Sei in Aggiornato il: 28 Settembre 2017

Istanza di cancellazione di protesti illegittimi e/o erronei

Condividi questa pagina

Chi può presentarla

  • il soggetto protestato che dimostri l’erroneità o l’illegittimità del protesto iscritto al proprio nome

  • l’Ufficiale levatore che ha provveduto alla levata del protesto illegittimamente o erroneamente

  • l’istituto di credito che ha illegittimamente o erroneamente richiesto il protesto.

A chi presentarla
L´interessato deve presentare formale istanza alla Camera di commercio, la quale provvede entro il termine di 20 giorni dalla data di presentazione.
In caso di rigetto dell´istanza o di mancata decisione della stessa entro il termine previsto, l´interessato può ricorrere al giudice di pace del luogo in cui risiede.

Documentazione da presentare dal soggetto protestato

  1. istanza su Modulo 2, sottoscritta dal soggetto protestato o dal legale rappresentante della società protestata, in marca da bollo da 16 Euro
  2. valido documento d’identità del richiedente

  3. originale o fotocopia del titolo protestato con allegato atto di protesto
  4. documentazione necessaria a dimostrare l’illegittimità o l’erroneità del protesto.

Documentazione da presentare da Ufficiali levatori o istituti di credito

  1. istanza su Modello 2bis sottoscritta o dall’Ufficiale levatore o dal direttore dell’istituto di credito richiedente il protesto o da altro soggetto titolare di potere di firma per l’istituto stesso con timbro della filiale, in marca da bollo da 16 Euro

  2. valido documento d’identità del richiedente e documentazione comprovante i poteri di firma

  3. originale o fotocopia del titolo protestato con allegato atto di protesto
  4. documentazione necessaria a dimostrare l’illegittimità o l’erroneità del protesto.

Tags: 
Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: