Sei in Aggiornato il: 11 Luglio 2017

Invenzioni

Condividi questa pagina

Logo Brevetti e Marchi

L’invenzione è una soluzione nuova ed originale di un problema tecnico, atta ad essere realizzata ed applicata in qualsiasi campo industriale. È tutelata mediante il deposito di un brevetto.

I diritti di brevetto per invenzione consistono nella facoltà esclusiva di realizzarlo, di disporne e di farne oggetto di commercio, nonché di vietare a terzi di produrlo, di usarlo, di metterlo in commercio, di venderlo o importarlo.

Per tutte le informazioni consultare il Codice della Proprietà Industriale 

Procedura di deposito

Presso la Camera di commercio si effettua il deposito in formato cartaceo delle domande per invenzione.

L’orario di deposito è dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00 è possibile richiedere un appuntamento per il deposito scrivendo all’indirizzo brevetti.marchi@to.camcom.it o telefonando ai numeri indicati a piè di pagina.

Per procedere al deposito è necessario presentare compilato il "modulo per richiedente" reperibile direttamente alla pagina dell’UIBM con le relative istruzioni. 

È prevista anche la possibilità di effettuare il deposito telematico. La procedura è avviabile sul sito dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM)

Quando si intenda rivendicare in Italia la priorità di una domanda di brevetto depositata presso uno degli Stati aderenti alla Convenzione di Parigi, si deve:

  • eleggere il domicilio presso una persona residente in Italia o presso uno studio brevettuale
  • indicare sul modulo A il Paese, la data e, quando già conosciuto, il numero della domanda originaria della quale si rivendica la priorità
  • produrre idoneo documento, rilasciato dal competente Ufficio di primo deposito, contenente il nome del richiedente, il titolo dell’invenzione e la data di deposito della domanda di brevetto nonché copia della descrizione e dei disegni allegati alla domanda stessa.

Tutta la documentazione deve essere accompagnata da una traduzione in lingua italiana autenticata ed asseverata innanzi alle competenti autorità italiane.

La rivendicazione della priorità, se non effettuata all’atto del deposito della domanda di brevetto, può essere fatta, con atto separato, nei due mesi successivi (purchè non si eccedano i dodici mesi dalla data di priorità rivendicata).

I documenti comprovanti il diritto di priorità devono essere presentati entro sei mesi dal deposito della domanda.

Costi

Tasse di concessione Governativa

  • descrizione, rivendicaz. in italiano, riassunto e disegni fino a 10 pagine € 120,00
  • descrizione, rivendicaz. in italiano, riassunto e disegni da 11 a 20 pagine € 160,00
  • descrizione, rivendicaz. in italiano, riassunto e disegni da 21 a 50 pagine € 400,00
  • descrizione, rivendicaz. in italiano, riassunto e disegni oltre le 50 pagine € 600,00
  • per ogni rivendicazione in italiano oltre la decima € 45,00
  • per la ricerca (in assenza della traduz. in lingua inglese delle rivendicazioni ) € 200,00

N.B.  Non devono essere conteggiate le rivendicazioni in lingua inglese (da allegare obbligatoriamente) e la traduzione in lingua inglese del riassunto e della descrizione (facoltative).

I diritti di deposito sono corrisposti all’Agenzia delle Entrate esclusivamente attraverso l’utilizzo del modello F24. L'Ufficio ricevente fornirà all'utente il modello F24 precompilato con gli elementi identificativi corrispondenti al numero della domanda e ai codici del pagamento.

Diritti di segreteria

L’importo varia secondo i casi sotto specificati:

  • Euro 43,00 più una marca da bollo da euro 16,00. nel caso in cui il richiedente desideri una copia autentica del modulo.
  • Euro 40,00 se non si desidera la copia autentica.

Il pagamento può anche essere effettuato su bollettino di c/c postale n. 311100 intestato alla Camera di commercio di Torino, nello spazio riservato alla causale di versamento, indicare diritti di segreteria per deposito brevetti.

Rinnovo

I diritti per il mantenimento in vita dei brevetti per invenzione sono dovuti a decorrere dal quinto anno di vita.

Il pagamento, tramite il modello F24 precompilato con gli elementi identificativi corrispondenti al numero della domanda e ai codici del pagamento, deve essere effettuato anticipatamente, entro l'ultimo giorno utile del mese corrispondente a quello in cui è stata depositata la domanda.
Trascorso detto periodo il pagamento è ammesso nei sei mesi successivi con l'applicazione del corrispondente diritto di mora*.

Gli importi sono i seguenti:

  • € 60 ,00 per il quinto anno
  • € 90,00 per il sesto anno
  • € 120,00 per il settimo anno
  • € 170,00 per l'ottavo anno
  • € 200,00 per il nono anno
  • € 230,00 per il decimo anno
  • € 310,00 per l' undicesimo anno
  • € 410,00 per il dodicesimo anno
  • € 530,00 per il tredicesimo anno
  • € 600,00 per il quattordicesimo anno
  • € 650,00 per il quindicesimo anno e succes. fino al ventesimo

 * Mora per il ritardo del pagamento € 100,00

 


Tags: 
Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: 

Servizio Brevetti e Marchi

Palazzo Affari, Via San Francesco da Paola 24, secondo piano

Tel: 
+39 011 571 6932/34/38/39/96
Fax: 
+39 011 571 6935