Sei in Aggiornato il: 4 Febbraio 2016

Installazione di impianti

Condividi questa pagina

Definizione dell'attività

Dal 14.02.2013 è necessario allegare alle pratiche di iscrizione/modifica di impiantisti, autoriparatori, pulizie e facchinaggio il modello di autocertificazione antimafia compilato dai seguenti soggetti:

  • Titolare di impresa individuale
  • Legale rappresentante e agli eventuali altri componenti l’organo di amministrazione delle società di capitale
  • Socio di maggioranza in caso di società di capitali con un numero di soci pari o inferiore a quattro, ovvero al socio in caso di società con socio unico
  • I soggetti membri del collegio sindacale, revisori, sindaco
  • Tutti i soci di società in nome collettivo
  • Soci accomandatari di società in accomandita semplice,
  • Soggetti che rappresentano stabilmente le società estere con sedi secondarie in Italia

Scarica il modello di autocertificazione antimafia
 

L´ATTIVITA´

L´attivita´ di impiantistica si occupa della realizzazione degli impianti per edifici civili ed industriali, soggetti all´applicazione del D.M. 37/2008
Sono soggette a questa normativa le seguenti tipologie di impianti, relative sia ad edifici civili che industriali

A) impianti di produzione, trasformazione, trasporto, distribuzione, utilizzazione dell'energia elettrica, impianti di protezione contro le scariche atmosferiche, nonché gli impianti per l'automazione di porte, cancelli e barriere;

B) impianti radiotelevisivi, le antenne e gli impianti elettronici in genere;

C) impianti di riscaldamento, di climatizzazione, di condizionamento e di refrigerazione di qualsiasi natura o specie, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e delle condense, e di ventilazione ed aerazione dei locali;

D) impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura o specie;

E) impianti per la distribuzione e l'utilizzazione di gas di qualsiasi tipo, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e ventilazione ed aerazione dei locali;

F) impianti di sollevamento di persone o di cose per mezzo di ascensori, di montacarichi, di scale mobili e simili;

G) impianti di protezione antincendio.
 

Richiesta pareri attività di impiantistica

La Camera di Commercio di Torino offre alle imprese la possibilità di chiedere al settore relazioni con l’Artigianato un parere, prima dell’invio della pratica telematica, circa i requisiti tecnico-professionali necessari per lo svolgimento delle attività di impiantistica
E’ necessario presentare l’apposito modulo allegando la documentazione che dimostri i requisiti professionali.
La richiesta verrà esaminata da un comitato di esperti che si riunisce normalmente una volta al mese e la risposta sarà inviata all’interessato via e-mail.

Requisiti Tecnico-Professionali

 NOTA BENE - Nuova Normativa per l'attività di impiantistica

Dal 27 marzo 2008 entra in vigore il D.M. 22 Gennaio 2008 N. 37 che riordina le disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all’interno degli edifici.

I requisiti professionali sono quelli previsti dall'art.4 del nuovo decreto :

L´esercizio dell´attività di impiantistica è subordinato al possesso di requisiti tecnico-professionali da parte dell´imprenditore o di altro responsabile tecnico specificamente preposto.
Costuisce requisito una delle seguente caratteristiche

  • diploma di laurea in materia tecnica specifica (vedi elenco).
  • diploma o qualifica di scuola secondaria superiore con specializzazione relativa al settore di attività, seguito da due anni continuativi di inserimento in un'impresa del settore. Questo periodo è ridotto ad un anno per l'attività relativa agli impianti idrici e sanitari, lettera d) (vedi elenco).
  • titolo o attestato di formazione professionale seguito da quattro anni consecutivi di inserimento presso un´impresa del settore. Questo periodo è ridotto a due anni per l'attività relativa agli impianti idrici e sanitari, lettera d) (vedi elenco).
  • tre anni svolti come operaio specializzato presso un´impresa del settore nel medesimo ramo d´attività, escluso il periodo di apprendistato ed il periodo svolto come operaio qualificato.
  • periodo di collaborazione di sei anni in qualità di titolare, socio, collaboratore familiare, nell'ambito di imprese abilitate del settore. Questo periodo è ridotto a quattro anni per l'attività relativa agli impianti idrici e sanitari, lettera d).

    RICONOSCIMENTO DEI REQUISITI ACQUISITI PRIMA DEL 5 MARZO 1990
    Con riferimento all´art. 6 Legge 25/96, hanno diritto ad ottenere il riconoscimento dei requisiti tecnico professionali i soggetti che, ancorché non più iscritti come imprese di installazione di impianti alla data di entrata in vigore della legge 5 marzo 1990, n. 46, dimostrino di avere svolto professionalmente l´attività nel corso di periodi pregressi in qualità di titolari di imprese per una durata non inferiore a un anno, senza scadenza di termini.

Annotazione artigiana impiantisti

L'impresa per svolgere l'attività in forma arigiana deve possedere i requisiti previsti dalla legge quadro sull'artigianato 443/85

Documentazione impiantisti

MODULISTICA PER LE ATTIVITÀ VERIFICATE DAL R.I.

 
Per iscrivere un´impresa per l´attivita´ di impiantistica è necessario presentare la seguente documentazione

  • Documentazione obbligatoria
  • Documentazione facoltativa

NOTA BENE
La documentazione va presentata alla Camera di Commercio nella cui provincia è ubicata la sede legale dell´impresa.

1 - DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA

  • Modello 1 - Modulo di denuncia attività (comprensivo degli allegati, disponibile in formato pdf)
  • Modello 2 - Modulo di nomina di responsabile tecnico (comprensivo degli allegati, disponibile in formato pdf)
  • Modello 3 - Modulo di dichiarazione di responsabile tecnico (comprensivo degli allegati, disponibile in formato pdf)
     

2 - DOCUMENTAZIONE FACOLTATIVA
Presentando la seguente documentazione, è possibile accellerare il procedimento.

  • Titolo di studio
    copia fotostatica del diploma o del certificato attestante il conseguimento dello stesso - Titoli di studio conseguiti all'estero
  • Libretto di lavoro
    copia fotostatica
  • Libro matricola, buste paga
    copia fotostaticada
  • Dichiarazione resa dall´impresa/ente
    circa l´esperienza professionale maturata dal preposto
  • Fatture
    copia fotostatica
  • Altro
    Ulteriore eventuale documentazione necessaria ai fini dell´iscrizione che l´ufficio può ritenere utile

 
AVVERTENZE SULL´AUTOCERTIFICAZIONE
Ai sensi di quanto dispone l’art. 19 L. 241/90 l’ufficio, entro 60 giorni dalla presentazione della denuncia, verifica la sussistenza dei presupposti e dei requisiti di legge e dispone, se del caso, con provvedimento motivato il divieto di prosecuzione dell’attività.
Ai sensi degli artt. 75 e 76 D.P.R. 445/2000

  • chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dal testo unico sulla documentazione amministrativa, è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia
  • l’esibizione di un atto contenente dati non veritieri equivale a uso di atto falso
  • le dichiarazioni rese ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. 445/2000 sono considerate come fatte a pubblico ufficiale
  • in caso di dichiarazioni non veritiere, il dichiarante decade dai benefici conseguenti al provvedimento emanato sulla base di tali dichiarazioni

Tempi e costi

TEMPI
Il procedimento di verificadei requisiti dovrà concludersi entro 60 giorni dalla data di protocollazione della pratica telematica
COSTI
Di seguito sono riportati gli importi dei diritti di segreteria dovuti per la presentazione al R.I. delle denunce di inizio attività di impiantistica.
1 - SOCIETA´
Iscrizioni e modificazioni dati R.E.A.

  • €50,00 + €15,00
    Su supporto informatico digitale
  • €30,00 + €15,00
    Con modalità telematica

NOTE
L´importo dei diritti di segreteria è maggiorato di €15,00 per procedere agli accertamenti previsti dalla legge (es.: denuncia di inizio attività, eventuale aggiunta di sezioni, nomina di responsabile tecnico)

2 - IMPRESE INDIVIDUALI
Iscrizione e modificazione

  • €23,00 + €9,00
    Su supporto informatico digitale
  • €18,00 + €9,00
    Con modalità telematica

NOTE
L´importo dei diritti di segreteria è maggiorato di €9,00 per procedere agli accertamenti previsti dalla legge (es.: denuncia di inizio attività, eventuale aggiunta di sezioni, nomina di responsabile tecnico)

 

 

Sanzioni e ricorsi

SANZIONI

La violazione degli obblighi di cui all'art. 7 del D.M. 37/2008 comporta una sanzione amministrativa da Euro 100,00 a Euro 1.000,00.
La violazione di tutti gli altri obblighi previsti dal  D.M. 37/2008 comporta una sanzione amministrativa da Euro 1.000,00 a Euro 10.000,00.
RICORSI

Per le imprese non artigiane
Avverso la decisione della Camera di commercio è ammesso ricorso alla magistratura ordinaria o amministrativa quando si ritenga violato rispettivamente un diritto soggettivo o un interesse legittimo.

Per le imprese annotate come artigiane 
E' ammesso ricorso in via amministrativa alla Commissione regionale per l'artigianato entro sessanta giorni
 

Normativa di riferimento

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

  • Legge 05.03.1990 n.46 art. 8/14/16
  • Legge 07.08.1990 n.241 art 19
  • D.P.R. 14/12/1999 N. 558
  • D.M. 22.01.2008 n. 37

Dichiarazioni di conformità

Il committente è tenuto ad affidare i lavori di impiantistica esclusivamente ad imprese abilitate.
E´ fatto obbligo al titolare o al legale rappresentante dell´impresa di rilasciare al committente, al termine dei lavori, una dichiarazione di conformità degli impianti resa sulla base del modello di cui all'allegato I dell'art. 7 del D.M. 37/2008 alla quale devono essere allegati:

  • il progetto (quando necessario)
  • la relazione sulla tipologia dei materiali impiegati
  • scheda di impianto.

La dichiarazione e gli altri eventuali documenti vanno depositati, dall'impresa installatrice, entro trenta giorni dalla conclusione dei lavori, presso lo sportello unico per l'edilizia del comune dove ha sede l'impianto.
Lo sportello unico inoltrerà copia della dichiarazione di conformità alla Camera di commercio competente per territorio.

 

Titoli di studio idonei per le attività di cui al D.M. 37/2008


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: