Sei in Aggiornato il: 16 Novembre 2017

Imbianchini e artisti a Palazzo

Condividi questa pagina

Comunicato stampa 16/11/2017

Mostra d’arte dal 16 al 25 novembre 2017 a Palazzo Birago

È stata inaugurata questa mattina la mostra “Imbianchini e artisti a Palazzo” che, grazie alla Cooperativa di Consumo e Mutua Assistenza Borgo Po e Decoratori e a Legacoop Piemonte, con il sostegno della Camera di commercio di Torino, si terrà dal 16 al 25 novembre a Palazzo Birago, in via Carlo Alberto 16.

“Ancora una volta la Camera di commercio di Torino ospita una mostra di pitture e sculture e lo fa con una delle più antiche società cooperative di Torino, la Cooperativa Borgo Po e Decoratori  - ha sottolineato Guido Bolatto Segretario Generale dell’ente camerale – Basti pensare che tra tutte le 2.720 imprese cooperative torinesi, esiste un 9% di imprese che vive da prima del 1970. Guardando poi nello specifico delle cooperative del commercio al dettaglio, tra queste c’è anche il 32,4% delle imprese nato prima del 1970, dove operano moltissime cooperative di consumo e di mutua assistenza, settore in cui si colloca anche la cooperativa Borgo Po e Decoratori. Sono imprese che fanno parte di quell’imprenditoria, a carattere anche sociale, che sa mantenere nel tempo stabilità e continuità, e dunque la loro longevità fornisce un sicuro vantaggio competitivo alla comunità torinese”.

La mostra d’arte “Imbianchini e Artisti a Palazzo” rappresenta un’occasione di confronto e approfondimento del modello cooperativo torinese a partire dalla storica Società Cooperativa di Consumo e Mutua Assistenza Borgo Po e Decoratori di Torino aderente da 50 anni alla nostra Associazione - ha commentato Giancarlo Gonella, Presidente di Legacoop Piemonte – Si tratta di un esempio di impresa longeva che ha saputo rinnovare le proprie attività in relazione alle esigenze dei soci e ai cambiamenti della società, mantenendo la propria natura di luogo di incontro e promozione sociale”. Il sistema delle imprese aderenti a Legacoop Piemonte, a cui aderiscono quasi 500 società cooperative, rappresenta circa il 3% del PIL piemontese con un fatturato che al 31.12.2015 supera i 2 miliardi di euro, oltre 950 mila soci e quasi 28 mila occupati. Inoltre, nelle imprese aderenti a Legacoop l’occupazione è “buona occupazione”, l’80% dei lavoratori è assunto con contratto a tempo indeterminato. 

Il Presidente della Cooperativa di Consumo e Mutua Assistenza Borgo Po e Decoratori Massimo Rossi ha invece evidenziato comela Società nata nel 1883, ancora oggi persegue i principi di solidarietà e di crescita culturale che furono alla base della sua nascita. Pittori di ieri e pittori e artisti di oggi: questo è il filo che lega gli oltre cento anni di storia della nostra Cooperativa e che ancora oggi sono una parte viva e attiva del nostro sodalizio e lo dimostrano con le loro opere”.

La mostra d’arte “Imbianchini e artisti a Palazzo”

Sono ben tredici gli importanti artisti piemontesi, da tempo amici e simpatizzanti della Cooperativa Borgo Po e Decoratori, che hanno portato a Palazzo Birago le loro opere, 9 quadri e 4 sculture.

Danilo Bozzetto - “Parisness II”, scultura in bronzo, resina e legno, 2014

Alberto Donini - “Gatto nero su nero”, opera realizzata con acquarello, 2017

Carlo D’Oria - “Il cespuglio”, scultura in ferro saldato, 2017

Pino Mantovani - “Luci nello studio”, quadro in tempera su tela, 2015

Marco Memeo - “Torre Lingotto”, opera in acquarello su tela, 2010

Elena Monaco - “La Catena”, grafite su cartone, 2017

Mario Mondino - “Medaglione”, scultura in acciaio inox, 2010

Sergio Omedé - “Lo zio”, in vetroresina policroma, 2007 

Marco Piva - “Cascina in via Cossa o l’ultimo baluardo”, tempera e acquerello su masonite, 2017

Francesco Preverino - “Il Setaccio Della Storia”, tecnica mista e riporti ferrosi su tavola, 2011

Erika Riehle - “Urban Flow”, acrilico su tela, 2010 

Marco Seveso - “Applicazioni Antropomorfiche”, olio su tela, 2017

Elisabetta Viarengo - Incendio boschivo”, olio su tela, 2016

Questi artisti, diversi per generazioni e poetiche, ma con solide carriere alle spalle, sono accomunati dall’amore e rispetto per la pittura nelle sue varie declinazioni: da quella figurativa e naturalistica a quella astratta, fino a quella più fantastica o misteriosa.

Accompagneranno la mostra di pittura anche alcune sculture scelte e organizzate dalla Prof.ssa Clizia Orlando che ha curato la mostra nel suo complesso con la collaborazione del Prof. Fiorenzo Sarzano e che hanno affrontato il difficile confronto tra arte contemporanea e le auliche sale barocche di Palazzo Birago.

Alcuni dati economici sulle cooperative torinesi

Nell’Area Metropolitana di Torino nei primi nove mesi del 2017 si contavano 223.062 imprese registrate, con un’elevata presenza di imprese individuali (il 54%), cui seguono le società di persone (il 25%) e di capitale (il 19%). Tra le “altre forme” (il 2%) rivestono importanza le società cooperative (pari al 54% delle imprese di questa natura giuridica) che superano a settembre 2017 le 2.700 unità.

Il mondo della cooperazione è un sistema imprenditoriale solido e ben radicato nel territorio: il 9% delle imprese cooperative presenti nella Città metropolitana torinese si è infatti iscritta nel registro camerale prima del 1970; nello stesso periodo di iscrizione la percentuale del resto delle forme giuridiche operanti nel territorio è stata inferiore al 2%.  Tra gli anni del 1970 e 1989 è nato un ulteriore 16% delle cooperative registrate e tutt’ora attive nell’area subalpina, percentuale che nelle restanti forme giuridiche sfiora appena il 12%. Appare, invece, più bassa la quota percentuale di cooperative che ha iniziato la sua attività in tempi più recenti, in particolare fra il 1990 e il 1999 (il 16% a fronte del 22% tra le restanti forme imprenditoriali).

Se si analizza nel dettaglio la longevità del sistema imprenditoriale del mondo delle cooperative, emerge con forza il settore del commercio dove ben il 30% delle imprese è nato prima degli anni ‘70. Se a queste imprese si aggiungono le cooperative iscritte dal 1971 e prima degli anni ‘90, le imprese del commercio longeve salgono a poco meno del 49%, percentuale che indica come un’impresa su due di questo settore è nata da quasi 30 anni ed è tutt’ora attiva nel territorio. Tra gli altri settori emerge anche il comparto agricolo, dove il 10% delle imprese è nata prima degli anni ’70 e poco più del 40% è iscritto in Camera di commercio da prima del 1989.

Sul fronte opposto, le attività dei servizi di alloggio e ristorazione appaiono come le meno longeve: tra queste, il 55% è iscritto negli anni più recenti (dal 2010 ad oggi). Seguono i servizi alle persone dove il 36% delle attività ha massimo sette anni.

Guardando ancora più nello specifico la longevità delle cooperative del commercio del nostro territorio, tra le imprese del commercio al dettaglio (che rappresentano il 43% del settore), poco meno del 43% è iscritto in Camera di commercio da prima degli anni ’90. Appare significativa la percentuale di imprese attive sul territorio nata prima del 1970, quota in cui converge il 32,4% delle cooperative del commercio al dettaglio, comparto in cui operano moltissime cooperative di consumo e di mutua assistenza, settore in cui si colloca anche la cooperativa Borgo Po e Decoratori.

Cooperativa di Consumo e Mutua Assistenza Borgo Po e Decoratori

L’Associazione Generale di MUTUO SOCCORSO Fra Operai Decoratori e Pittori d’appartamento di Torino nacque nel 1883 divenendo in seguito Società Cooperativa di Consumo e Mutua Assistenza Borgo Po e Decoratori nella storica sede di Via Lanfranchi 28, dove ancora oggi si svolgono le molteplici attività sociali sempre ispirate ai principi di Solidarietà, Socialità, Convivialità, di produzione artistica e culturale.

Un luogo dove esiste uno scambio di culture e dove i soci stessi fanno cultura: con la musica partecipando a diverse Corali, con il volontariato nell’istruzione e nel rapporto con le organizzazioni assistenziali del quartiere, con la presentazione di libri e i dibattiti, con l’organizzazione di mostre d’arte contemporanea o storica. Non si trascura l’aspetto ludico e del buon vivere continuando la tradizione Bocciofila e l’eccellente ristorazione della Trattoria “Decoratori e Imbianchini” aperta a tutti fin dalla fondazione della Società.

Le 3 Corali attive che comprendono tutte le fasce di età, le numerose e importanti mostre di artisti contemporanei, gli incontri di natura culturale e sociale, la presentazione di libri, la collaborazione attiva con la Circoscrizione e con le Scuole, il gruppo d’acquisto.

Gli oltre 100 soci che oggi concorrono disinteressatamente al mantenimento della sede storica, allo sviluppo delle attività solidali, alla salvaguardia dei principi mutualistici rappresentano il patrimonio umano che trasmette questi valori tra le generazioni. I Pittori e gli artisti hanno fatto sempre parte del sodalizio e si possono definire gli eredi diretti dei fondatori “Decoratori e pittori di appartamento” in molti nel corso dei tempi hanno contribuito con le loro opere, le loro esposizioni, il loro impegno alla valorizzazione della Cooperativa.

Legacoop Piemonte

Legacoop, Associazione Nazionale di imprese, dal 1886 promuove lo sviluppo della cooperazione, della mutualità e la diffusione dei valori cooperativi, si presenta come un sistema di imprese solide e competenti la cui nascita e sviluppo è sempre stata contraddistinta dal principio della mutualità e dalla centralità dei soci.  Al fine di promuovere lo sviluppo ed il consolidamento delle cooperative associate Legacoop Piemonte svolge funzioni di tipo politico sindacale e attività di assistenza e di promozione cooperativa.

In Piemonte Legacoop aggrega quasi 500 società cooperative in vari settori: abitazione, agroalimentare, consumo, dettaglianti, mutuo soccorso, area lavoro, costruzioni e manutenzioni, cultura e turismo, industriale, logistica e trasporti, multi servizi, ristorazione, servizi alle imprese, sociali.

 

Orari della mostra

Da lunedì a venerdì ore 10.30 – 12.30  

        14.30 – 17.00

Sabato e domenica  ore 14.30 – 17.30

Ingresso libero

Palazzo Birago

Via Carlo Alberto 16, Torino

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: