Sei in Aggiornato il: 3 Maggio 2017

MUD 2017 - Comunicazione rifiuti speciali

Condividi questa pagina

Soggetti obbligati

  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, compresi i trasportatori di rifiuti pericolosi di propria produzione
  • Commercianti e intermediari di rifiuti senza detenzione
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall'articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g))

Le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02 assolvono all'obbligo di presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale, di cui al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, attraverso la compilazione e conservazione, in ordine cronologico, dei formulari di trasporto (Legge 28 dicembre 2015, n. 221).

Segnalazione: nella compilazione della Dichiarazione MUD 2017 è previsto l’utilizzo della codifica ATECO 2007

Cosa è cambiato (paragrafo tratto dal sito www.ecocerved.it)

Non vi sono modifiche rispetto alla dichiarazione presentata nel 2016.

Assistenza per la compilazione

  • Chiarimenti tecnici relativi alle modalità di compilazione possono essere richiesti
    ai seguenti indirizzi e-mail:
    - per questioni relative alla normativa: mud@ecocerved.it  
    - per il MUD telematico: info@mudtelematico.it   
    - per problematiche sull’utilizzo del software: softwaremud@ecocerved.it
  • E’ disponibile per le informazioni un contact center che risponde al numero 0222177090 dalle 9:00 alle 12:30 dei soli giorni feriali (attivo anche per tutto il mese di maggio)
  •  Per trovare le risposte ai quesiti più frequenti (FAQ) ed inviare quesiti inerenti la materia consulta la pagina http://mud.ecocerved.it/Home/AssistenzaEQuesitiMud
  •  Ulteriori informazioni possono essere richieste al Settore Informazione ambientale, i cui riferimenti sono reperibili a fondo pagina.

Modalità di presentazione

  • imprese ed enti che effettuano operazioni di trasporto, intermediazione, recupero e smaltimento di rifiuti hanno l’obbligo di presentazione in versione telematica;
  • produttori iniziali di rifiuti, che producono nelle proprie unità locali non più di 7 rifiuti e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali, ferma restando la possibilità di presentazione in forma telematica, hanno come ulteriore alternativa la possibilità di presentazione in versione cartacea. Sono esclusi i produttori iniziali che trasportano direttamente i propri rifiuti pericolosi, per i quali resta l'obbligo di presentazione in versione telematica.
    NON è più prevista la distribuzione presso gli uffici camerali dei CD ROM, né della modulistica cartacea.     

Invio telematico

 Deve avvenire attraverso al sito www.mudtelematico.it, che permette di estrarre immediatamente le ricevute.
In caso di denunce presentate da associazioni o studi di consulenza, le imprese associate o clienti devono rilasciare una delega scritta, che dovrà essere conservata presso la sede del soggetto che presenta la denuncia. 
La firma della denuncia telematica deve essere apposta, tramite una CNS, dal legale rappresentante dell'impresa, oppure da quello dell´associazione o dello studio che trasmette la denuncia. In entrambi i casi, i legali rappresentanti possono delegare l'apposizione della firma digitale a persona di loro fiducia facente parte dell'organizzazione.

Si propone una guida dettagliata per la presentazione del MUD telematico (file in formato pdf - 40 pagine, 1,88 Mb), onde rendere più agevole questa modalità di trasmissione.

Firma digitale

Le informazioni inerenti alle modalità di rilascio della CNS (Carta nazionale dei servizi) sono reperibili alla pagina www.to.camcom.it/cns

Reperimento software

La Comunicazione può essere compilata tramite:

  • l'apposito software, reperibile alla pagina http://mud.ecocerved.it/Tracciati/TracciatiSoftware
  • altri software che, a conclusione della compilazione, generino un file organizzato secondo i tracciati record previsti dall’Allegato 4 al DPCM 12.12.2013 e messi a disposizione alla pagina indicata al punto precedente

Invio per posta

Possibile esclusivamente per la comunicazione semplificata rifiuti speciali. Questa è una scelta riservata, in alternativa all'invio telematico, ai produttori iniziali di rifiuti che producono nelle proprie unità locali non più di 7 rifiuti e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali. Sono esclusi i produttori iniziali che trasportano direttamente i propri rifiuti pericolosi, per i quali resta l'obbligo di presentazione in versione telematica

La modulistica

Al fine di rendere più agevole la predisposizione della comunicazione semplificata, è stato predisposto il sito http://mudsemplificato.ecocerved.it/ , accedendo al quale è possibile effettuare la compilazione in modo guidato. Si tratta di una procedura molto semplice che si consiglia in quanto ha il pregio di supportare l’utente nell’inserimento dei dati. L’accesso è previsto previa registrazione, ma non occorre la firma digitale, perché a seguito dell’introduzione di tutti i dati richiesti, la comunicazione deve essere stampata e poi firmata direttamente sulla carta.

In alternativa, alla pagina http://mud.ecocerved.it/Home/ComunicazioneRifiutiSpecialiSemplificataECartacea si possono scaricare le schede semplificate tratte dalla Gazzetta Ufficiale.

Come si presenta
L'invio deve avvenire tramite raccomandata semplice, al seguente indirizzo: Camera di commercio di Torino - M.U.D. - Torino Centro - Casella postale 403.
La busta, contenente la Dichiarazione MUD e l'attestazione di pagamento del diritto di segreteria, deve riportare i seguenti elementi:

  • codice fiscale, nominativo e indirizzo del soggetto redattore della denuncia
  • la dicitura "Dichiarazione MUD - rifiuti anno 2016”.

NON è più prevista la possibilità di presentare la dichiarazione allo sportello

Diritti di segreteria

L´importo dei diritti di segreteria varia a seconda della modalità di presentazione della denuncia:

  • Denuncia telematica - Euro 10,00
  • Denuncia cartacea - Euro 15,00

Nel caso vengano presentate contestualmente e per la stessa unità locale le Comunicazioni di seguito indicate, deve essere versato un unico diritto di segreteria (10,00 euro)

  • Comunicazione rifiuti speciali
  • Comunicazione veicoli fuori uso
  • Comunicazione imballaggi
  • Comunicazione rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche

Modalità di pagamento
Anche le modalità di pagamento variano a seconda delle diverse modalità di presentazione della denuncia.

  • Carta di credito o TelemacoPay
    In caso di invio telematico il pagamento è dovuto tramite carta di credito oppure attraverso il circuito TelemacoPay. Le carte di credito supportate sono quelle appartenenti ai circuiti CartaSì, Visa e MasterCard.
    Per attivare la carta TelemacoPay  è necessario collegarsi al sito www.registroimprese.it/registra-ri  e seguire il percorso guidato.
    Sono disponibili informazioni sugli applicativi messi a disposizione dalla Camera di commercio per la richiesta di vari strumenti digitali, tra cui Telemaco.  Dalla pagina https://telemaco.infocamere.it/  si accede al portale attraverso cui effettuare la ricarica di TelemacoPay.
  • Conto corrente postale o Bonifico
    Il diritto di segreteria deve essere pagato con questa modalità per le denunce MUD cartacee.
    Il versamento, per le denunce di competenza della Camera di commercio di Torino, va effettuato sul conto corrente postale 35359108, intestato a Camera di commercio di Torino - Diritti MUD.
    Se il pagamento viene effettuato tramite bonifico, il codice IBAN è: IT30D0760101000000035359108.
    Nella causale deve essere indicato: Comunicazione MUD rifiuti anno 2016.
    L´attestazione originale del versamento deve essere allegata alla denuncia.

Rettifiche e/o correzioni di denunce già presentate

Non sono ammesse né integrazioni, né rettifiche successivamente alla presentazione della denuncia. E’ ovviamente consentito presentare una nuova denuncia completa, in sostituzione di una precedente incompleta o parzialmente scorretta, purché la nuova venga consegnata nei termini previsti e dietro nuovo pagamento dei diritti di segreteria.

Sanzioni

Sono previste all'art. 258 D. Lgs 152/2006:
I soggetti di cui all'articolo 189, comma 3, che non effettuino la comunicazione ivi prescritta ovvero la effettuino in modo incompleto o inesatto sono puniti con la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.600,00 euro a 15.500,00 euro; se la comunicazione è effettuata entro il sessantesimo giorno dalla scadenza del termine stabilito ai sensi della legge 25 gennaio 1994, n. 70 (1 luglio 2017), si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 26,00 euro a 160,00 euro.

Dette sanzioni restano in vigore ai sensi dell’art. 11 del D.L. 31/8/2013 n.101, che coordinato con la legge di conversione 30 ottobre 2013, n. 125, si esprime come segue: Nei dieci mesi successivi alla data del 1º ottobre 2013 continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, nonché le relative sanzioni.

ARCHIVIO 2016
ARCHIVIO 2015
ARCHIVIO 2014
ARCHIVIO 2013


Ti è stata utile questa pagina?: