Sei in Aggiornato il: 18 Ottobre 2017

Guida alla gestione dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche)

Condividi questa pagina

Guida alla gestione dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche)

Aggiornamento ottobre 2017
 
La Guida approfondisce obblighi, possibilità e adempimenti previsti dalle disposizioni inerenti alle Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE) e ai rifiuti da queste derivanti (RAEE). 
Sono AEE le apparecchiature che dipendono per il loro funzionamento da corrente elettrica o campi elettromagnetici, le apparecchiature di generazione, di trasferimento e di misura di corrente e campi citati, progettate per essere usate con una tensione non superiore a 1000 volt per la corrente elettrica e a 1500 volt per la corrente continua (art. 4 c.1 lett. a D. Lgs. 49/2014).
Sono RAEE le apparecchiature di cui sopra, quando giungono a fine vita.
 
 
La Guida,  si sofferma, tra l’altro, sulla gestione semplificata dei RAEE e, in particolare esamina le disposizioni di cui al D.M. 8 marzo 2010 n. 65 che ha reso operativo l’obbligo di ritiro dei RAEE con il criterio “1 contro 1” e al D.M. 31 maggio 2016 n. 121 che ha previsto la possibilità di raccolta dei RAEE con la modalità definita “1 contro 0”. 
Entrambi i decreti prevedono una modulistica specifica, che è disponibile su questa pagina e può essere stampata e utilizzata direttamente, in quanto non esiste alcun obbligo di vidimazione.

 

Ritiro 1 contro 1 
I distributori di AEE sono obbligati, nel momento in cui viene consegnata una nuova apparecchiatura, a ritirare gratuitamente un RAEE domestico del quale il cliente intende disfarsi, a condizione che la nuova apparecchiatura sia di tipo equivalente e con funzioni analoghe alla vecchia. 

Questa è la modulistica prevista dalla norma:

 

Ritiro 1 contro 0
I distributori di AEE, in via volontaria, possono effettuare il ritiro gratuito dei RAEE piccolissimi (dimensioni esterne inferiori a 25 cm.) provenienti dai nuclei domestici, su conferimento da  parte degli utilizzatori finali, senza che questi abbiano obbligo di acquisto di AEE di tipo equivalente.
Questa è la modulistica prevista dalla norma:

  • Scarica il Modulo di annotazione dei RAEE di piccolissime dimensioni trasportati dal luogo di ritiro al deposito preliminare (allegato n. 1 al D.M. 121/2016)

La Guida è stata  redatta e aggiornata da Ecocerved scarl, Società per l’Ambiente delle Camere di commercio.


Ti è stata utile questa pagina?: