Sei in Aggiornato il: 22 Novembre 2017

Albo Gestori Ambientali

Presso la Camera di commercio di Torino ha sede la Sezione regionale del Piemonte dell´Albo Nazionale Gestori Ambientali.

Condividi questa pagina

Avviso: cancellazione imprese sospese

Si comunica che nella riunione del 21 novembre 2017 la Sezione regionale del Piemonte ha deliberato la cancellazione d’ufficio dall’Albo delle imprese sospese da oltre un anno per mancato pagamento dei diritti annui.

.

Avviso: nuovi requisiti delle categorie di trasporto

Con efficacia dal 18 settembre 2017, data di pubblicazione sul sito nazionale dell’Albo, è entrata in vigore la nuova delibera del Comitato nazionale n. 8 del 12 settembre 2017 che modifica la delibera n. 5 del 3 novembre 2016 riguardante i requisiti delle categorie del trasporto.

.

Avviso: sospensioni per mancato pagamento del diritto annuale

Si comunica alle imprese iscritte all’Albo gestori ambientali del Piemonte che nella seduta del 6 luglio 2017 la Sezione regionale ha deliberato che nella prossima seduta del mese di luglio 2017 verrà deliberata la sospensione dall’Albo, con efficacia il 31 luglio 2017, per tutte le imprese che non hanno ancora provveduto al pagamento del diritto annuale di iscrizione, il cui ammontare è stabilito dal D.M. 120/2014, art. 24, comma 3.

Ai sensi dell’art. 24, comma 7, del D.M. 120/2014, “l’omissione del pagamento del diritto annuo nei termini previsti comporta la sospensione d’ufficio dall’Albo, che permane fino a quando non venga effettuato il pagamento”.

Si invitano quindi le imprese a verificare attraverso il sito dell’Albo nazionale gestori ambientali  www.albonazionalegestoriambientali.it  alla voce “login imprese” la regolarità dei pagamenti: entrando nella sezione “Diritti” si trova il dettaglio degli importi dovuti e le modalità di pagamento telematico.

Si ricorda che ai sensi dell’art. 20, comma 1, lettera f), le imprese vengono cancellate d’ufficio dall’Albo qualora permangono per più di dodici mesi le condizioni di cui all’art. 24, comma 7, del D.M. 120/2014.

.

Avviso: nuovi requisiti del responsabile tecnico e criteri e modalità di svolgimento delle verifiche

Con la delibera n. 6 del 30 maggio 2017 il Comitato nazionale ha definito i nuovi requisiti del responsabile tecnico di cui agli articoli 12 e 13 del D.M. 3 giugno 2014, n. 120. La delibera entrerà in vigore il 16 ottobre 2017.

Con la delibera n. 7 del 30 maggio 2017 il Comitato nazionale ha stabilito i criteri e le modalità di svolgimento delle verifiche per i responsabili tecnici di cui all’articolo 13 del D.M. 3 giugno 2014, n. 120.

.

Avviso: ulteriore proroga adeguamento dell'iscrizione Trasporto Transfrontaliero di rifiuti

Il termine previsto dall’articolo 5, comma 1, della deliberazione n. 3 del 13 luglio 2016, entro il quale le imprese in possesso della ricevuta d’iscrizione alla data del 15 ottobre 2016 devono presentare la nuova domanda di iscrizione è stato prorogato alla data del 30 settembre 2017 (deliberazione n. 5 del 2 maggio 2017).

.

Avviso: proroga adeguamento dell'iscrizione Trasporto Transfrontaliero di rifiuti

Il termine previsto dall’articolo 5, comma 1, della deliberazione n. 3 del 13 luglio 2016, entro il quale le imprese in possesso della ricevuta d’iscrizione alla data del 15 ottobre 2016 devono presentare la nuova domanda di iscrizione è stato prorogato alla data del 15 maggio 2017 (deliberazione n. 1 del 23 gennaio 2017).

 

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER L’ISCRIZIONE
Con la circolare n. 149 del 2 febbraio 2017 il Comitato Nazionale ha diramato chiarimenti in merito  alla documentazione da allegare alla domanda di iscrizione con particolare riferimento alla legalizzazione e alla traduzione in lingua italiana.

.

Avviso: Nuovi requisiti categorie di trasporto dal 1.2.2017

Si ricorda che dal 1° febbraio 2017 entra in vigore la deliberazione n. 5 del 3 novembre 2016 del Comitato Nazionale che ha stabilito i nuovi criteri e i requisiti per l’iscrizione all’Albo, con procedura ordinaria, nelle categorie 1, 4, 5. .
 

Avviso: Trasporto Transfrontaliero di rifiuti - adeguamento dell'iscrizione dal 15 ottobre 2016

Con deliberazione n. 3 del 13 luglio 2016, in vigore dal 15 ottobre 2016, il Comitato Nazionale ha stabilito i criteri, i requisiti e le modalità per l’iscrizione all’Albo in categoria 6 - trasporti transfrontalieri di rifiuti.

Dal 15 ottobre 2016 le imprese già registrate all'Albo nella categoria 6 devono aggiornare la propria posizione.

Pertanto le imprese, già in possesso di ricevuta d’iscrizione alla data del 15 ottobre 2016, devono presentare alla Sezione dell’Albo una nuova domanda d’iscrizione e la relativa documentazione entro il 13 febbraio 2017.

Decorso inutilmente detto termine, le ricevute già rilasciate decadono, con conseguente cancellazione dall’Albo delle imprese interessate.

Le imprese che presentano domanda di iscrizione entro il 13 febbraio 2017 continuano ad operare sulla base della ricevuta di avvenuta presentazione della nuova  domanda di iscrizione unitamente alle ricevute precedentemente rilasciate, fino alla notifica del provvedimento di iscrizione da parte della Sezione dell’Albo.

Dal 15 ottobre 2016 la presentazione delle domande di variazione dell’iscrizione è subordinata alla presentazione della nuova domanda di iscrizione: pertanto per le imprese già registrate all’Albo non è possibile presentare domande di variazione fino alla presentazione della nuova domanda di iscrizione e della relativa documentazione.

La domanda di iscrizione deve essere presentata esclusivamente con modalità telematica.

Si ricorda che tutta la documentazione da allegare alla domanda d’iscrizione nella categoria 6 deve essere prodotta con traduzione giurata in lingua italiana.
 

Avviso: nuova procedura di download dei provvedimenti dell'Albo

Dalla prossima Commissione della Sezione regionale del Piemonte di aprile 2016 le imprese dovranno scaricare dalla propria area riservata sul sito dell'Albo Nazionale Gestori Ambientali i provvedimenti deliberati dalla Sezione, a seguito della delibera n. 1 del 10 febbraio 2016 del Comitato nazionale dell’Albo.

La disponibilità del provvedimento sarà vincolata al preventivo pagamento di quanto dovuto, ovvero marca da bollo € 16,00, tassa di concessione governativa (eventuale), diritto annuale (eventuale).

I provvedimenti riportano la dicitura relativa alla firma omessa oltre ai richiami sul pagamento virtuale del bollo.

L’importanza della posta elettronica certificata PEC
Per la procedura telematica è necessario che le imprese abbiano una PEC valida come previsto dalla legge e dichiarata al registro imprese.

Come si scarica un provvedimento
Successivamente alla riunione della Commissione la Sezione invia la PEC di  notifica all’impresa con la quale la si invita ad effettuare i pagamenti dovuti.
Nel momento in cui la Sezione ha incassato i pagamenti  l’impresa riceve una seconda PEC  per il download del provvedimento.
Procedura operativa: segui le istruzioni

Provvedimenti deliberati dalla Sezione antecedentemente al mese di aprile 2016
Il ritiro dei provvedimenti deliberati antecedentemente al mese di aprile 2016 è soggetto alla vecchia procedura: ritiro presso lo sportello o invio per posta con raccomandata a/r previo pagamento da parte dell’impresa di quanto richiesto.
 

Avviso: sospensione dall'Albo per mancato pagamento del diritto annuale

Si comunica alle imprese iscritte all’Albo gestori ambientali del Piemonte che nella seduta del 30 settembre 2015 la Sezione regionale ha stabilito che nella prossima seduta di fine ottobre verrà deliberata la sospensione dall’Albo per tutte le imprese che non hanno ancora provveduto al pagamento del diritto annuale di iscrizione, il cui ammontare è stabilito dal DM 120/2014, art. 24 comma 3.

Ai sensi dell’art. 24, comma 7 del D.M. citato, “l’omissione del pagamento del diritto annuo nei termini previsti comporta la sospensione d’ufficio dall’Albo, che permane fino a quando non venga effettuato il pagamento”.

Si invitano quindi le imprese a verificare attraverso il portale www.albonazionalegestoriambientali.it  alla voce “login Imprese” la regolarità dei pagamenti: entrando nella sezione “Diritti” si trova il dettaglio degli importi dovuti e la modalità di pagamento telematico.

Si ricorda che ai sensi dell’art. 20 comma 1, lettera f, le imprese vengono cancellate d’ufficio dall’Albo qualora permangano per più di 12 mesi le condizioni di cui all’art.24, comma 7 del D.M. 120/2014.
 

Avviso: dal 16 settembre 2015 nuove modalità di pagamento dei diritti per le istanze telematiche

Dal 16 settembre 2015 è stato modificato il sistema dei pagamenti (diritti di segreteria e marca da bollo su istanza) per un’istanza telematica. Gli strumenti di pagamento disponibili sono:

  • Carta di credito
  • IConto
  • Telemaco Pay
  • MAV 

La Sezione regionale del Piemonte non accetta i pagamenti effettuati su c/c postale o con bonifico bancario.

Con la nuova versione l’ultimo passaggio del consolidamento per l’invio dell’istanza è denominato “completamento istanza”. Al termine dello stesso sara’ necessario effettuare i pagamenti.

I pagamenti dovranno essere effettuati dalla maschera dei “diritti” visibile all’interno dell’area riservata dell’impresa (il sistema consente anche il reindirizzamento automatico  a questa maschera mediante l’apposito comando “Va ai pagamenti” a al termine dei quali l’istanza sara’ spedita in automatico).

 

Avviso: dal 1 luglio 2015 obbligo invio telematico delle istanze

Da luglio 2015 sarà attivo il servizio telematico obbligatorio per l’invio delle domande di iscrizione, variazione, rinnovo e cancellazione alla Sezione regionale del Piemonte, tramite il sistema Agest Telematico, secondo le seguenti tempistiche:

- 1 luglio 2015   per le categorie 1, 4, 5, 6, 8, 9, 10

- 1 ottobre 2015  per le categorie 2bis e 3bis

Gli studi di consulenza/professionisti e le imprese accedono al sistema Agest Telematico da due strade diverse:

gli studi di consulenza/professionisti accedono ad Agest Telematico dall’indirizzo:

https://scrivania.albonazionalegestoriambientali.it

le imprese accedono ad Agest Telematico dalla propria area riservata dall’indirizzo:

http://www.albonazionalegestoriambientali.it/Impresa/Login.aspx
 

Avviso: sito in aggiornamento a seguito del nuovo regolamento dell'Albo Gestori Ambientali (DM 120/2014)

Dal 7 settembre 2014, con decreto ministeriale 120/2014 è in vigore il nuovo regolamento dell’Albo Gestori Ambientali che abroga e sostituisce il precedente decreto 406/1998.

Poichè l'effettiva applicazione del nuovo regolamento necessita di una serie di deliberazioni attuative da parte del Comitato Nazionale dell'Albo provvederemo ad adeguare il sito internet progressivamente all'emanazione di tali deliberazioni.

Nell’attesa delle disposizioni di competenza del Comitato Nazionale, restano valide le disposizioni già adottate dallo stesso.

Ugualmente restano valide ed efficaci:

  • le domande di iscrizione presentate fino alla data di entrata in vigore del nuovo regolamento
  • le iscrizioni in essere, fino alla loro scadenza
  • le garanzie finanziare già prestate
     

Per approfondimenti consultare il sito dell'Albo Nazionale Gestori Ambientali: www.albonazionalegestoriambientali.it

 

Avviso: dal 23 settembre nuova modalità invio telematico delle istanze

Dal 23 settembre sarà attivata la nuova modalità di accesso ad Agest Telematico, che prevede l'uscita dal sistema Telemaco e porterà le due figure principali che utilizzano l'applicazione ad accedervi da due strade diverse:

1 - Consulenti - Nuovo Accesso Agest Telematico: http://scrivania.albonazionalegestoriambientali.it

2 - Imprese che operano in autonomia - Nuovo Accesso Agest Telematico: http://www.albonazionalegestoriambientali.it

Abbandoneremo quindi il vecchio e unico accesso al sistema fino ad oggi utilizzato dal sito https://telemaco.infocamere.it
Il passaggio degli utenti dal vecchio accesso Telemaco al nuovo sarà automatico e guidato, e non comporterà difficoltà. Gli utenti già attivi per le pratiche telematiche albo dal 23 settembre accedendo a Telemaco arriveranno normalmente allo Sportello Agest e invece di aprirsi la schermata dove c’è il link Accedi ad Agest Telematico, si troveranno di fronte ad una nuova schermata che gli spiegherà cosa è cambiato:

1 - Consulenti già iscritti a Telemaco - Verrà chiesto di fornire la propria e-mail,  questa e-mail diventerà la nuova login di accesso e a questa e-mail il sistema invierà la nuova password e le informazioni sul nuovo accesso a http://scrivania.albonazionalegestoriambientali.it.

2 - Imprese che operano in autonomia già iscritte a Telemaco - Verrà spiegato che l'accesso per produrre le pratiche telematiche albo avverrà esclusivamente dalla loro area riservata al sito http://www.albonazionalegestoriambientali.it

Per tutti i nuovi utenti che vorranno produrre le pratiche telematiche albo, le nuove indicazioni che dovranno essere fornite sono:

1 - Consulenti - Accedere e registrarsi ahttp://scrivania.albonazionalegestoriambientali.it. La modalità degli incarichi per operare su ogni singola impresa rimane immutata.

2 - Imprese che operano in autonomia - Accedere alla propria area riservata al sito http://www.albonazionalegestoriambientali.it (oppure se nuove imprese o enti per l'albo registrarsi). La singola impresa potrà operare direttamente sulla propria posizione, dimenticandosi la vecchia procedura dell'auto-incarico come era prevista in Telemaco.
 

Consultare i manuali di attivazione al nuovo sistema Agest Telematico, distinti, uno per Consulenti e l'altro per Imprese che vogliono operare in autonomia, proprio perchè dal 23 settembre si apriranno due strade differenti per accedere alle pratiche telematiche albo, ed abbandoneremo l'unico accesso da https://telemaco.infocamere.it. Non cambierà invece l'applicazione, il programma per presentare le pratiche telematiche albo Agest Telematico, che rimarrà immutato.
 

Per informazioni rivolgersi alla società Ecocerved s.c.r.l.
 

Avviso: nuova normativa antimafia

A seguito dell’entrata in vigore, 13/2/13, del D.lgs. 218/2012  che ha modificato il D.lgs. 159/2011 “Codice delle leggi Antimafia”, la Sezione regionale, per poter procedere all’istruttoria delle istanze presentate, deve acquisire direttamente dalla Prefettura la documentazione antimafia prevista.

La documentazione antimafia è richiesta dalla Sezione regionale alla Prefettura competente in sede di ricezione delle singole istanze. In assenza della documentazione antimafia, la Sezione non può deliberare sulle istanze presentate.

L'attesa del rilascio di tale documentazione da parte della Prefettura potrà causare ritardi per alcune delibere, in particolare:

  • iscrizione all'Albo o integrazione di categoria
  • rinnovo dell'iscrizione
  • variazioni di legali rappresentanti
  • variazione/nomina di nuovo responsabile tecnico

Sarà cura dell’ufficio comunicare tempestivamente all’impresa l’avvenuta emissione del provvedimento richiesto.
 

 

L’Albo, nato come Albo smaltitori, ha oggi assunto la denominazione di Albo nazionale gestori ambientali. Attualmente riguarda le imprese che si occupano delle attività di trasporto rifiuti, bonifica siti,  bonifica di beni contenenti amianto, intermediazione e commercio di rifiuti senza detenzione.
La domanda  di iscrizione all'Albo deve essere presentata alla Sezione Regionale o Provinciale nel cui territorio è stabilita la sede legale dell'impresa. Le imprese con sede legale all'estero, devono presentare la domanda di iscrizione alla Sezione regionale o provinciale nel cui territorio è istituita la sede secondaria con rappresentanza stabile.
 

 

 

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: