da non più di 48 mesi e interessate ad aprire o potenziare una sede operativa a Torino.
Per accedere al servizio, l’impresa dovrà svolgere in modo continuativo la propria attività, almeno per tre anni dalla data in cui si è concluso il progetto di investimento.

Cosa offre FaciliTO Giovani?

FaciliTo Giovani e Innovazione Sociale offre:
Accompagnamento
Supporto di consulenti d’impresa per business plan, analisi del mercato e della concorrenza, modello di business, difesa della proprietà intellettuale, piano di marketing, team assessment, pianificazione economico-finanziaria e patrimoniale triennale.
Finanziamenti
Fino ad un massimo di 80.000 euro, di cui il 20% a fondo perduto e la restante parte come prestito agevolato coperto per l'80% da un fondo pubblico di garanzia a costo zero per il beneficiario. Il finanziamento copre diverse spese come per le attività di prototipazione e testing, anche sostenute ex post all'ammissione al finanziamento o i servizi di consulenza, le prestazioni di servizi, le attività di marketing, la ristrutturazione di locali, l'affitto.
Servizi accessori
Offerti dalla rete dei 30 partner del progetto in tema di housing, formazione, sostegno al testing, mentoring, consulenze specifiche, supporto per accedere a finanziamenti complementari.

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: