Sei in Aggiornato il: 26 Febbraio 2016

Modelli per il settore ICT

Condividi questa pagina

Il progetto "Clausole contrattuali commentate nel settore ICT" , avviato nel 2009 dalla Camera di commercio di Torino ha come finalità quella di supportare le imprese nella redazione dei loro contratti, fornendo loro dei modelli di clausole redatte da esperti giuridici e informatici.

Alla base dei modelli di clausole proposte vi è stata l’analisi delle esigenze e delle prassi diffuse nelle medio piccole imprese così che i modelli realizzati potessero essere non solo corretti da punto di vista giuridico e tecnico, ma anche funzionali rispetto alle esigenze del mercato di riferimento.

 

Le pubblicazioni disponibili

 

Come usare i modelli di clausole contrattuali

Le clausole riguardano solo alcuni, anche se tra i più rilevanti, aspetti del rapporto contrattuale; esse non costituiscono, cioè, nel loro insieme, un contratto completo, ma possono essere utilizzate anche singolarmente, inserendole all'interno di un testo contrattuale per il resto interamente predisposto dai contraenti.
È necessario però sottolineare che, se si utilizza la singola clausola–tipo per regolare uno specifico aspetto del proprio rapporto contrattuale, va prestata la massima attenzione a come la stessa si inserisce nel contratto globalmente considerato, vale a dire alla sua coerenza con il resto delle pattuizioni contenute nel contratto.
Questo perché una regola fondamentale di interpretazione del contratto in generale, regola che sarà applicata dal giudice in caso di controversia, è quella per cui “ Le clausole del contratto si interpretano le une per mezzo delle altre, attribuendo a ciascuna il senso che risulta dal complesso dell’atto” (art.1363 del codice civile).
Ciascuna clausola-tipo è accompagnata da un breve commento che ne illustra il contenuto e gli effetti.

 

Chi partecipa al progetto

Partecipano al progetto, con il coordinamento della Camera di commercio di Torino, i Dipartimenti di Informatica e di Scienze giuridiche dell’Università degli Studi di Torino, nonché giuristi esperti nelle diverse materie oggetto delle singole pubblicazioni, e rappresentanti delle imprese e delle Associazioni di categoria.
Il progetto si inserisce inoltre nella più ampia iniziativa coordinata da Unioncamere nazionale per la creazione e diffusione di una banca dati di contratti tipo (http://www.contratti-tipo.camcom.it)
 

 


Tags: 
Ti è stata utile questa pagina?: