Sei in Aggiornato il: 21 Luglio 2017

Il Progetto Abitare Sostenibile

Condividi questa pagina

Logo Abitare Sostenibile

 

Sostenibilità ambientale ed efficienza energetica sono temi molto attuali e innovativi nel settore dell’edilizia, che tuttavia normalmente non rientrano nelle materie di studio degli istituti tecnici e professionali italiani. L’obiettivo di Abitare Sostenibile è proprio quello di aggiornare i programmi di formazione delle scuole superiori su questi aspetti, anche con il coinvolgimento delle aziende, per offrire al mercato del lavoro professionalità preparate nell’ambito della progettazione e delle nuove soluzioni tecniche abitative. In questo modo i green jobs si imparano già sui banchi di scuola.

Il Progetto nasce nel giugno 2013, con la sottoscrizione di un Protocollo d’intesa, per promuovere l’integrazione tra formazione e professioni del settore in una logica di rete e di sistema. L’edilizia in Europa è responsabile da sola di oltre il 40% del consumo di energia primaria ed è l’intero processo edilizio a risultare inefficiente, ne consegue così la necessità di intervenire su pianificazione, costruzione, uso e dismissione degli edifici. La triennalità del Progetto ha avviato un processo di aggiornamento in termini qualitativi della preparazione degli studenti geometri con un approccio sostenibile alla progettazione edilizia in un’ottica di avvicinamento al mercato del lavoro.

I numeri delle attività svolte nel primo triennio:

  • 16 Enti del territorio coinvolti
  • 1 Rete di 8 istituti
  • 50 progetti sviluppati
  • 900 studenti partecipanti
  • 40 insegnanti coinvolti
  • 10 aziende partecipanti
  • 1 manuale tecnico cartaceo

Questi risultati si accompagnano ad un buon lavoro di sistema territoriale: una rete costruita fatta di insegnanti, allievi, aziende e istituzioni, un modello che caratterizza Torino come modello capace di saper “fare squadra”, offrendo conseguentemente risultati all’avanguardia e di eccellenza.

L'obiettivo del Progetto è stato duplice:

  • cogliere l’opportunità dell’Abitare Sostenibile con la possibilità di far percorrere alla scuola tecnica nuove strade, da un lato forti della tradizione manifatturiera e industriale del territorio e dall'altro fortemente protesi all'innovazione.
  • lavorare tutti insieme: insegnanti, aziende, allievi istituzioni per migliorare la formazione e creare nuove sinergie e opportunità con il mondo del lavoro

Il 10 luglio 2017 alla Camera di commercio di Torino è stato rinnovato l’impegno del giugno 2013 con la sottoscrizione del nuovo Protocollo di Intesa per l’incremento delle competenze inerenti la progettazione sostenibile e sicura. Progetto “Laboratorio Abitare Sostenibile Sicuro” (LAS2).

Obiettivo di questa nuova intesa è quella di qualificare la  formazione delle scuole superiori sui temi dell’architettura sostenibile e contro le calamità naturali, raccordandola con il tessuto economico attraverso percorsi di alternanza scuola lavoro.

A sostenere il Progetto, un’ampia rete di soggetti del territorio piemontese: Regione Piemonte, Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, Camera di commercio di Torino, Città Metropolitana di Torino, Politecnico di Ingegneria – Dipartimento Energia, Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri di Torino, Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Torino, Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, Unione Industriale di Torino, Collegio Costruttori di Torino, CNA Torino, Istituto Superiore Erasmo da Rotterdam, Comune di Nichelino, Fondazione Climabita,  Fondazione Environment Park e Associazione ETA - Energia Territorio Ambiente.

Il Protocollo fa seguito alla precedente intesa di quattro anni fa, ampliando la partecipazione dei soggetti e rivedendo i propri obiettivi sia sul tema della sostenibilità ambientale, energetica e di sicurezza sismica e idrogeologica sia su quanto si può ottenere con il percorso dell’alternanza scuola lavoro dopo la Legge della Buona Scuola. In questa nuova triennalità sarà possibile migliorare il piano dell’offerta formativa, in un’ottica di alternanza scuola lavoro, progettando il futuro grazie all’integrazione tra le risorse umane delle giovani generazioni e le proposte del mondo economico e sociale, del sistema produttivo e delle amministrazioni locali continuando, in un’ottica di sistema, a contribuire a creare professionalità sempre più in grado di evolvere con i nuovi obiettivi di equilibrio ambientale, anche in un’ottica di riqualificazione e rigenerazione urbana. anni”.

Molteplici gli obiettivi del Protocollo:

• sostenere e qualificare l’innovazione dei percorsi di istruzione superiore, dei nuovi profili professionali, con l’aggiornamento dei professionisti sull’architettura sostenibile e anche sicura, contro le calamità naturali come strumento di innovazione didattica e di orientamento

• stabilire legami più stabili e fruttuosi tra i mondi della formazione e della produzione, attraverso esperienze di alternanza scuola lavoro

• coinvolgere imprese e professionisti sui saperi tecnologici e scientifici, correlati all’architettura sostenibile e sicura

• realizzare strumenti didattici e professionali per favorire il trasferimento e la diffusione di saperi tecnologici

• attuare la progettazione secondo i criteri dell’Universal Design, della Lean Production e dei Modelli di Eccellenza e sulla sperimentazione di strategie per la Smart Home and Smart City. Grande impulso avrà inoltre la   moderna strumentazione a supporto della progettazione e del rilevamento (BIM, GIS, stampa 3D, utilizzo dei social network)

• realizzare un polo di orientamento alla sostenibilità e al risparmio energetico, con particolare attenzione alle professioni del settore edilizio, impiantistico, energetico.

 

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: