Sei in Aggiornato il: 1 Marzo 2017

Diritto annuale - Albo gestori ambientali

Condividi questa pagina

Le imprese e gli enti iscritti all'Albo Gestori sono tenuti alla corresponsione di un diritto annuale d'iscrizione per ciascuna categoria di appartenenza (art. 24 c. 3 del decreto n. 120/2014).

Il diritto annuale deve essere pagato nell'anno d'iscrizione all'Albo e successivamente ogni anno entro il 30 aprile.

In caso di prima iscrizione o di variazione di classe il pagamento del diritto corrisponde al rateo riferito al 31 dicembre relativamente ai mesi ricompresi dalla delibera d'iscrizione o di variazione di classe (art. 24, c. 4, del decreto n. 120/2014).

MANCATO PAGAMENTO

L'omissione del pagamento del diritto annuale comporta la sospensione d'ufficio dall'Albo per la categoria interessata che permane fino a quando non venga data prova alla Sezione dell'effettuazione del pagamento (art. 24, c. 7, del decreto n. 120/2014).

Durante il periodo di sospensione l'impresa non può svolgere l'attività della categoria sospesa. Inoltre non verranno rilasciate né visure, né certificati, né verranno deliberate variazioni e/o rinnovi.

Le iscrizioni che risultano sospese da oltre un anno senza aver regolarizzato i pagamenti sono cancellate d'ufficio (art. 20, comma 1, lettera f) D.M. 120/2014).
 

MODALITA' DI PAGAMENTO

 Il pagamento può essere effettuato tramite:

  • Carta di credito
  • MAV

E' possibile effettuare il pagamento tramite Telemaco Pay o IConto solo se nello stesso pagamento sono anche contenuti versamenti per bolli e/o diritti di segreteria.

La Sezione regionale del Piemonte non accetta i pagamenti effettuati su c/c postale o con bonifico bancario.

Nell'area riservata all'impresa, all'interno del sito ufficiale dell'Albo Nazionale Gestori Ambientali, è disponibile il servizio per il PAGAMENTO TELEMATICO dei diritti annui.

Si accede alla pagina: http://www.albonazionalegestoriambientali.it/Impresa/Login.aspx e si entra nella sezione "DIRITTI", dove viene visualizzato il dettaglio degli importi dovuti e l'accesso al pagamento telematico.

Per eventuali problemi tecnici l'impresa deve rivolgersi alla società Ecocerved s.c.r.l.
 

IMPORTI

Premesso che:

  • Deve essere pagato un diritto d'iscrizione per ogni categoria
  • Il versamento in caso d'iscrizione in più categorie può essere cumulativo
  • L'eventuale richiesta di variazione di classe (aumento o declassamento di una qualsiasi categoria) comporta, per l'anno in corso, il pagamento dell'importo corrispondente alla classe d'iscrizione più alta.

Di seguito sono disponibili gli importi del diritto annuale d'iscrizione, differenziati per categorie d'iscrizione:

Categoria 2bis - trasporto de propri rifiuti              importo euro 50,00
Categoria 3bis - RAEE                                       importo euro 50,00

Per le categorie 1 -  4 - 5 - 6 -  7 - 8 - 9 - 10 gli importi variano in relazione alla classe d'iscrizione:

Categoria 1
Imprese che effettuano attività di gestione di rifiuti di cui all´art. 8, comma 1, lettera a)
Classe Popolazione servita Importi
a Superiore o uguale a 500.000 abitanti Euro 1.800,00
b Inferiore a 500.000 abitanti e superiore o uguale a 100.000 abitanti Euro 1.300,00
c Inferiore a 100.000 abitanti e superiore o uguale a 50.000 abitanti Euro 1.000,00
d Inferiore a 50.000 abitanti e superiore o uguale a 20.000 abitanti Euro 750,00
e Inferiore a 20.000 abitanti e superiore o uguale a 5.000 abitanti Euro 350,00
f Inferiore a 5.000 abitanti Euro 150,00

 

categorie 2 - 3 (*)
Imprese che effettuano attività di gestione di rifiuti di cui all´art. 8, lettere b) c) del D.M. 406/98
Classe Popolazione servita Importi
a Superiore o uguale a 200.000 tonnellate Euro 1.807,60
b Superiore o uguale a 60.000 tonnellate e inferiore a 200.000 tonnellate Euro 1.291,14
c Superiore o uguale a 15.000 tonnellate e inferiore a 60.000 tonnellate Euro 1.032,91
d Superiore o uguale a 6.000 tonnellate e inferiore a 15.000 tonnellate Euro 774,69
e Superiore o uguale a 3.000 tonnellate e inferiore a 6.000 tonnellate Euro 361,52
f Inferiore a 3.000 tonnellate Euro 154,94

(*) L'articolo 212 del D.Lgs. 152/06, come modificato dall'articolo 25 del D.Lgs. 205/10, non prevede più la specifica procedura d'iscrizione per l'attività di raccolta e trasporto dei rifiuti avviati alle operazioni di recupero svolte ai sensi dell'art. 216 del D.Lgs. 152/06. Tale procedura era stata inquadrata nelle categorie 2 e 3 dal D.M. 406/98. Sono fatte salve le iscrizioni in essere e le eventuali successive variazioni, non è più possibile presentare domanda d'iscrizione o di rinnovo dell'iscrizione per tali categorie (Circolare 240 del 9 febbraio 2011, lettera c).

Categorie 4 - 5 - 6 - 7 - 8
Imprese che effettuano attività di gestione di rifiuti di cui all´art. 8, comma 1, lettere d), e), f), g), h)
Classe Tonnellate annue di rifiuti trattati Importi
a Superiore o uguale a 200.000 tonnellate Euro 1.800,00
b Superiore o uguale a 60.000 tonnellate e inferiore a 200.000 tonnellate Euro 1.300,00
c Superiore o uguale a 15.000 tonnellate e inferiore a 60.000 tonnellate Euro 1.000,00
d Superiore o uguale a 6.000 tonnellate e inferiore a 15.000 tonnellate Euro 750,00
e Superiore o uguale a 3.000 tonnellate e inferiore a 6.000 tonnellate Euro 350,00
f Inferiore a 3.000 tonnellate Euro 150,00

Nota bene
Sono indicati anche gli importi per la categoria 7 nonostante non sia ancora operativa.
 

Categorie 9 - 10
Imprese che effettuano attività di gestione di rifiuti di cui all´art. 8, comma 1, lettere i), l)
Classe Lavoratori cantierabili Importi
a Oltre euro 9.000.000,00 Euro 3.100,00
b Fino a euro 9.000.000,00 Euro 2.050,00
c Fino a euro 2.500.000,00 Euro 1.300,00
d Fino a euro 1.000.000,00 Euro 650,00
e Fino a euro 200.000,00 Euro 300,00

 

 

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: